Penalità motori: le prossime due gare determinanti per Hamilton

La Mercedes ha spiegato che le prossime due gare saranno la chiave per decidere se prendere deliberatamente una o più penalità legate al motore con Lewis Hamilton in questa stagione.

Il campione del mondo ha patito la maggior parte dei problemi di affidabilità, con una lunga serie di rotture nella prima parte del campionato.

In particolare, due guasti consecutivi alla MGU-H in Cina ed in Russia, lo ha portato ad utilizzare la sua completa allocazione stagionale di questo componente. Inoltre finora ha utilizzato tutti i cinque turbo a disposizione.

Hamilton è ben consapevole che le sperenze di diventare campione del mondo sono rese più ardue dalla prospettiva di possibili sanzioni, che lo relegherebbero in fondo alla griglia nella battaglia contro Nico Rosberg.

Se la Mercedes ritiene di non poter evitare che Hamilton incappi in una penalità, potrebbe decidere di sostituire la power unit su un tracciato su cui è semplice sorpassare, quindi dove la penalità andrebbe a costare meno.

Quello più logico è Spa-Francorchamps, dove i lunghi rettilinei permetterebbero ad Hamilton di recuperare di più rispetto a tracciati come Singapore o Suzuka.

Il grande capo della Mercedes, Toto Wolff, ha spiegato che la decisione verrà presa durante la pausa estiva, ma che dipenderà anche da come si dimostrerà l'affidabilità della vettura di Hamilton nei GP di Ungheria e Germania.

Quando gli è stato chiesto se la squadra si è già fatto un'idea relativa alle prospettive di penalità di Hamilton, Wolff ha detto: "Non lo abbiamo ancora fatto. Stavamo cercando di gestire la stagione con quattro motori, ma ora è chiaro che ne useremo cinque".

"Sembra che potremmo avere anche una penalità con lui, ma non lo sappiamo. Abbiamo bisogno di vedere come andranno le prossime due gare e prendere una decisione durante la sosta".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton
Articolo di tipo Ultime notizie