Palmer: "Ocon al mio posto? No. La Renault non è la Red Bull"

Jolyon Palmer ha detto di non essere preoccupato riguardo le voci di un avvicendamento tra lui ed Esteban Ocon in seno al team Renault come pilota titolare. "La mia situazione è differente da quella di Kvyat e Verstappen".

Negli ultimi 10 anni di Formula 1 abbiamo potuto assistere a debutti folgoranti di giovani piloti di grande talento, provenienti dalle categorie propedeutiche al Circus iridato. Tra questi, almeno al momento, non possiamo annoverare quello di Jolyon Palmer.

Il pilota della Renault, al debutto quest'anno in F.1, non è mai apparso in grado di esprimere la sua guida, quella mostrata nel 2014 quando riuscì a conquistare il titolo piloti della GP2.

Al momento Kevin Magnussen lo ha surclassato e, dopo appena quattro Gran premi disputati, ci sono voci di una sua possibile sostituzione con Esteban Ocon, grande talento proveniente dalla GP3 - di cui è il campione in carica - e attuale pilota DTM per la Mercedes.

"Non so da dove provengano queste dicerie, se devo essere onesto", ha affermato Palmer nella conferenza stampa dedicata ai piloti che precede il fine settimana di gara del Gran Premio di Spagna. "Avevo già sentito qualche notizia di questo tenore dopo il Bahrain. Avevo disputato una buona gara a Melbourne, ma, nonostante questo, c'è chi diceva che non avrei dovuto correre in Bahrain".

"Ho disputato solo quattro gare e ho avuto risultati alterni, ma guardo al futuro. Ho imparato ad aspettarmi tutto questo, dalla Formula 1. Lo vedevo prima da fuori e ora lo vedo da dentro. Non importa, comunque. So dove mi trovo e in squadra tutti sanno dove ci troviamo, il nostro potenziale".

Proprio Esteban Ocon farà il suo debutto in questo fine settimana al volante di una R.S.16 nelle Libere 1 al Montmelo. Al momento, però, Palmer non sembra troppo preoccupato della presenza ingombrante del giovane transalpino.

Il britannico della Renault si è poi detto sorpreso della retrocessione di Daniil Kvyat, passato in pochi giorni dall'essere pilota titolare alla Red Bull a trovarsi addosso una tuta del team Toro Rosso, dopo la promozione inaspettata di Max Verstappen. "Sono sorpreso di questa manovra perché Daniil stava facendo un buon lavoro ed era riuscito anche a centrare un podio. Alla fine dell'anno passato si è mostrato molto veloce, quasi alla pari con Ricciardo. Forse ha avuto un avvio un po' più difficile questa stagione".

"Quello che è successo in Red Bull non mi preoccupa. La Renault è un team diverso e la mia situazione è completamente differente da quella di Kvyat e Verstappen", ha concluso Palmer, parlando di un possibile avvicendamento con Ocon nel corso di questa stagione.

Informazioni aggiuntive di Oleg Karpov

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Spagna
Sub-evento Giovedì
Circuito Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Jolyon Palmer , Esteban Ocon
Team Renault F1 Team
Articolo di tipo Intervista