Ocon: "Vittoria incredibile, ma è merito anche di Alonso"

Il francese ha conquistato la prima vittoria in Formula 1 al termine di una gara folle ed ha voluto sottolineare il grande lavoro di squadra compiuto da Alonso nel bloccare un Hamilton scatenato su gomme medie.

Ocon: "Vittoria incredibile, ma è merito anche di Alonso"

Alzi la mano chi avrebbe previsto una vittoria della Alpine in questo 2021. Quando le monoposto hanno mosso i primi passi nei test in Bahrain, la vettura della scuderia transalpina è stata giudicata da subito goffa per via di quell’airscope enorme ed anche dopo le prime gare dell’anno non sembrava che la monoposto potesse ottenere almeno un podio.

Serviva una gara folle come quella di oggi in Ungheria per stravolgere le previsioni. A tagliare il traguardo per primo è stato, a sorpresa, Esteban Ocon.

Il francese è stato autore di una corsa solidissima, certamente aiutata da un pizzico di fortuna a seguito della carambola al via, ma disputata con grande freddezza.

In partenza Ocon è riuscito miracolosamente ad uscire senza conseguenze dal caos della prima curva ed è salito subito in seconda posizione. Quando la corsa è ripresa, dopo l’interruzione con bandiera rossa, la Alpine ha saggiamente scelto di far rientrare subito Esteban in pit lane per montare le Pirelli slick mentre Hamilton restava solitario in pista con gomme intermedie.

L’errore strategico della Mercedes si è rivelato decisivo per l’esito della gara. Ocon ha preso il comando quando Lewis è rientrato ai box per montare le slick e da quel momento non ha più mollato la prima posizione.

“E’ una sensazione bellissima. Sono tornato in Formula 1 ed ho vissuto dei momenti difficili. Anche in questa stagione abbiamo affrontato delle difficoltà ma siamo riusciti a superarle insieme col team. Già a Silverstone abbiamo ritrovato un buon passo ed oggi è arrivata la vittoria. Abbiamo trionfato anche grazie alla difesa di Fernando su Lewis, è stato un successo di squadra”.

“Voglio ringraziare il team per la fiducia in me. Ci sono stati momenti complicati quando sono stato eliminato in Q2 e non sapevo cosa fare, ma ho sempre avvertito la vicinanza della squadra”.

Il primo successo in Formula 1 di Ocon non è però stato semplice. Il campione 2015 della GP3 ha dovuto controllare costantemente negli specchietti un Vettel scatenato, ma non ha mai commesso una sbavatura nonostante il quattro volte campione del mondo si sia trovato sempre tra il mezzo secondo ed un secondo e mezzo di ritardo.

“Seb è stato grandioso per tutta la gara. Mi ha messo sempre una grande pressione ma sono sempre riuscito a tenerlo dietro”.

Ocon ha giustamente riservato parte del merito del successo al suo compagno di team, Fernando Alonso. Lo spagnolo si è rivelato determinante nel bloccare la rimonta disperata di Lewis Hamilton nel finale con gomme medie, ed Esteban ha voluto esprimere parole di stima verso il due volte campione del mondo.

“Lavorare con Fernando è fantastico. Formiamo una coppia perfetta e stiamo spingendo per cercare di migliorare e tornare al top. Quando è stato annunciato il suo arrivo in molti mi avevano messo in guardia su Alonso, ma si sbagliavano. È un ragazzo fantastico e mi piace molto lavorare con lui”.

condivisioni
commenti
Binotto: "Stroll è un professionista, manovra incomprensibile!"

Articolo precedente

Binotto: "Stroll è un professionista, manovra incomprensibile!"

Prossimo Articolo

Chinchero: "Alonso? Non so quanto volesse aiutare Ocon"

Chinchero: "Alonso? Non so quanto volesse aiutare Ocon"
Carica commenti
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021