Nico Rosberg "punito" con dieci secondi ed una reprimenda

Il pilota tedesco è stato ritenuto colpevole dell'incidente con Hamilton all'ultimo giro, ma con questa sanzione mantiene comunque il suo quarto posto finale. La reprimenda è per aver proseguito con l'ala rotta.

Ci sono volute diverse ore dopo la conclusione della corsa, ma la FIA ha deciso di "punire" Nico Rosberg per l'incidente dell'ultimo giro con Lewis Hamilton, anche se questo non intaccherà i risultati finali del GP d'Austria.

Il pilota della Mercedes, che si è toccato con il compagno di squadra quando quest'ultimo ha tentato di superarlo all'esterno della curva 2, allargando in maniera evidente la traiettoria quando era il momento di voltare.

Una cosa che non è passata inosservata ai commissari, che prima lo hanno messo sotto investigazione e poi gli hanno imposto una penalità di 10" sul tempo di gara, che però non cambia la sua quarta posizione finale, visto che aveva un margine di oltre 14" sulla Red Bull di Daniel Ricciardo.

Ma non è tutto, perché il figlio d'arte è incappato anche in una reprimenda, perché nell'incidente ha danneggiato l'ala anteriore della sua vettura, ma ha proseguito perdendo detriti lungo la pista e creando così una situazione di potenziale pericolo.

Si può tranquillamente dire quindi che Nico è comunque stato piuttosto fortunato, perché di fatto non paga nulla per quello che alla fine è stato riconosciuto come un errore.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Austria
Sub-evento Domenica, Gara
Circuito Red Bull Ring
Piloti Lewis Hamilton , Nico Rosberg
Team Mercedes
Articolo di tipo Ultime notizie