BoP motori F1: si gioca fra benzina ed energia elettrica

La F1 Commission domani dovrà discutere come livellare le potenze delle power unit se verrà approvato il congelamento dei motori. La FIA potrebbe agire riducendo la portata istantanea di benzina ai team che dispongono del propulsore Mercedes, consentendo ad altri Costruttori di incrementare la potenza elettrica. Due modi diversi che non dovrebbero impattare sull'affidabilità, permettendo di limitare le diferenze a una ventina di cavalli.

BoP motori F1: si gioca fra benzina ed energia elettrica

C’è un punto fermo: se si blocca lo sviluppo dei motori di F1 per ragioni di costi, allora è impossibile sperare che i Costruttori che inseguono la Mercedes possano raggiungere la potenza della power unit di Brackley. Lo status quo favorirebbe la Stella che si è subito dichiarata a favore della richiesta di fermare l’evoluzione delle PU dopo la richiesta avanzata dalla Red Bull.

È evidente che i due aspetti non possono andare insieme, per cui c’è bisogno di fare una scelta. Siccome la Red Bull pone la condizione di restare nei GP se e solo se potrà disporre dei motori Honda, dopo il ritiro della Casa giapponese a fine anno, la squadra di Milton Keynes spinge pesantemente sul congelamento dei propulsori a fine 2021.

Domani la F1 Commission aprirà un delicato dossier: come far coesistere l’esigenza del freezing dei propulsori con quella di livellare le prestazioni senza alcuna possibilità di sviluppo?

Stando alle ultime indicazioni che abbiamo raccolto l’orientamento è di agire su più fronti tecnici, nella speranza di non intaccare le qualità (e l’affidabilità) delle power unit.

E non è detto che il bilanciamento delle potenze lo si possa ottenere agendo in modi totalmente differenti per far recuperare almeno una ventina di cavalli (il 2% della potenza totale) a chi insegue la Mercedes. I valori 2020 erano chiari: l’unità M11 di Brixworth era nettamente davanti a Honda e Renault, con Ferrari, quarta, più staccata.

In ballo c’era una finestra di almeno 40 cavalli che i motoristi di Mattia Binotto contano di ridurre alla metà quest’anno. La FIA, insieme alle squadre, starebbe studiando alcune soluzioni tecniche per livellare le prestazioni dei motori.

Motorsport.com per ora ha compreso che ci possono essere due diverse strade da perseguire che potrebbero essere adottate entrambe in maniera combinata, in modo tale da non penalizzare troppo chi sta dominando oggi, ma offrendo degli strumenti agli altri Costruttori di ridurre il gap dal vertice.

Da una parte, infatti, c’è la possibilità di limitare la portata istantanea della benzina a chi, come le squadre motorizzate Mercedes, dispongono di una power unit più potente. Intervenire non è complicato perché basterebbe agire sulle mappature della centralina elettronica unica, visto che la FIA in tempo reale può leggere i dati di consumo grazie al flussometro.

D’altro canto si potrebbe agire incrementando la disponibilità di potenza elettrica alla MGU-K passando dall’attuale limite di 120 kW fino a 135 kW, con un aumento differenziato a seconda della competitività del motore. Anche in questo caso i commissari tecnici della Federazione Internazionale sarebbero in grado di verificare la portata dell’energia in uscita dal motogeneratore.

Il combinato disposto delle due soluzioni (un po’ meno benzina alla Mercedes e un po’ più di potenza elettrica agli altri motoristi) potrebbe avvicinare le power unit. Ma non si creda che sia un lavoro semplice, perché non deve intaccare minimamente l’affidabilità di motori che erano stati progettati per altri utilizzi al limite.

Sulla carta trovare un punto di equilibrio non dovrebbe essere impossibile, ma raggiungerlo nella pratica potrebbe diventare un esercizio molto complicato (e si spera non costoso) al quale sarà necessario dedicare il tempo necessario per trovare la giusta messa a punto delle unità.

Ma, forse, è anche un modo per la FIA di andare ad agire su quelle aree grigie del regolamento che le varie direttive tecniche non hanno ancora cancellato del tutto. Il bilanciamento delle potenze andrebbe definito una volta per tutte, fissando dei parametri che resterebbero sempre quelli.

Perché se la discussione dovesse aprirsi ad ogni GP allora altro che Bop, sarebbe la fine della F1 fra polemiche e discussioni infinite…

condivisioni
commenti
La F1 toglie l’acrobaleno dalla campagna We Race As One dal 2021
Articolo precedente

La F1 toglie l’acrobaleno dalla campagna We Race As One dal 2021

Prossimo Articolo

Alpine: si valuta l'idea di prestare un junior ai rivali

Alpine: si valuta l'idea di prestare un junior ai rivali
Carica commenti
Video F1 | Piola: "La Haas senza evoluzioni ha limitato i distacchi!" Prime

Video F1 | Piola: "La Haas senza evoluzioni ha limitato i distacchi!"

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare con la lente d'ingrandimento della tecnica la monoposto presentata dal team Haas nella stagione 2021 di Formula 1. Una vettura dalla storia particolare, che è riuscita - nonostante tutto - a limitare i danni...

Formula 1
21 gen 2022
Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica" Prime

Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica"

In attesa delle nuove monoposto, continua l'analisi delle vetture protagoniste della Formula 1 2021. In questo nuovo video di Motorsport.com, la lente d'ingrandimento tecnica di Franco Nugnes e Giorgio Piola è sulla Williams, team che mai come nella passata stagione ha adottato soluzioni inedite...

Formula 1
18 gen 2022
Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero" Prime

Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero"

Alfa Romeo ha investito tutte le proprie risorse in vista della stagione 2022 di Formula 1. Ciononostante, la C41 si è rivelata una monoposto dalla valida base meccanica, come dimostrato tanto da Raikkonen quanto da Giovinazzi, ma carente a livello aerodinamico

Formula 1
16 gen 2022
Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria” Prime

Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria”

Torniamo a parlare dei team di Formula 1 partecipanti alla stagione 2021 e di come si sono evoluti nel corso dell'anno appena trascorso. Ora tocca all'Alpine: la scuderia di Enstone è tornata alla vittoria in Ungheria e a podio in Qatar, sapendo correggere il tiro in corso d'opera

Formula 1
14 gen 2022
Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze” Prime

Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze”

In compagnia di Franco Nugnes, del Dottor Riccardo Ceccarelli e della psicologa Alice Ferrisi di Formula Medicine, in questa puntata di Doctor F1 andiamo ad analizzare e comprendere quelli che sono i comportamenti di un pilota nel suo confronto con i propri limiti

Formula 1
12 gen 2022
Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto" Prime

Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano i dettagli tecnici dell'AlphaTauri. Il team di Faenza, giunto sesto in classifica finale dietro all'Alpine, avrebbe meritato di più da questo 2021. Ecco perchè...

Formula 1
11 gen 2022
Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono Prime

Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono

Le penalità in Formula 1 sono tra gli argomenti più discussi dell'ultimo periodo. Spesso e volentieri hanno avuto voce in capitolo per decidere il vincitore di un GP, altre volte addirittura per annullare tutti i punti conquistati in una stagione. Ecco una panoramica approfondita e dettagliata per spiegare chi le commina, perché e di che tipo possono essere

Formula 1
9 gen 2022
Le migliori gare del 2021: a Silverstone il Big Bang tra Lewis e Max Prime

Le migliori gare del 2021: a Silverstone il Big Bang tra Lewis e Max

Tra le migliori gare del 2021 c'è sicuramente quella che ha dato il là e ha acceso davvero il duello tra Max Verstappen e Lewis Hamilton. Stiamo parlando del GP di gran Bretagna, che ha avuto come momento più alto l'incidente tra i due contendenti per il titolo alla curva Copse, al primo giro della gara.

Formula 1
8 gen 2022