Motori: ecco il quadro completo dei cambiamenti che sono stati fatti a Montreal

condivisioni
commenti
Motori: ecco il quadro completo dei cambiamenti che sono stati fatti a Montreal
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
09 giu 2018, 08:43

La Mercedes è rimasta ferma al motore 1 perché non ha concluso l'ultimo long run al banco con il 2, mentre i team forniti da Renault hanno adottato tutti la nuova specifica. Vettel usa lo 062 EVO 2.

Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W09
Mercedes-AMG F1 W09, ala posteriore
Dettaglio del motore di Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Brendon Hartley, Toro Rosso, nell'abitacolo della sua monoposto
Esecutivo Honda nel garage della Toro Rosso
Ingegneri Toro Rosso in pit lane
Marcus Ericsson, Sauber C37
Sergio Perez, Force India VJM11
Ingegneri al lavoro sulle monoposto di Fernando Alonso, McLaren MCL33, e Stoffel Vandoorne, McLaren MCL33,

Ben dieci piloti hanno ricevuto aggiornamenti di power unit alla vigilia del weekend del Gran Premio del Canada. Gli unici esclusi sono stati i sei motorizzati Mercedes, dopo la decisione della Casa tedesca di posticipare l’esordio della PU in specifica 2 a causa dei problemi emersi durante i test di durata al banco, e i team clienti Ferrari (Haas e Sauber) che hanno ricevuto la seconda unità nel precedente appuntamento di Monte Carlo.

Il maggior numero di nuove power unit distribuite a Montreal è stato quello della Renault. La nuova specifica di unità endotermica della Casa francese è stata montata dal team ufficiale più Red Bull e McLaren. Non era certo che tutti i clienti di Viry Chatillon avrebbero montato il nuovo 6 cilindri, vista anche la differenza di chilometraggio percorsa dalla PU1 (la differenza, ad esempio, tra Sainz e Verstappen superava gli 850 km), ma alla fine nessuno ha voluto rinunciare ai 10 cavalli in più garantiti dai tecnici della Renault, incluso Daniel Ricciardo, che ha montato il terzo V6.

L’australiano ha recuperato la vecchia MGU-K dopo i problemi di Monaco, ma con gli ultimi aggiornamenti è giunto al numero limite di elementi concessi su tutti i fronti, ed è l’unico pilota in questa situazione critica (dopo solo sette delle 21 gare in calendario) insieme al tandem della Toro Rosso-Honda: Gasly è stato l’unico pilota a montare una nuova power unit completa, mentre Hartley si è limitato alla sola nuova ICE per non incappare in penalità.

Leggi anche:

Come previsto, in casa Ferrari solo Vettel ha montato il V6 evoluto (insieme a turbo e MGU-H), mentre Raikkonen (avendo già montato la seconda PU di vecchia specifica in Spagna) ha adottato il terzo turbo, entrando nel poco ambito club di chi si trova a rischio penalità.

Ben undici piloti hanno già montato la seconda centralina, dopo sole sette gare, e tra questi ci sono cinque dei sei ‘big’. L’escluso di lusso è Lewis Hamilton, che insieme a Ocon, Sirotkin e Stroll forma il ristretto gruppo ad essere in pista con la stessa power unit completa che ha esordito a Melbourne.

Una prova di forza per la Mercedes, che si conferma ancora una volta il riferimento sul fronte dell’affidabilità. Se non ci saranno imprevisti, sia Bottas che Hamilton supereranno questo weekend la soglia dei 5.000 chilometri percorsi con l’attuale power unit, confermando di disporre di un’arma in più che diventerà cruciale nella seconda parte del Mondiale.

Power Unit: ecco chi ha cambiato cosa a Montreal

Pilota

ICE

TC

MGU-H

MGU-K

ES

CE

Lewis Hamilton

1

1

1

1

1

1

Valtteri Bottas

1

1

1

1

2

2

SebastianVettel

2

2

2

1

1

2

Kimi Raikkonen

2

3

2

1

1

2

Daniel Ricciardo

3

3

3

2

2

2

Max Verstappen

2

3

2

3

1

2

Nico Hulkenberg

2

2

3

1

1

2

Carlos Sainz

2

2

3

1

1

2

Fernando Alonso

2

2

2

2

1

1

Stoffel Vandoorne

2

2

2

1

1

2

Esteban Ocon

1

1

1

1

1

1

Sergio Perez

1

1

1

1

2

1

Pierre Gasly

3

3

3

2

2

2

Brendon Hartley

3

3

3

2

2

2

Romain Grosjean

2

2

2

a

1

1

Kevin Magnussen

2

2

2

1

2

2

Charles Leclerc

2

2

2

1

1

1

Marcus Ericsson

2

2

2

1

1

1

Lance Stroll

1

1

1

1

1

1

Sergey Sirotkin

1

1

1

1

1

1

In nero: elementi ntrodotti a Montreal
ICE, MGU-H e TC: 3 elementi per stagione
MGU-K, ES e CE: 2 elementi per stagione

Prossimo Articolo
Grosjean investe una marmotta: "Sono sorpreso che non l'abbiano spostata"

Articolo precedente

Grosjean investe una marmotta: "Sono sorpreso che non l'abbiano spostata"

Prossimo Articolo

Sauber: Resta dt è una scelta autonoma, non un gemellaggio con Ferrari

Sauber: Resta dt è una scelta autonoma, non un gemellaggio con Ferrari
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Canada
Sotto-evento Prove libere 3
Autore Roberto Chinchero
Tipo di articolo Analisi