Motori 2021: si definiscono le regole nello Strategy group del 4 luglio?

condivisioni
commenti
Motori 2021: si definiscono le regole nello Strategy group del 4 luglio?
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
26 giu 2018, 08:55

Siccome la Porsche, che vuole entrare, pone sempre nuovi paletti, è difficile trovare una sintesi sui dettagli dei motori 2021 sui quali non si è ancora trovato un accordo. Wolff vorrebbe bloccare lo sviluppo dei motori 2019-2020.

Slitta la definizione del regolamento delle nuove power unit: Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, aveva chiesto che la definizione delle norme per i motori 2021 fosse chiusa entro il mese di giugno, per lasciare ai tecnici il tempo necessario di riprogettare un propulsore ibrido che rinuncerà alla MGU-H per soddisfare le richieste della Porsche, interessata a entrare nel Circus, ma solo a determinate condizioni.

L’atteggiamento dei tedeschi è pesantemente condizionante perché sono quelli che più spingono per dei cambiamenti senza che FOM e FIA abbiano ancora avuto alcuna garanzia della loro presenza nel mondiale 2021 da fornitori di motori.

Mercoledì 4 luglio, prima del GP di Gran Bretagna, si riunirà lo Strategy Group che fra i temi sul tavolo avrà il compito di trattare l’argomento motori e la loro riduzione dei costi.

Ai meeting tecnici partecipa anche l’Aston Martin, ma la sensazione è che il marchio inglese, sponsor principale della Red Bull, si defili dopo che la squadra di Milton Keynes ha siglato un accordo di fornitura per due anni con la Honda.

Anche perché si dice che potrebbe essere proprio la Porsche a rilevare i giapponesi nel 2021, tanto più che il marchio inglese non avrebbe le risorse economiche per sostenere da solo il progetto di un nuovo motore, sebbene possa contare sulla competenza di un tecnico esperto come Luca Marmorini.

"Quello dei motori è un tema molto complicato", ha detto Charlie Whiting, direttore di prova della F1. "C'è un incontro dopo l’altro su questi temi, e ogni volta si entra sempre più nei dettagli. Sono abbastanza fiducioso che si arrivi alla fine di quel processo, così avremo un'idea migliore di quali saranno le power unit nel 2021".

Non è detto, però, che si chiuda il cerchio proprio con lo Strategy group del 4 luglio, perché ci sono ancora… dettagli importanti da discutere sui quali non si è ancora trovato un accordo.

Toto Wolff, direttore di Mercedes Motorsport, sta spingendo perché la F1 blocchi lo sviluppo delle attuali power unit per il 2019-2020, in modo da non costringere i Costruttori attualmente impegnati nel mondiale a sostenere dei costi doppi, sviluppando i motori per il prossimo anno in parallelo con quelli nuovi per il 2021.

Prossimo Articolo
“Vorrei tanto Fernando Alonso in Formula E...”: parola di Agag

Articolo precedente

“Vorrei tanto Fernando Alonso in Formula E...”: parola di Agag

Prossimo Articolo

Honda: due problemi diversi dietro alle due rotture della power unit aggiornata

Honda: due problemi diversi dietro alle due rotture della power unit aggiornata
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Austria
Autore Franco Nugnes