Monza, Libere 3: Vettel in fuga con la Ferrari, Hamilton a un soffio con la Mercedes

condivisioni
commenti
Monza, Libere 3: Vettel in fuga con la Ferrari, Hamilton a un soffio con la Mercedes
Di: Franco Nugnes
01 set 2018, 11:15

La pioggia risparmia la terza sessione di prove libere del GP d'Italia. La Ferrari si conferma in testa con il pilota tedesco, ma la Mercedes con Lewis si porta ad appena 81 millesimi, mettendosi davanti a Raikkonen. Delude Bottas, quarto, staccato di sei decimi.

La Ferrari detta il passo nella terza sessione di prove libere del GP d'Italia, ma Lewis Hamilton con la Mercedes è a un soffio! Sebastian Vettel con le gomme Supersoft ha centrato il tempo di 1'20"509 nel secondo giro del secondo run, portando la SF71H a un secondo dal record della pista di Monza che è detenuto dal 2004 da Juan Pablo Montoya in 1'19"525, mentre è già stata stracciata la pole position dello scorso anno colta da Valtteri Bottas con la Mercedes W08 in 1'21"406.

La Rossa con il tedesco indica il limite su una pista che in diversi punti è ancora umida per la pioggia del mattino, ma Lewis Hamilton ha voluto dare un segno che non si sente affatto al di fuori della lotta per la posizione al palo visto che l'inglese con la W09 è arrivato ad appena 81 millesimi dal ferrarista che si trova al comando.

Il leader del mondiale è riuscito a mettere la sua freccia d'argento fra le due SF71H, lasciando Kimi Raikkonen al terzo posto: il finlandese con 1'20"682 è l'ultimo pilota che è riuscito  sfondare il muro dell'1'21". Non è riuscito a entrare in questo ristretto novero Valtteri Bottas che è molto staccato con la seconda Mercedes. Il nordico non ha mai trovato il passo, lamentandosi di una macchina più nervosa del solito per cui risulta staccato di oltre sei decimi dalla testa. Un margine esagerato per il finlandese che è minacciato dalla Red Bull di Max Verstappen che con 1'21"388 a un paio di decimi dalla Mercedes.

Stupisce Daniel Ricciardo che è solo ottavo con l'altra RB14: sulla carta l'australiano dovrebbe essere più veloce del compagno di squadra potendo fare affidamento sul motore Renault Spec C che dovrebbe essere più performante di quello montato all'olandese, ma a Daniel, che è in partenza, la squadra di Milton Keynes sta affidando tutti gli esperimenti. E così il sesto posto porta alla ribalta Kevin Magnussen che porta la Haas dove deve essere. Il danese con 1'22"011 precede Esteban Ocon ottavo con la Force India di appena 44 millesimi di secondo.

Eccellente la prestazione di Charles Leclerc con la Sauber: il monegasco è nono con la C37 davanti a Romain Grosjean con l'altra Haas che chiude la top ten a un soffio dal giovane debuttante. Marcus Ericsson, invece, è stato il primo pilota a entrare in pista con la Sauber C37 ricostruita nella notte intorno ad un telaio nuovo dopo il terribile botto di cui si è reso protagonista lo svedese ieri all'inizio del turno di ieri pomeriggio: per lo svedese era importante togliersi lo spavento di ieri e alla fine ha ritrovato la fiducia nella macchina con il 16esimo tempo finale.

Marcus è uscito praticamente incolume dal crash causato dal DRS che è rimasto aperto e i medici della FIA lo hanno dichiarato in grado di guidare nel weekend monzese. E' andata meno bene alla power unit Ferrari che è stata sostituita nella notte (i meccanici hanno rotto il "cofrifuoco" per rifare la macchina): si tratta del quarto motore della stagione 2018 per cui Ericsson si unirà a Ricciardo e Hulkenberg in fondo alla griglia fra i piloti penalizzati.

Sergio Perez con la seconda Force India alle prese con problemi di sottosterzo è 11esimo davanti a Pierre Gasly con la Toro Rosso - Honda e alla Renault di Carlos Sainz.

Lo spagnolo 13esimo è stato insidiato dalle Williams di Sergey Sirotkin e Lance Stroll. Le McLaren di Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne si sono tolte dall'ultima fila, ma dietro hanno solo la Renault di Nico Hulkenberg che ha accusato problemi nella chiusura del DRS con l'ala molto scarica e la Toro Rosso di Brandon Hartley.

Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 5 Germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 18 1'20.509     259.036
2 44 United Kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 14 1'20.590 0.081 0.081 258.776
3 7 Finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 16 1'20.682 0.173 0.092 258.481
4 77 Finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 18 1'21.112 0.603 0.430 257.111
5 33 Netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 15 1'21.388 0.879 0.276 256.239
6 20 Denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 15 1'22.011 1.502 0.623 254.292
7 31 France Esteban Ocon  Force India Mercedes 16 1'22.055 1.546 0.044 254.156
8 3 Australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 15 1'22.310 1.801 0.255 253.368
9 16 Monaco Charles Leclerc  Sauber Ferrari 17 1'22.313 1.804 0.003 253.359
10 8 France Romain Grosjean  Haas Ferrari 16 1'22.357 1.848 0.044 253.224
11 11 Mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 13 1'22.486 1.977 0.129 252.828
12 10 France Pierre Gasly  Toro Rosso Honda 20 1'22.631 2.122 0.145 252.384
13 55 Spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 15 1'22.737 2.228 0.106 252.061
14 35 Russian Federation Sergey Sirotkin  Williams Mercedes 20 1'22.778 2.269 0.041 251.936
15 18 Canada Lance Stroll  Williams Mercedes 19 1'22.860 2.351 0.082 251.687
16 9 Sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 25 1'22.882 2.373 0.022 251.620
17 14 Spain Fernando Alonso  McLaren Renault 23 1'22.892 2.383 0.010 251.590
18 2 Belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Renault 16 1'22.987 2.478 0.095 251.302
19 27 Germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 10 1'23.149 2.640 0.162 250.812
20 28 New Zealand Brendon Hartley  Toro Rosso Honda 19 1'23.164 2.655 0.015 250.767
Prossimo articolo Formula 1
Williams: l'anno prossimo non sarà utilizzata la trasmissione della Mercedes

Articolo precedente

Williams: l'anno prossimo non sarà utilizzata la trasmissione della Mercedes

Prossimo Articolo

Todt rivela che la Pirelli non è la sola ad aver fatto un'offerta per le gomme 2020-2023

Todt rivela che la Pirelli non è la sola ad aver fatto un'offerta per le gomme 2020-2023
Carica commenti