Monaco: Mercedes e Red Bull affilano le armi per il weekend

Come da tradizione il venerdì le monoposto di Formula 1 non hanno girato sul tracciato ed il giorno di pausa è stato sfruttato dai due team di punta per affilare le armi in vista della qualifica e della gara.

Monaco: Mercedes e Red Bull affilano le armi per il weekend

Come da tradizione nel venerdì di Monte Carlo il paddock sonnecchia semi-deserto. Appaiono alla spicciolata qualche pilota (per lo più in bicicletta) mentre nelle hospitality sono presenti tutti i responsabili tecnici per i briefing che solitamente si svolgono dopo la sessione FP2. L’aria rilassata favorisce qualche commento sui risultati delle prove disputate ieri, e a tenere banco è ovviamente l’exploit della Ferrari.

Non c’è una visione comune, a chi crede che Charles Leclerc e Carlos Sainz potranno dire la loro per la pole position, si contrappone chi è convinto che domani Lewis Hamilton tornerà a giocarsi la prima fila insieme a Max Verstappen. Helmut Marko si aspetta una Ferrari protagonista (“Attenzione a non sottovalutarli”) mentre Lando Norris ha indossato i panni da profeta rivelando che già ad inizio settimana aveva inviato un messaggio a Sainz preannunciandogli la vittoria nella gara del Principato.

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21

Photo by: Erik Junius

Christian Horner non si sbilancia, e in perfetto politichese lascia aperta ogni porta: “La Ferrari va tenuta in considerazione, ma abbiamo notato che solitamente la prima giornata di prove sono spesso più veloci di noi”. In questo clima i più rilassati appaiono proprio gli uomini in rosso, che hanno lasciato i piloti in tranquillità limitando i loro impegni a qualche apparizione promozionale. Sainz si è rilassato passeggiando lungo il porto, con lo sguardo interessato al parco yatch (lo spagnolo è un appassionato del genere) che a Monaco prende forma nella settimana del Gran Premio.

La Red Bull si è nascosta?

Nel paddock c’è chi è convinto che la Red Bull nella giornata di ieri non abbia solo accusato dei problemi di setup. Si sussurra che i carichi di carburante sulle monoposto di Verstappen di Perez siano stati volutamente più elevati del solito, al fine di fornire pochi riferimenti alla concorrenza. “E attenzione anche alla potenza della Mercedes – ha confidato un tecnico – ieri sono sembrati particolarmente conservativi”, con tanto di invito a controllare la velocità di percorrenza della salita dalla St.Devote al Casinò.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Photo by: Erik Junius

Pubblicamente tutti si affrettano ad esaltare la performance confermata ieri dalla Ferrari, ma a microfoni spenti la storia è quasi sempre un’altra, ed è in linea con quanto a Monaco non passa mai inosservato, ovvero le quote dei bookmakers sulla pole position in palio domani, secondo le quali il favorito è Verstappen (2.10) seguito da Hamilton (2.62) e Leclerc, pagato a 10.00. L’exploit Ferrari è stato insomma convincente, ma non così tanto da considerare Sainz e Leclerc come i favoriti delle qualifiche.

Lewis studia il terzo settore

Nonostante una terza posizione, che ieri lo ha soddisfatto, Hamilton sta affilando le armi in vista delle qualifiche di domani. Il campione del Mondo nella FP1 e FP2 ha interpretato non al meglio il terzo settore della pista, tratto in cui Bottas ha confermato mediamente un decimo di vantaggio. Il problema sembra essere legato alla temperatura degli pneumatici, che nel caso di Lewis è ottimale (sull’asse posteriore) nei primi due settori, ma che arriva a livello un po' troppo alto nelle due curve finali. Dettagli, ma cruciali (come stiamo vedendo da inizio anno), e ancora di più su una pista come quella di Monte Carlo, dove domani ci sarà in palio più di una pole position.

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Photo by: Erik Junius

I dettagli non sono invece il problema in casa Alpine. Dopo la difficile giornata vissuta ieri, nel team francese oggi l’attività è stata intensa, con la squadra presente nel paddock a ranghi completi. L’intenzione è quella di scendere in pista domani con un nuovo setup, nella speranza di risolvere almeno una parte dei problemi evidenziati nelle due sessioni di prove libere, concluse con Alonso dodicesimo (a 1”491 da Leclerc) e Ocon due posizioni dietro. “Abbiamo avuto problemi con la trazione e la temperatura delle gomme”, ha confermato MarcinBudkowski, due problemi che nessun pilota si augura di avere su una pista come quella di Monte Carlo.

condivisioni
commenti
Ali flessibili, Vasseur tuona: "Scherziamo? Costerà una fortuna!"
Articolo precedente

Ali flessibili, Vasseur tuona: "Scherziamo? Costerà una fortuna!"

Prossimo Articolo

Reutemann è guarito ed è stato dimesso dall'ospedale

Reutemann è guarito ed è stato dimesso dall'ospedale
Carica commenti
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021
Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti" Prime

Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti"

Il Gran Premio del Qatar ha ulteriormente inasprito il tono delle polemiche sportive legate alla stagione 2021 di Formula 1. Stavolta l'insufficienza pesante viene data alla FIA per come sta gestendo la situazione

Formula 1
22 nov 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis, una vittoria di gestione" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis, una vittoria di gestione"

In questa nuova puntata podcast di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Beatrice Frangione commentano i fatti salienti e determinanti del GP del Qatar. Una lotta continua, che ha visto prevalere Lewis Hamilton, conquistatore della 102esima vittoria in carriera. Ecco svelato il segreto della sua vittoria...

Formula 1
22 nov 2021