Monaco, Libere 2: Vettel esalta la Ferrari. Le Mercedes si nascondono!

condivisioni
commenti
Monaco, Libere 2: Vettel esalta la Ferrari. Le Mercedes si nascondono!
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
25 mag 2017, 13:35

La Ferrari con Vettel ottiene il record nella seconda sessione di prove libere del GP di Monaco, lasciando gli avversari a mezzo secondo. Il secondo tempo è stato ottenuto da Ricciardo davanti a Raikkonen. Sono scomparse le Mercedes.

Sebastian Vettel tira fuori le unghie: dopo aver perso i primi 25 minuti della seconda sessione di prove libere del GP di Monaco per apportare delle regolazioni alla sua SF70 H, il tedesco ha sparato un tempo di 1'12"720 con le gomme Ultrasoft che rappresenta il nuovo record della pista. La Rossa ha mostrato qual è il suo vero valore dopo una mattinata nella quale non aveva certo entusiasmato, con il quattro volte campione del mondo dietro alla Mercedes di Lewis Hamilton, anche se di poco

Va detto che nel primo turno era fresco e la W08 ha saputo sfruttare perfettamente quelle condizioni, perché nel pomeriggio quando la temperatura dell'asfalto è cresciuta di una decina di gradi (si è arriati a 44 gradi), la musica è cambiata con la Ferrari che ha spostato i limiti delle nuove monoposto 2017.

Dietro alla Rossa, però, non ci sono le Mercedes, ma la Red Bull di Daniel Ricciardo: l'australiano ha portato la RB13 a 487 millesimi di secondo dalla SF70 H, centrando un giro senza errori che gli ha concesso un po' a sorpresa la seconda posizione.

Sembra essersi svegliato anche Kimi Raikkonen: il finlandese ha adottato alcune soluzioni di Vettel e ha migliorato sensibilmente il suo passo portandosi al terzo posto staccato di un decimo da Ricciardo, mentre in mattinata aveva penato non andando oltre il settimo tempo che aveva anche un po' indispettito la squadra.

La sorpresa della giornata sono certamente le due Toro Rosso con Daniil Kvyat, quarto, davanti a Carlos Sainz: il russo è stato accreditato di 1'13"331 e ha fatto meglio dello spagnolo di 69 millesimi. La STR12, vettura che si adatta alle piste di alto carico, si esalta sui tracciati come Monte Carlo, arrivando ad un filo dalla "cugina" Red Bull, visto che Max Verstappen è finito alle spalle delle due monoposto di Faenza dopo aver accusato dei problemi al cruscotto digitale che si è oscurato e lo ha messo in crisi nei cambi marcia..

E le Mercedes? Disperse! Anche Sergio Perez con la Force India si è messo davanti a Lewis Hamilton, relegato solo all'ottavo posto. L'inglese, infatti, ha svolto ben tre giri di riscaldamento delle gomme Ultrasoft e poi ha rinunciato al giro secco, chiudendo con una prestazione di quattro decimi peggiore rispetto al mattino a un secondo dalla Ferrari!.

E' il chiaro segno che nel team di Brackley hanno rinunciato alla simulazione della qualifica, lavorando solo in funzione della gara, ma la Casa della Stella si è nascosta? Fa pretattica, oppure nasconde i problemi quando sale la temperatura dell'asfalto?

Anche Valtteri Bottas ha peggiorato il suo tempo del mattino di un decimo e si è accontentato, quindi, del decimo tempo, preceduto dalla migliore Haas guidata da Kevin Magnussen, particolarmente a suo agio nel Principato, mentre Romain Grosjean, in quella che è la sua gara di casa, ha continuato ad accumulare errori con frequenti tagli di chicane del Porto.

La sessione è stata interrotta da una bandiera rossa per l'incidente che ha visto coinvolto il solito Lance Stroll: il canadese ha perso la sua Williams a Massenet e poi ha strisciato contro le barriere del Casino perdendo il muso che è finito in mezzo alla pista. Male la Williams con Felipe Massa relegato alla 13esima posizione.

Sono alla soglia della top ten le due McLaren con Stoffel Vandoorne, 11esimo con il tempo di 1'13"946 e Jenson Button è giunto a 35 millesimi dal belga, dimostrando che il britannico non si è affatto arruginito nella sostituzione di Fernando Alonso impegnato alla 500 Miglia di Indianapolis.

Anche Esteban Ocon ha avuto modo di conoscere la resistenza dei muretti all'ingresso del Portier: il francese si è intraversato nell'accelerazione dopo il tornante e ha perso il controllo della Force India. La macchina, però, non ha riportato grandi danni perché riuscita a tornare ai box per le riparazioni e poi è tornata in pista per fare il long run in previsione della gara. Ha toccato i rail pure Marcus Ericsson all'uscita dalla curva del Casino: lo svedese è riuscito a rientrare in pit lane.

Jolyon Palmer, invece, è riuscito a fare solo otto giri con la Renault: l'inglese è stato costretto ad accostare la R.S.17 prima del Tunnel per il cedimento della power unit palesato dal vistoso fumo che usciva dallo scarico. Jolyon ha chiuso 18esimo, di una posizione dietro al compagno Nico Hulkenberg che aveva bisogno di fare chilometri non avendo girato nel turno del mattino.

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 5 germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 37 1'12.720     165.198
2 3 australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 34 1'13.207 0.487 0.487 164.099
3 7 finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 45 1'13.283 0.563 0.076 163.928
4 26 russia Daniil Kvyat  Toro Rosso Renault 40 1'13.331 0.611 0.048 163.821
5 55 spain Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Renault 42 1'13.400 0.680 0.069 163.667
6 33 netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 35 1'13.486 0.766 0.086 163.476
7 11 mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 44 1'13.799 1.079 0.313 162.782
8 44 united_kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 30 1'13.873 1.153 0.074 162.619
9 20 denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 45 1'13.890 1.170 0.017 162.582
10 77 finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 38 1'13.902 1.182 0.012 162.555
11 2 belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Honda 41 1'13.946 1.226 0.044 162.459
12 22 united_kingdom Jenson Button  McLaren Honda 36 1'13.981 1.261 0.035 162.382
13 19 brazil Felipe Massa  Williams Mercedes 45 1'14.003 1.283 0.022 162.333
14 8 france Romain Grosjean  Haas Ferrari 43 1'14.022 1.302 0.019 162.292
15 31 france Esteban Ocon  Force India Mercedes 46 1'14.093 1.373 0.071 162.136
16 18 canada Lance Stroll  Williams Mercedes 27 1'14.474 1.754 0.381 161.307
17 27 germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 40 1'14.870 2.150 0.396 160.454
18 30 united_kingdom Jolyon Palmer  Renault Renault 8 1'15.616 2.896 0.746 158.871
19 9 sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 31 1'15.691 2.971 0.075 158.713
20 94 germany Pascal Wehrlein  Sauber Ferrari 36 1'15.695 2.975 0.004 158.705

 

Prossimo Articolo
Carica commenti