Monaco F1 Racing Team prova a entrare nei GP

In un comunicato stampa diffuso lunedì pomeriggio, Salvatore Gandolfo, imprenditore spagnolo, ha fatto sapere di apprezzare le recenti dichiarazioni di Stefano Domenicali che aprono alla possibilità di revocare la tassa di 200 milioni di euro che i nuovi team dovrebbe riconoscere alle scuderie del Circus. Se così fosse sarebbe pronto a fare i passi necessari per ufficializzare la richiesta di partecipaziuone alla F1.

Monaco F1 Racing Team prova a entrare nei GP

Nel nuovo Patto della Concordia, firmato lo scorso mese di settembre, una delle novità contenute è relativa ad una tassa da versare a carico di ogni team che intenda entrare in Formula 1.

Un’imposta non proprio indifferente visto che si tratta di ben 200 milioni di dollari, in pratica un deterrente per tenere alla larga chi mostra interesse verso la Formula 1 senza valutare l’acquisto di una squadra già presente.

Una presa di posizione nell’interesse di chi c’è già nei GP, ma complessivamente non proprio nell’interesse della Formula 1 stessa, visto che allargare il parco partenti con una o due squadre in più non sarebbe una brutta notizia per il campionato.

E non proprio casualmente, Stefano Domenicali (dal 1 gennaio al timone di Liberty Media) ha recentemente aperto alla possibilità che la tassa possa essere ridiscussa, proprio per agevolare il lavoro di chi ha interesse a varare un nuovo programma Formula 1.

Gli effetti della presa di posizione di Domenicali sono stati immediati, ed oggi Salvatore Gandolfo, al timone del programma Monaco F1 Racing Team ha confermato attraverso un comunicato stampa le intenzioni di proseguire con il progetto scattato nel 2019.

“L’attuale progetto Monaco F1 Racing Team – ha confermato Gandolfo - è stato il primo, già nel 2019, a intavolare discussioni concrete con la governance della Formula 1 per una entry, intuendo il potenziale delle nuove regole tecniche previste per il 2021 (e poi rimandate a causa della pandemia) e a strutturarsi di conseguenza".

"Le recenti dichiarazioni del nuovo CEO Stefano Domenicali, che aprono alla possibilità di revocare la quota di ingresso di 200 milioni, sono, a nostro avviso, un passo avanti nella giusta direzione. Apprezziamo l’atteggiamento di apertura di Stefano e della FIA e siamo pronti a fare i passi necessari per ufficializzare la nostra richiesta di partecipazione”.

condivisioni
commenti
Imola: Pietro Benvenuti torna direttore generale

Articolo precedente

Imola: Pietro Benvenuti torna direttore generale

Prossimo Articolo

De Adamich: "Ferrari mi volle dopo aver battuto Giunti a Vallelunga"

De Adamich: "Ferrari mi volle dopo aver battuto Giunti a Vallelunga"
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021