Monaco F1 Racing Team prova a entrare nei GP

In un comunicato stampa diffuso lunedì pomeriggio, Salvatore Gandolfo, imprenditore spagnolo, ha fatto sapere di apprezzare le recenti dichiarazioni di Stefano Domenicali che aprono alla possibilità di revocare la tassa di 200 milioni di euro che i nuovi team dovrebbe riconoscere alle scuderie del Circus. Se così fosse sarebbe pronto a fare i passi necessari per ufficializzare la richiesta di partecipaziuone alla F1.

Monaco F1 Racing Team prova a entrare nei GP

Nel nuovo Patto della Concordia, firmato lo scorso mese di settembre, una delle novità contenute è relativa ad una tassa da versare a carico di ogni team che intenda entrare in Formula 1.

Un’imposta non proprio indifferente visto che si tratta di ben 200 milioni di dollari, in pratica un deterrente per tenere alla larga chi mostra interesse verso la Formula 1 senza valutare l’acquisto di una squadra già presente.

Una presa di posizione nell’interesse di chi c’è già nei GP, ma complessivamente non proprio nell’interesse della Formula 1 stessa, visto che allargare il parco partenti con una o due squadre in più non sarebbe una brutta notizia per il campionato.

E non proprio casualmente, Stefano Domenicali (dal 1 gennaio al timone di Liberty Media) ha recentemente aperto alla possibilità che la tassa possa essere ridiscussa, proprio per agevolare il lavoro di chi ha interesse a varare un nuovo programma Formula 1.

Gli effetti della presa di posizione di Domenicali sono stati immediati, ed oggi Salvatore Gandolfo, al timone del programma Monaco F1 Racing Team ha confermato attraverso un comunicato stampa le intenzioni di proseguire con il progetto scattato nel 2019.

“L’attuale progetto Monaco F1 Racing Team – ha confermato Gandolfo - è stato il primo, già nel 2019, a intavolare discussioni concrete con la governance della Formula 1 per una entry, intuendo il potenziale delle nuove regole tecniche previste per il 2021 (e poi rimandate a causa della pandemia) e a strutturarsi di conseguenza".

"Le recenti dichiarazioni del nuovo CEO Stefano Domenicali, che aprono alla possibilità di revocare la quota di ingresso di 200 milioni, sono, a nostro avviso, un passo avanti nella giusta direzione. Apprezziamo l’atteggiamento di apertura di Stefano e della FIA e siamo pronti a fare i passi necessari per ufficializzare la nostra richiesta di partecipazione”.

condivisioni
commenti
Imola: Pietro Benvenuti torna direttore generale
Articolo precedente

Imola: Pietro Benvenuti torna direttore generale

Prossimo Articolo

De Adamich: "Ferrari mi volle dopo aver battuto Giunti a Vallelunga"

De Adamich: "Ferrari mi volle dopo aver battuto Giunti a Vallelunga"
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021