Minardi Historic Day: Imola in festa per Gian Carlo

A dieci anni dal'ultima presenza della Minardi in Formula 1, sono state raccolte a Imola le monoposto che hanno fatto la storia della scuderia faentina e molti piloti di patron Gian Carlo sono tornati aguidare le loro vecchi e monoposto.

La Formula 1 è riapparsa a Imola: non si sa se è un antipasto di un ritorno del GP d’Italia all’Enzo e Dino Ferrari, ma quasi sessanta monoposto che hanno fatto la storia nei GP, intanto stanno facendo bella mostra nei box dell’autodromo imolese per il primo Historic Minardi Day, un appuntamento che vuole ricordare i dieci anni dall’ultimo apparizione della squadra faentina.

All’appello del patron Gian Carlo Minardi hanno risposto i piloti che hanno fatto parte della scuderia faentina nei 35 anni di storia, a partire dall’argentino Miguel Angel Guerra, primo pilota che ha corso sotto i colori del Minardi Team in Formula 2, per arrivare agli italiani Paolo Barilla, Giancarlo Fisichella, Giovanni Lavaggi, Pier Luigi Martini, Gianni Morbidelli, Jarno Trulli, il brasiliano Tarso Marques, gli spagnoli Adrian Campos e Sala Luis Perez,e i test-driver che si sono alternati sulle vetture di Gian Carlo Minardi, tra cui Davide Rigon, Gabriele Lancieri, Matteo Bobbi e Thomas Biagi.

Hanno intenzione di girare in pista Aldo Costa, oggi capo progettista della Mercedes in F.1 e a lungo responsabile tecnico della Minardi prima di passare alla Ferrari, e Gabriele Tredozi, ultimo direttore tecnico della squadra faentina. Il reggiano si esibirà con una Radical, mentre Tredozi girerà con la sua PS05.

Gli appassionati potranno rivedere in azione 10 monoposto del Minardi Team F1 – si parte dalla Minardi M186 Motori Moderni per arrivare alla Minardi PS04/B – insieme alle quali sfrecceranno, tra le altre, anche la Williams WF07 Campione del Mondo 1980, le Ferrari con cui  Giancarlo Martini, Alain Prost, Jean Alesi e Ivan Capelli difesero i colori del Cavallino Rampante e la Tecno del 1972.

 

A fianco delle Dallara F.3, Renault F.2000 e Ralt F.3000 scenderanno in pista anche la Minardi M283B spinta dal propulsore BMW con cui Gian Carlo Minardi affrontò il Campionato di F.2 nel 1983, la March-BMW Schnitzer 732 e la Chevron-Toyota B38 con cui Elio De Angelis vinse la gara di Montecarlo e il Campionato Italiano nel 1977.

A livello statico si possono ammirare tutte le Minardi Team F1 (tranne la monoposto del 2001) e della Scuderia Toro Rosso ripercorrendo oltre trent’anni di Motorsport. A fianco delle 30 monoposto faentine saranno esposte anche la Minardi F2 del 1982 e la FIAT 500 del 1972, con cui Gian Carlo Minardi vince il primo Campionato Italiano in qualità di Direttore Sportivo della Scuderia del Passatore, e la Ferrari F2001 Campione del Mondo Costruttori con Michael Schumacher e Rubens Barrichello.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Minardi Historic Day
Articolo di tipo Ultime notizie