Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
114 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
142 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
149 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
163 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
198 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
205 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
219 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
233 giorni

Miami cambia rotta per la F1: niente circuito in centro, si va vicino allo stadio dei Dolphins

condivisioni
commenti
Miami cambia rotta per la F1: niente circuito in centro, si va vicino allo stadio dei Dolphins
Di:
25 apr 2019, 08:28

I piani per l'organizzazione del Gran Premio di F1 di Miami attorno a Biscayne Boulevard e Bayfront Park nella zona centrale della città sembrano essere arrivati al capolinea in favore di una nuova soluzione adiacente allo stadio dei Miami Dolphins.

Nel maggio del 2017, la Liberty Media ha iniziato a lavorare insieme all'imprenditore Stephen Ross con l'obiettivo di organizzare un GP di F1 a Miami a partire dal 2019, ma l'inizio di questo accordo decennale è stato rimandato ripetutamente.

L'anno scorso Miami ha ospitato un Fan Festival su Biscayne Boulevard, con le monoposto di F1 che hanno sfilato sulle strade che in passato hanno ospitato gare di Indycar, IMSA e Formula E.

Tuttavia, i piani per un evento di Formula 1 in piena regola sono stati bloccati a causa dell'opposizione dei residenti e delle imprese locali, con il timore quindi che questa possa portare a cause legali.

Più recentemente, il mese scorso, il voto per la proposta dell'evento è stato nuovamente rimandato e questa è sembrata poter essere una sorta di ultima goccia per le sorti del progetto.

Ora, dunque, Ross ed il suo team di lavoro hanno spostato l'attenzione su una nuova location, vicina all'Hard Rock Stadium di Miami Garden, impianto da 65.000 posti a nord della città che ospiterà il Super Bowl 2020. La speranza è di realizzare un circuito nell'area che circonda lo stadio ed ha ospitato per la prima volta l'Open di tennis di Miami.

L'ex dirigente della Ganassi Racing, Tom Garfinkel, che oggi è vice-presidente ed amministratore delegato dei Miami Dolphins e del loro stadio, ha dichiarato al Miami Herald che i problemi legati al blocco del centro avrebbero creato più difficoltà che benefici alla città.

"Vogliamo fare qualcosa di eccezionale per Miami" ha detto Garfinkel. "Ma sfortunatamente quando abbiamo ricevuto il rapporto dettagliato di ciò che sarebbe necessario per costruire ogni anno un circuito cittadino, con dei disagi significativi per il traffico, il porto e le imprese su Biscayne Boulevars, io e Steve ci siamo sentiti come sconfitti sul nostro scopo".

"Ma abbiamo oltre 250 acri di terreno dove sono già presenti l'Hard Rock Stadium e la sede del Miami Open, che ci permetterebbero di realizzare un circuito di livello mondiale senza impatto sulle infrastrutture esistenti".

"Questo significa migliorare anche accessi ed uscite, i servizi e tante altre cose. Vogliamo organizzare questo evento solo se saremo in grado di fare qualcosa di livello mondiale, che possa essere una grande esperienza per i tifosi e portare un valore aggiunto a Miami.

Prossimo Articolo
Ferrari: ecco perché sarà Antonio Fuoco a guidare la SF90 nei test di Barcellona

Articolo precedente

Ferrari: ecco perché sarà Antonio Fuoco a guidare la SF90 nei test di Barcellona

Prossimo Articolo

Dannazione Giovinazzi: cambia un'altra centralina motore e paga la prima penalità

Dannazione Giovinazzi: cambia un'altra centralina motore e paga la prima penalità
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Charles Bradley