Formula 1
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
07 mag
-
10 mag
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
116 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
158 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
172 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
186 giorni
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Mercedes: quante novità per continuare a dominare!

condivisioni
commenti
Mercedes: quante novità per continuare a dominare!
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
25 lug 2019, 17:50

In Germania la squadra di Brackley non ha portato il telaio alleggerito, ma un pacchetto aerodinamico che tocca ogni aspetto della freccia d'argento. Scopriamo di che si tratta...

La Mercedes non ha portato in Germania la scocca alleggerita che si vedrà in Ungheria la prossima settimana, ma introduce a Hockenheim un importante pacchetto aerodinamico che coinvolge diverse parti della W10 ricolorata in parte di bianco per ricordare i 125 anni del debutto nel Motorsport.

Mercedes AMG F1 W10, dettaglio del muso

Mercedes AMG F1 W10, dettaglio del muso

Photo by: Mercedes AMG

Gli aerodinamici di Brackley hanno continuato a lavorare sui deviatori di flusso e sui bargeboard cambiando anche il concetto aerodinamico sul quale hanno lavorato con soluzioni del tutto diverse a quelle adottate in precedenza.

Mercedes AMG F1 W10 con la livrea celebrativa dei 125 anni nel motorsport

Mercedes AMG F1 W10 con la livrea celebrativa dei 125 anni nel motorsport

Photo by: Mercedes AMG

Sulla W10 portata alle verifiche abbiamo visto che i deviatori di flusso ai lati delle pance non sono più rappresentati dai tre elementi verticali legati fra di loro, ma da tre “veneziane” di sviluppo orizzontale che richiamano dei concetti che si erano già visti sulla Haas e sono apparsi anche sulla Toro Rosso STR14 (sotto freccia verde a sinistra).

Mercedes AMG F1 W10, dettaglio deviatori di flusso che sono diventati orizzontali mentre erano verticali

Mercedes AMG F1 W10, dettaglio deviatori di flusso che sono diventati orizzontali mentre erano verticali

Photo by: Giorgio Piola

È cambiato anche il supporto che lateralmente alla pancia supporta l’elemento a ponte: in precedenza si piegava verso il basso per ancorarsi alla parete laterale del deviatore, mentre ora si inarca verso l’alto e fa da sostegno alla parte superiore (freccia fuxia). È evidente che non si tratta solo di diversi supporti quanto di modificati passaggi d’aria.

Mercedes W10: i deviatori di flusso sono completamente diversi

Mercedes W10: i deviatori di flusso sono completamente diversi

Photo by: Giorgio Piola

Rispetto all’Austria è stato modificato anche il deviatore di flusso verticale, sopra, che segue l’andamento della pancia e si attacca al supporto inferiore del “candelabro”. Tutti questi elementi aerodinamici si integrano con i bargeboard e lavorano in perfetta sintonia.

Leggi anche:

I tecnici hanno lavorato sodo per cercare di ridurre l’effetto nocivo delle turbolenze generate dalla ruota anteriore in movimento, con il chiaro intento di migliorare anche la portata del flusso destinata al raffreddamento dei radiatori, cercando di limitare il surriscaldamento che era emerso in Austria con i 32 gradi di aria a 700 metri di quota. In ogni caso anche nella parte posteriore della vettura, la carrozzeria è stata maggiormente aperta per facilitare l’estrazione del calore dalla power unit.

Mercedes W10, dettaglio della paratia dell'ala anteriore prolungata verso la coda

Mercedes W10, dettaglio della paratia dell'ala anteriore prolungata verso la coda

Photo by: Giorgio Piola

Il muso è rimasto lo stesso anche se l’impatto visivo per il colore bianco lasciava intendere diversamente. Ciò che è cambiata è la paratia esterna dell’ala anteriore che è stata nuovamente estesa verso il posteriore in modo ben più pronunciato rispetto all’esigenza di coprire i flap supplementari che sono nella versione da medio carico.

Mercedes W10, dettaglio della paratia laterale con il generatore di vortice in stile Ferrari

Mercedes W10, dettaglio della paratia laterale con il generatore di vortice in stile Ferrari

Photo by: Giorgio Piola

Ferrari SF90 con la paratia laterale dotata del generatore di vortice

Ferrari SF90 con la paratia laterale dotata del generatore di vortice

Photo by: Giorgio Piola

Naturalmente non è sfuggito il piccolo generatore di vortice che è comparso in coda al marciapiede esterno della paratia laterale che ha un piccolo pavimento piatto prima dell’arricciatura che hanno tutti. È curioso che si tratti di una soluzione di chiara matrice ferrarista vista per la prima volta sulla SF90: contribuisce all'effetto outwash, vale a dire a spostare i flussi all'esterno della ruota anteriore.

Mercedes W10: ecco il disco freno anteriore e il condotto di aria fresca che soffia più vicino al mozzo

Mercedes W10: ecco il disco freno anteriore e il condotto di aria fresca che soffia più vicino al mozzo

Photo by: Mark Sutton / Sutton Images

Nell'anteriore si segnala anche la presa d'aria che alimenta l'aria che soffia nel cerchio: il flusso in precedenza era orientato nella zona più esterna della ruota, mentre ora converge verso il mozzo.

Mercedes W10, dettaglio della paratia dell'ala posteriore a scalino nel bordo d'uscita superiore

Mercedes W10, dettaglio della paratia dell'ala posteriore a scalino nel bordo d'uscita superiore

Photo by: Giorgio Piola

Modificata anche la paratia laterale dell’ala posteriore che nel bordo d’uscita mostra tre differenti gradini dell’endplate (freccia gialla, sopra) dove si sono moltiplicati i generatori di vortice che sono diventati sei su due file: l’intenzione è di lavorare sulla scia per migliorare l’efficienza più che l’incremento del carico aerodinamico.

Prossimo Articolo
Hulkenberg: "E' probabile che rimarrò a correre con Renault"

Articolo precedente

Hulkenberg: "E' probabile che rimarrò a correre con Renault"

Prossimo Articolo

Aldo gradimento: ecco perché Costa non lascia Mercedes

Aldo gradimento: ecco perché Costa non lascia Mercedes
Carica commenti