F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Mercedes: quando il "diavolo" si nasconde nei dettagli della nuova ala anteriore

condivisioni
commenti
Mercedes: quando il "diavolo" si nasconde nei dettagli della nuova ala anteriore
Di:
18 apr 2019, 16:30

La FIA ha fatto modificare un piccolo dettaglio dell'ala anteriore della W10 prima delle prove libere del GP di Cina che nel disegno portato a Shanghai era al di fuori delle regole. Pare che la modifica fatta in pista abbia dato risultati migliori della versione originale.

La Mercedes ha collezionato la terza doppietta di fila, ma il lavoro di sviluppo sulla W10 non si è mai arrestato, sebbene la freccia d'argento abbia conquistato più punti per il mondiale Costruttori da quando nel 2014 è iniziata l'era ibrida.

I tecnici di Brackley ad ogni appuntamento portano delle novità che vanno al di là del semplice adattamento della monoposto alla pista. Nell'anteriore è continuo l'aggiornamento dell'ala anteriore con il chiaro obiettivo di portare più flusso all'esterno della ruota anteriore di quanto non fosse in Australia, dove la Mercedes ha dominato sfruttando l'inwash dei filetti.

Mercedes W10: l'ala anteriore con la paratia modificata in Bahrain

Mercedes W10: l'ala anteriore con la paratia modificata in Bahrain

Photo by: Giorgio Piola

In Bahrain era apparsa una paratia laterale dell'ala davanti che è stata parzialmente tagliata in coda della porzione superiore proprio per aprire un piccolo canale consentisse l'orientamento del flusso verso l'esterno della ruota. Capito che stavano andando nella giusta direzione, in Mercedes hanno sagomato in modo diverso la bandella laterale che, non solo è stata arcuata verso l'esterno, ma è stata anche leggermente accorciata con un profilo di uscita di inedito disegno a forma di timone.

Mercedes W10 confronto fra le bandelle laterali dell'ala anteriore (nel tondo il disegno del Bahrain)

Mercedes W10 confronto fra le bandelle laterali dell'ala anteriore (nel tondo il disegno del Bahrain)

Photo by: Giorgio Piola

Anche il marciapiede arcuato che si vede al di fuori della paratia laterale è stato accorciato in maniera significativa, come si può osservare nel disegno di Giorgio Piola, ma ad attirare l'attenzione della FIA era stato il fatto che nella nuova configurazione un pezzettino del flap superiore si potesse vedere nella proiezione latarele, risultando al di fuori delle regole.

Alla contestazione dei commissari federali bisogna riconoscere che c'è la prontissima reazione degli uomini Mercedes che, prima delle prove libere del venerdì mattina, sono riusciti a intervenire sulla W10 con l'aggiunta di un piccolo tassello in carbonio che ha rimesso ogni cosa a suo posto nella piena conformità dei regolamenti, dopo che è stato rifilato anche l'ultimo pezzo di flap.

Mercedes AMG F1 W10, dettaglio dell'ala anteriore modificata a Shanghai

Mercedes AMG F1 W10, dettaglio dell'ala anteriore modificata a Shanghai

Photo by: Giorgio Piola

Pur modificando una piccola parte del condotto d'aria, la nuova ala anteriore è stata promossa dai piloti di Toto Wolff che l'hanno usata sia in qualifica che in gara, mentre la Ferrari è rimasta sostanzialmente quella che abbiamo visto nella gara inaugurale a Melbourne...

Prossimo Articolo
Raikkonen spinge l'Alfa Romeo: "Dobbiamo sfruttare meglio il nostro potenziale"

Articolo precedente

Raikkonen spinge l'Alfa Romeo: "Dobbiamo sfruttare meglio il nostro potenziale"

Prossimo Articolo

Alfa Romeo e Haas: due modi completamente diversi di essere clienti Ferrari

Alfa Romeo e Haas: due modi completamente diversi di essere clienti Ferrari
Carica commenti