Mercedes: per Hamilton prove di raffreddamento e test di aerodinamica

condivisioni
commenti
Mercedes: per Hamilton prove di raffreddamento e test di aerodinamica
Di:
02 apr 2019, 17:44

Il vincitore del GP del Bahrain con la Mercedes W10 non ha cercato i tempi nella prima giornata di test a Sakhir: il campione del mondo è stato il pilota che ha percorso più chilometri, ma non è riuscito a completare il programma previsto a causa della pioggia.

La Mercedes è stata la squadra che ha percorso più strada nel primo giorno di test in Bahrain. Lewis Hamilton è tornato al volante della W10 con la quale domenica ha vinto il suo 85esimo GP.

L’inglese, nonostante la pioggia, ha coperto 77 giri pari a 417 km: non ha mai cercato i tempi (nella tabella di giornata ha chiuso solo al sesto posto con 1’31”165), preferendo fare delle prove aerodinamiche e delle verifiche sull’impianto di raffreddamento…
“Abbiamo girato sulla stessa pista dove abbiano corso per tutto il weekend, ma a causa delle diverse condizioni meteo, oggi abbiamo affrontato ostacoli completamente diversi. Sia la temperatura sia il vento sono stati diversi rispetto ai giorni scorsi, motivo per cui abbiamo tratto delle informazioni piuttosto interessanti da questa pista”.

Leggi anche:

Andrew Shovlin, capo degli ingegneri di pista di Brackley, ha spiegato…
“La pioggia è stata un po' una sorpresa! Non era prevista e ci è costata quattro o cinque ore del nostro programma. Abbiamo scelto le gomme per questo test a dicembre e non ci aspettavamo la pioggia, per cui avevamo solo gomme da asciutto. Quindi, una volta che la pista si è bagnata, non avevamo altra scelta che aspettare che si asciugasse di nuovo”.

“Tuttavia, posso dire che non è stata una giornata sprecata, perché abbiamo provato alcuni elementi aerodinamici al mattino e siamo riusciti a raccogliere dei dati utili su alcuni elementi di sviluppo. Dovremo rivedere un po' i piani per domani: non riusciremo a completare tutto il lavoro che avevamo in previsto, ma se il tempo fosse decente dovremmo essere in grado di recuperarne una parte”.

Mercedes W10 con il tubo di Pitot montato sull'ala anteriore

Mercedes W10 con il tubo di Pitot montato sull'ala anteriore

Photo by: Jerry Andre / Sutton Images

Prossimo Articolo
Alfa Romeo: provati i cerchi posteriori bugnati sulla C38 di Giovinazzi

Articolo precedente

Alfa Romeo: provati i cerchi posteriori bugnati sulla C38 di Giovinazzi

Prossimo Articolo

Mick Schumacher: "Mi sono goduto la Ferrari in questa giornata pazzesca!"

Mick Schumacher: "Mi sono goduto la Ferrari in questa giornata pazzesca!"
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie