Mercedes: Hamilton rinnova per due anni, Lewis e Wolff sono soddisfatti

condivisioni
commenti
Mercedes: Hamilton rinnova per due anni, Lewis e Wolff sono soddisfatti
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
19 lug 2018, 10:13

Il campione del mondo si lega alle Stella a tre punte fino al 2020, vale a dire quando scadrà questo regolamento di F1. Si parla di un accordo economico da 45 milioni di euro l'anno. Bottas, intanto, resta in attesa.

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09, festeggia dopo aver conquistato la pole position
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 e Toto Wolff, Direttore del Motorsport, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09

Dopo mesi di tira e molla, ma legati solamente ai termini dell'accordo, che non è mai stato messo in dubbio, finalmente questa mattina la Mercedes e Lewis Hamilton hanno annunciato di aver messo nero su bianco il rinnovo del contratto del quattro volte campione del mondo per le prossime due stagioni.

Questo vuol dire che che il pilota britannico continuerà a guidare per le Frecce d'Argento almeno fino alla stagione 2020 compresa, potendo provare a proseguire la strepitosa striscia di successi che dal 2013 ad oggi gli è fruttata la bellezza di 44 vittorie e tre titoli iridati con la squadra di Brackley.

"Questo prolungamento del contratto è stata una formalità dal momento che io e Toto ci siamo seduti a parlarne durante l'inverno, quindi è un bene averlo messo nero su bianco, annunciarlo e andare avanti come al solito" ha detto Hamilton, che secondo le voci del paddock avrebbe firmato per un ingaggio di 45 milioni di euro a stagione.

Leggi anche:

"Ho fatto parte della famiglia Mercedes per 20 anni e non sono mai stato più felice all'interno di una squadra di quanto lo sia ora. Siamo sulla stessa lunghezza d'onda sia dentro che fuori dalla pista e non vedo l'ora di continuare a far brillare la Stella a tre punti. Anche perché sono molto fiducioso che la Mercedes sia il posto giusto per me per i prossimi anni".

"Anche se ci siamo già goduti tanti successi insieme dal 2013, io e la Mercedes siamo più affamati che mai, quindi non vedo l'ora di vedere cosa saremo in grado di fare insieme nelle prossime due stagioni e mezza" ha concluso Lewis, attualmente secondo nel Mondiale 2018, staccato di 8 punti dalla Ferrari di Sebastian Vettel.

Soddisfatto dell'esito positivo della trattativa anche il team principal Toto Wolff, che proprio intorno ad Hamilton ha costruito il ciclo vincente della Mercedes nell'era ibrida della Formula 1.

"Siamo stati in linea con Lewis fin da quando ci siamo seduti per discutere i dettagli di questo contratto dopo la scorsa stagione, ma c'è stato comprensibilmente un sacco di interesse e di speculazioni intorno a questo rinnovo, quindi è un bene poter arrivare finalmente all'annuncio" ha detto Toto.

"Abbiamo firmato i documenti finali questa settimana e non volevamo che le persone aspettassero troppo per saperlo! Non c'è molto da dire su Lewis come pilota di Formula 1 che non sia già stato detto, è uno dei più grandi di sempre ed il suo curriculum parla da solo. Ma quello che mi piace di lui è l'uomo che c'è all'interno del casco: la sua instancabile ricerca del miglioramento personale, la sua intelligenza e la sua lealtà verso chi lo circonda".

"La Mercedes è diventata la casa di Lewis in Formula 1 e la sua storia è legata per sempre all'argento ed al verde di Mercedes AMG Petronas. Sono molto fiducioso che insieme possiamo ancora scrivere dei capitoli incredibili della nostra storia" ha concluso.

Ora in casa Mercedes resta da definire il nome del compagno di squadra di Hamilton, anche se pure in questo caso sempre che ormai manchino solamente i dettagli per finallizzare il prolungamento del rapporto con Valtteri Bottas, che nell'ultimo anno e mezzo si è dimostrato un pilota decisamente all'altezza della squadra campione del mondo in carica.

Prossimo Articolo
Mo Nunn si è spento a 79 anni: dall'Ensign in F1 ai successi con Zanardi in Indycar

Articolo precedente

Mo Nunn si è spento a 79 anni: dall'Ensign in F1 ai successi con Zanardi in Indycar

Prossimo Articolo

Renault: c'è una nuova ala anteriore che esaspera alcuni concetti sulla R.S.18

Renault: c'è una nuova ala anteriore che esaspera alcuni concetti sulla R.S.18
Carica commenti