F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Mercedes DAS: i segreti del sistema un rompicapo per la F1

condivisioni
commenti
Mercedes DAS: i segreti del sistema un rompicapo per la F1
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
25 feb 2020, 16:01

Nel disegno di Giorgio Piola si osserva il telaio della W11 modificato nella parte anteriore: dalla scocca sbucano due elementi verticali che potrebbero essere delle barre comandate idraulicamente che fanno flottare piantone e scatola dello sterzo per modificare l'incidenza delle ruote anteriori in marcia.

Tutti ne parlano, ma ancora nessuno sa esattamente come funziona. Il DAS (Dual Axis Steering System) della Mercedes è la geniale trovata che i tecnici diretti da James Allison sono riusciti a installare sulla freccia d’argento per modificare in movimento la convergenza, preservando l’usura delle gomme.

A far venire agli onori della cronaca il DAS è stata la FOM che nella prima sessione di test collettivi a Barcellona ha simulato le riprese di un GP, dando in diretta le otto ore di collaudi.

Mercedes W11: grazie al DAS il piantone dello sterzo e il volante di possono muovere a scatto di qualche millimetro

Mercedes W11: grazie al DAS il piantone dello sterzo e il volante di possono muovere a scatto di qualche millimetro

Photo by: Giorgio Piola

In uno dei ripetuti reply è emerso che il volante della W11 di Lewis Hamilton si muoveva lungo l’asse del piantone dello sterzo. E subito è iniziata la caccia per capire a cosa servisse la soluzione che gli ingegneri di Brackley stavano sviluppando da un anno e mezzo.

Dopo aver fugato i dubbi sulla legalità della soluzione (la FIA ha dato l’ok all’introduzione dello sterzo regolabile) l’attenzione si è focalizzata sugli standard di sicurezza dell’invenzione che ha fatto discutere il mondo delle corse per giorni e su come effettivamente sia realizzata.

Ovviamente i tecnici della Mercedes hanno fatto in modo di tenere ben nascosta la scatola guida della freccia d’argento, ma il disegno di Giorgio Piola sull’anteriore della W11 ci porta a scoprire dei dettagli che possono fornire alcuni indizi utili a capire come funziona il DAS.

Confronto Mercedes W11 e W10: si nota dalle frecce rosse la comparsa di due vistosi elementi verticali che entrano nel telaio

Confronto Mercedes W11 e W10: si nota dalle frecce rosse la comparsa di due vistosi elementi verticali che entrano nel telaio

Photo by: Giorgio Piola

L’illustrazione ci mostra che nella parte anteriore della scocca non ci sono più gli anelli di tenuta dei cavi delle ruote anteriori, ma dall’interno del telaio sporgono due elementi tondi che hanno la parvenza di essere gli attacchi di due attuatori idraulici che sarebbero in grado di attivare in modo meccanico il movimento del piantone e della scatola dello sterzo.

Qualcuno sostiene che la Mercedes possa utilizzare un sistema flottante con due o tre attacchi al telaio sui quali far muovere tutto l’impianto dello sterzo per i quattro o cinque millimetri che si sono osservati nelle immagini del camera car.

Mercedes W11, dettaglio del braccio dello sterzo che crea un soffiaggio con la sospensione anteriore

Mercedes W11, dettaglio del braccio dello sterzo che crea un soffiaggio con la sospensione anteriore

Photo by: Giorgio Piola

La scatola dello sterzo, infatti, è montata a sbalzo sulla parte anteriore della scocca ed è nascosta all’interno di una vistosa carenatura in fibra di carbonio. I braccetti dello sterzo sulla W11 sono molto sporgenti rispetto al braccio del triangolo inferiore della sospensione che è stato sollevato fino al centro ruota: questa soluzione permette di creare un soffiaggio grazie al quale è possibile ottenere dei vantaggi di natura aerodinamica.

Va detto che il DAS è azionato dai piloti attraverso un pulsante che viene schiacciato sia per attivare che disinserire il sistema che modifica la convergenza delle ruote anteriori: chi guida, infatti, non deve applicare alcuno sforzo per far flottare il volante, ma l’attuazione avviene sfruttando l’impianto idraulico del power steering, senza nessun controllo elettronico che sarebbe vietatissimo.

Tutti gli occhi degli appassionati saranno puntati sulla Mercedes alla ripresa dei collaudi collettivi di domani in programma a Barcellona. E c’è chi è pronto a giurare che alla FIA arriveranno diverse richieste di chiarimento regolamentare sul DAS. Non tanto sulla legalità del sistema, quanto sulla sicurezza…

F1, Test 2 Barcellona: ecco le line up piloti dei 3 giorni

Articolo precedente

F1, Test 2 Barcellona: ecco le line up piloti dei 3 giorni

Prossimo Articolo

I migliori momenti del GP di Francia al Paul Ricard

I migliori momenti del GP di Francia al Paul Ricard
Carica commenti