Formula 1
27 giu
-
30 giu
Evento concluso
11 lug
-
14 lug
Evento concluso
25 lug
-
28 lug
Evento concluso
01 ago
-
04 ago
Evento concluso
G
GP del Belgio
29 ago
-
01 set
05 set
-
08 set
G
GP di Singapore
19 set
-
22 set
26 set
-
29 set
G
GP del Giappone
10 ott
-
13 ott
G
GP del Messico
24 ott
-
27 ott
G
GP degli Stati Uniti
31 ott
-
03 nov
G
GP del Brasile
14 nov
-
17 nov
G
GP di Abu Dhabi
28 nov
-
01 dic

Mercedes: c'è un allarme motore sulla W08 di Hamilton

condivisioni
commenti
Mercedes: c'è un allarme motore sulla W08 di Hamilton
Di:
8 ott 2017, 09:06

Lewis alla ripartenza della Virtual Safety Car ha segnalato delle vibrazioni anomale dalla power unit. Wolff ha spiegato che in telemetria non si sono visti dati anomali, ma la Mercedes potrà andare negli Usa con il motore 3 e non correre rischi...

Lewis Hamilton, Mercedes-Benz F1 W08
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 festeggia sul podio con il trofeo Daniel Ric
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 festeggiano sul podio con lo cha
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08, festeggia mentre torna ai box dopo aver vinto la gara
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
La Safety Car precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08, Max Verstappen, Red Bull Racing RB13

Nella domenica trionfale di Lewis Hamilton c’è un solo motivo di relativa preoccupazione. Quando la direzione-gara ha dato bandiera verde terminando l’ultimo periodo di virtual safety-car, Hamilton aveva 2"5 di vantaggio su Verstappen, un margine rassicurante per gestire in relativa tranquillità gli ultimi quattro giri prima della bandiera a scacchi.

Nel giro 51 Lewis ha però perso oltre un secondo del vantaggio sulla Red Bull alle sue spalle, ed il motivo è stato subito chiarito da un suo team-radio: “Ho una vibrazione che arriva dalla power unit!”.

L’ingegnere Peter Bonnington lo ha subito tranquillizzato, ed in aiuto di Lewis è arrivato prima Alonso (che ha deciso di chiudere la porta in faccia a Verstappen come lo spagnolo aveva fatto con Vettel la settimana scorsa in Malesia) e, successivamente, il doppiaggio di Massa che gli ha consentito di allungare sul rettilineo grazie al DRS.

I festeggiamenti per la sessantunesima vittoria e per l’allungo nel Mondiale nei confronti di Vettel hanno messo tutto in secondo piano, almeno per qualche ora, ma in Mercedes l’allarme sulla power unit numero 4 utilizzata da Hamilton a Suzuka resta.

“Non sappiamo ancora di cosa si tratti – ha commentato Toto Wolff – analizzeremo con calma, per ora posso solo dire che dai dati telemetrici non risultavano anomalie sul motore di Lewis”.

Non è certo un problema da togliere il sonno ai tecnici di Brixworth, ma sarà un interrogativo da chiarire prima del Gran Premio degli Stati Uniti. La power unit numero 4 ha all’attivo tre Gran Premi (Spa, Monza, Suzuka), ma in ogni caso Hamilton può ancora contare sulla numero 3, che dovrebbe essere stata utilizzata nella gare di Silverstone, Hungaroring e Sepang.

Dopo il successo di Suzuka il margine nella classifica di campionato può di fatto consentire ad Hamilton di arrivare alla conquista del titolo con le power unit ordinarie, ovvero le 4 concesse dal regolamento, ed anche per motivi di orgoglio è probabile che in Mercedes vogliano provare a raggiungere gli obiettivi iridati senza ulteriori motori. Solo in caso di festeggiamenti anticipati non è da escludere che possa arrivare una quinta unità, e le conseguenti dieci posizioni di penalità, da scontare però a cuor leggero quando tutto sarà deciso...

Prossimo Articolo
Verstappen: "Anche senza traffico, non sarei riuscito a superare Lewis"

Articolo precedente

Verstappen: "Anche senza traffico, non sarei riuscito a superare Lewis"

Prossimo Articolo

Reprimenda per Alonso per aver ignorato le bandiere blu

Reprimenda per Alonso per aver ignorato le bandiere blu
Carica commenti