Formula 1
25 set
FP1 in
19 Ore
:
16 Minuti
:
18 Secondi
G
GP dell'Eifel
09 ott
Prossimo evento tra
14 giorni
G
GP del Portogallo
23 ott
Prossimo evento tra
28 giorni
G
GP di Turchia
13 nov
Prossimo evento tra
49 giorni
04 dic
Prossimo evento tra
70 giorni
G
GP di Abu Dhabi
11 dic

Mercedes: Bottas sogna la fiducia a lungo termine, ma deve allontanare "medioman"

condivisioni
commenti
Mercedes: Bottas sogna la fiducia a lungo termine, ma deve allontanare "medioman"
Di:

Dopo una grande partenza, il finlandese ha accusato un calo nelle ultime tre uscite, precipitando a 29 punti di distanza dal compagno Hamilton. Lui però si dice tranquillo e sogna un rinnovo biennale.

In trenta giorni Lewis Hamilton ha messo a segno il primo importante "strappo" del Mondiale 2019. Alla vigilia del Gran Premio di Spagna la leadership della classifica generale era nelle mani di Valtteri Bottas, grazie al giro più veloce ottenuto nella tappa d’apertura a Melbourne: 87 punti per il finlandese, 86 per il compagno di squadra, arrivato al via della stagione 2019 in un ottimo stato di forma. Un Bottas nuovo, chiamato ad un’impresa che pochissimi piloti al mondo possono pensare anche solo di affrontare: sfidare Lewis Hamilton a parità di monoposto.

Valtteri ha iniziato la stagione alla grande, fino alla vittoria di Baku, poi sono arrivati due weekend (Spagna e Monaco) in cui il potenziale molto buono evidenziato in prova non è stato successivamente concretizzato in gara. Poi Montreal, dove Bottas ha commesso un errore in qualifica con la conseguente partenza dalla terza fila ed una gara già parzialmente compromessa. Hamilton, che sta disputando la sua tredicesima stagione in Formula 1, non è avversario con il quale ci si può permettere un momento di debolezza senza che ne approfitti, ed infatti Lewis ha messo a segno il primo allungo stagionale.

Tra Spagna, Monaco e Canada il campione del Mondo ha piazzato una tripletta che gli ha garantito un parziale su Bottas di 76 a 46 punti, margine che lo ha portato a +29 sul vicino di box nella classifica del Mondiale. “Il weekend di Montreal è stato probabilmente un campanello d’allarme" ha confermato Valtteri.

Bottas, che sarà chiamato ad una pronta risposta nel weekend del Paul Ricard, è comunque convinto che non sia sopraggiunto nessuno stress aggiuntivo derivante dalla leadership del campionato tenuta fino a Baku. “Non sento la pressione di chi lotta per il titolo, sono contento in generale della mia situazione e di come è iniziata questa stagione. Mi sto divertendo, poi capita che, come a Montreal, un errore in qualifica pregiudichi il risultato del weekend, ma sono cose che possono succedere. Nelle ultime gare non c’è stato nulla che possa essere legato alla pressione, e non credo che ce ne saranno in futuro”.

L’altro Mondiale di Bottas

Il finlandese conosce ormai bene la squadra ed anche lo stesso Hamilton, e sa bene che se non arriverà una reazione nel Gran Premio di Francia la strada sarà in salita. Rispetto a dodici mesi fa ha il vantaggio di non dover aiutare Hamilton (almeno per ora) in giochi di squadra che non sarebbero giustificati, ma proprio come nel 2018 (e nel 2017) Bottas nel corso dell’estate dovrà anche lottare sul fronte contrattuale.

Da quando è approdato in Mercedes nel dicembre del 2016, Valtteri ha avuto una chance pazzesca in termini di carriera, ma allo stesso tempo non ha mai potuto godersi una stagione senza l’incognita legata al futuro. I due rinnovi sono stati conquistati sul campo, ma sempre per un solo anno. Ora, però, Bottas sogna qualcosa di più di una conferma di dodici mesi, ma possiamo immaginare che non sia proprio una passeggiata sedersi al tavolo delle trattative con Toto Wolff.

Tavolo su cui Valtteri può mettere il miglior inizio di Mondiale da quando veste grigio, un rendimento che dovrebbe aver allontanato il fantasma di Esteban Ocon, sempre presente nel box Mercedes da inizio stagione e pronto (qualora ci fosse stata, o qualora ci sarà) a cogliere ogni opportunità. Il motivo che frena Wolff dal contrattualizzare Bottas per più di una stagione è probabilmente legato anche alla situazione di Ocon e George Russell, già sotto contratto Mercedes, che un giorno sognano di poter ambire alla squadra ufficiali.

Ci sono piloti che sotto pressione danno il massimo, altri che invece accusano il colpo impattando sul loro rendimento in pista. Nessuno nel paddock di Formula 1 conosce Bottas più di Wolff, e al momento non si vedono motivi per cui la Mercedes debba pensare a cambiare pilota in vista del prossimo Mondiale. Ma nel dubbio sarà meglio per Valtteri dare un segnale importante negli otto giorni che includeranno i Gran Premi di Francia e Austria. Sarebbe un gran regalo alla sua classifica, e probabilmente anche lo scivolo per mettere in cassaforte il prossimo contratto, nella speranza (per Valtteri) che questa volta sia una fiducia più a lungo termine.

Scorrimento
Lista

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
1/19

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Daniel Ricciardo, Renault R.S.19

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Daniel Ricciardo, Renault R.S.19
2/19

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
3/19

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
4/19

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
5/19

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1
6/19

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 fa un selfie con un fan

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 fa un selfie con un fan
7/19

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
8/19

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
9/19

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
10/19

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
11/19

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
12/19

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, alla parata dei piloti

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, alla parata dei piloti
13/19

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1
14/19

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
15/19

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
16/19

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
17/19

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1
18/19

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1
19/19

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pirelli ha svelato le mescole che porterà al GP di Russia 2019 di F1

Articolo precedente

Pirelli ha svelato le mescole che porterà al GP di Russia 2019 di F1

Prossimo Articolo

Binotto: "Niente appello, ma andremo avanti. Vedremo in quale forma e in quale modo"

Binotto: "Niente appello, ma andremo avanti. Vedremo in quale forma e in quale modo"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Valtteri Bottas
Team Mercedes
Autore Roberto Chinchero