Mercedes apre al rinnovamento della distribuzione dei proventi in F.1

Toto Wolff afferma che Mercedes è aperta a un cambiamento nella distribuzione dei proventi da parte della FOM, proposta nelle ultime settimane proprio da Bernie Ecclestone.

Bernie Ecclestone ha intenzione di apportare cambiamenti all'odierna distribuzione di proventi ai team e, a quanto pare, Mercedes sembra disponibile ad appoggiare quella che sembra molto più di un'idea del boss della Formula One Management.

In questo momento, stando all'odierno sistema di ripartizione dei proventi dei team, la Ferrari riceve un bonus extra grazie al suo status di team più longevo nella serie (la Ferrari corre in Formula 1 da sempre), mentre Red Bull, McLaren, Williams e Mercedes ricevono somme in denaro in base alla rispettiva posizione nel Mondiale Costruttori.

Ecclestone vorrebbe dare maggiore importanza alle prestazioni dei singoli team e darebbe fette più grandi della torta ai team che meglio si piazzano nel Mondiale. Nella giornata di ieri Toto Wolff, vertice della Mercedes, ha incontrato Ecclestone per venire a conoscenza della proposta del manager inglese a tal riguardo.

"Abbiamo avuto una lunga discussione su vari argomenti e uno di questi riguardava proprio la ripartizione dei proventi ai team per il prossimo futuro", ha ammesso Wolff. "Credo che si possa fare in più modi. Possiamo costruire il nuovo sistema avendo un pagamento base, su un pagamento legato alle prestazioni e al rendimento storico. Questi tre elementi sono la strada giusta per il futuro della categoria".

Wolff ha poi ammesso che questi bonus sono molto importanti per i team che che i proventi sono in continuo aumento, anno dopo anno. "I proventi sono in crescita. Gli affari che fa Bernie sono redditizi e salgono di valore di anno in anno. Questi soldi arrivano dai diritti TV, sponsorizzazioni e aumentano ogni anno".

"Quando ero in Williams nel 2009 un quinto posto di squadra valeva 35-40 milioni di sterline. Oggi un quinto posto potrebbe probabilmente generare un 40% in più di proventi perché i bonus sono in crescita e continueranno a esserlo perché i contratti sottoscritti da Bernie sono tutti a lungo termine. Ha appena firmato un nuovo contratto TV, stanno firmando contratti pluriennali nuove piste e questo mostra quanto la Formula 1 sia solida".

Toto ha poi ammesso che Mercedes ha (giustamente) ricevuto bonus extra rispetto a quelli previsti grazie ai due titoli mondiali costruttori centrati nelle ultime due stagioni. "Sì, abbiamo ottenuto soldi extra perché siamo riusciti a vincere due titoli costruttori consecutivi. E Bernie non pensava riuscissimo a farcela per due volte di fila".

"Nel nuovo sistema sarà necessario tener conto di tutte le variabili, metterle assieme e dire cosa avrà più importanza, conferendogli un determinato valore economico".

Ferrari deve mantenere il bonus storico

Wolff ha inoltre voluto parlare del bonus riconosciuto alla Ferrari grazie al suo status di team più antico della Formula 1. "Penso che sia chiaro che la Ferrari è il team più in vista in Formula 1. Un'icona. Non vedo alcun problema se prendono soldi extra per quel motivo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Austria
Sub-evento Venerdì, prove libere 1
Circuito Red Bull Ring
Team Mercedes
Articolo di tipo Ultime notizie