Mercato McLaren: è Carlos Sainz l'alternativa ad Alonso?

condivisioni
commenti
Mercato McLaren: è Carlos Sainz l'alternativa ad Alonso?
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
19 giu 2017, 11:08

La squadra di Woking potrebbe coprire la partenza del campione asturiano con un altro pilota spagnolo: a Carlos Sainz verrebbe offerto un contratto da top driver, ma con un grande risparmio rispetto al costo che è assicurato da Alonso.

Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso
Fernando Alonso, McLaren MCL32 and Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR12
Fernando Alonso, McLaren, in the drivers parade
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Wreckage of the car of Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR12, after his collision, Felipe Mass
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso al muretto box dopo essersi fermato in pista nelle FP1
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR12
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR12

Per la McLaren il futuro al momento è tutt’altro che nitido. La priorità è senza dubbi quella relativa alla power unit che spingerà le due monoposto 2018, ed è un punto interrogativo che va oltre l’aspetto tecnico.

La Honda dal 2015 ha anche garantito un supporto economico vitale per la squadra, e se a Woking decideranno di rompere il contratto con il Costruttore giapponese, ci sarà da reperire un budget molto impegnativo in un tempo breve. Senza considerare la possibilità che la Honda possa rivalersi in sede legale, un’eventualità che aprirebbe scenari poco rassicuranti per la squadra inglese.

Se, invece, il binomio McLaren-Honda dovesse proseguire la sua collaborazione come da contratto, sembra ormai certa la partenza di Fernando Alonso. Non ci sono ancora dichiarazioni ufficiali in merito, ma quanto detto dallo spagnolo nel weekend del Gran Premio del Canada è stato abbastanza esplicito: “Potrei restare solo se la McLaren vincerà una gara entro l’inizio di settembre”.

Ovviamente a Woking sanno bene che la condizione posta da Alonso è irreale, e nel team stanno lavorando ad un piano ‘B’, ovvero l’identificazione del pilota che potrebbe sostituire Fernando. In questi giorni è trapelata tra gli addetti ai lavori l’indiscrezione secondo la quale il primo ad essere contattato sia stato Carlos Sainz.

A ventidue anni il madrileno figlio d’arte è ad un bivio: aspettare ancora la Red Bull (con la prospettiva di un quarto anno in Toro Rosso) nella speranza che a fine 2018 o Max Verstappen o Daniel Ricciardo migrino altrove. Oppure salutare il gruppo che lo ha supportato per tutta la carriera e cercare una chance altrove. E Sainz sembra puntare sulla seconda chance, visto che c’è stato un contatto anche con la Renault.

Per Carlos la McLaren sarebbe di fatto una scommessa, e se ci basiamo su quanto accade oggi, anche azzardata. Ma la prospettiva sarebbe essere quella di un ruolo da top driver, con uno stipendio decisamente più alto rispetto a quanto percepito finora, abbinata alla speranza di una monoposto 2018 più competitiva, sia in caso di permanenza dell’accordo con la Honda che in quello di un clamoroso passaggio alla power unit Mercedes.

In quest’ultimo scenario c’è chi sostiene che potrebbe valutare la permanenza a Woking anche Fernando Alonso, ma senza i fondi Honda che gli garantiscono uno stipendio stellare (si parla di 40 milioni di dollari a stagione percepiti nell’ultimo triennio) lo spagnolo dovrebbe radicalmente ridursi di tre quarti l’ingaggio. Ed è forse per questo motivo che nel paddock Alonso è dato come vicino al saluto al ‘Circus’.

Prossimo articolo Formula 1

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Carlos Sainz Jr.
Team McLaren
Autore Roberto Chinchero
Tipo di articolo Ultime notizie