Mercato F1: Haas vuole confermare Grosjean, si chiude una porta per Raikkonen

condivisioni
commenti
Mercato F1: Haas vuole confermare Grosjean, si chiude una porta per Raikkonen
Di: Franco Nugnes
07 set 2018, 09:32

Il titolare della squadra americana vuole dare fiducia al francese anche per il 2019, dimenticando la lista dei danni e la mancanza di punti nei primi otto GP, visto che Romain potrebbe essere determinante nella lotta per il quarto posto nel Costruttori con la Renault.

Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-18
Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-18
Gene Haas, Team Owner, Haas F1, and Guenther Steiner, Team Principal, Haas F1, on the grid
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H

La Ferrari guadagna tempo per ufficializzare la promozione di Charles Leclerc a pilota titolare del Cavallino nel 2019 perché sta seguendo una sua pianificazione ben precisa: non è escluso che prima di procedere agli annunci a Maranello vogliano mettere tutte le pedine dello scacchiere al loro posto.

Kimi Raikkonen ha fatto capire chiaramente che non ha alcuna intenzione di appendere il casco al chiodo: l'età, fra breve i finlandese compirà 39 anni, per il momento non incide sulle prestazioni, per cui c'è chi si stando da fare per trovare una sistemazione ad Iceman.

Un fatto pare certo: si è chiusa la porta alla Haas, visto che è dato per certo il rinnovo del contratto di Romain Grosjean al fianco del già confermato Kevin Magnussen. Il francese sembrava ormai con la valigia in mano: specie all'inizio della stagione l'avvio del campionato è stato disastroso. Non solo Romain non ha incasellato punti nei primi otto GP, ma ha sommato una serie costosissima di uscite e incidenti che hanno pesato nel budget della squadra americana.

Quando era data per scontata l'uscita di Grosjean dalla Haas alla fine della terza stagione con il team USA, Gene Haas ha deciso di prolungare il rapporto con il transalpino che è impegnatissimo nel portare la Haas al quarto posto del mondiale Costruttori nel testa a testa con la Renault.

Il sesto posto monzese (poi messo in discussione per un'irregolarità tecnica del T-tray della VF-18) ha certamente contribuito a rilanciare le sorti di Romain che ha messo in cantiere 27 punti contro i 49 di Kevin Magnussen. E Kimi, allora? Aspettiamoci delle sorprese, ma non in Sauber...

Prossimo articolo Formula 1
Ferrari: Lapo anticipa Leclerc, mentre Camilleri è nominato amministratore esecutivo

Articolo precedente

Ferrari: Lapo anticipa Leclerc, mentre Camilleri è nominato amministratore esecutivo

Prossimo Articolo

Ferrari: ora Camilleri ha le chiavi di Maranello, Elkann gli affida una squadra vincente

Ferrari: ora Camilleri ha le chiavi di Maranello, Elkann gli affida una squadra vincente
Carica commenti