Mercato F1: dove può andare Raikkonen dopo la firma di Leclerc alla Ferrari?

condivisioni
commenti
Mercato F1: dove può andare Raikkonen dopo la firma di Leclerc alla Ferrari?
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
04 set 2018, 16:05

Con Norris ufficializzato alla McLaren accanto a Sainz e Markelov in predicato di approdare alla Williams, il finlandese può trovare uno spazio alla Haas se non sono vere le voci di un rinnovo di Grosjean. Con Giovinazzi in Sauber, resterebbero a piedi Ocon e Vandoorne!

Lando Norris, McLaren
Lando Norris, McLaren MCL33
Charles Leclerc, Sauber
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Antonio Giovinazzi, tester e pilota di riserva, Ferrari
Romain Grosjean, Haas F1 Team
Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-18
Artem Markelov, RUSSIAN TIME

L’annuncio della promozione in Formula 1 del baby della McLaren Lando Norris ha completato lo schieramento piloti del team inglese. Finora sono solo quattro le squadre che hanno definito ufficialmente il tandem di piloti con cui saranno in pista nel prossimo Mondiale, a conferma di un mercato che si sta prolungando oltre il consueto.

Ad avere già ufficializzato gli organici sono Mercedes, Red Bull, Renault e McLaren, con Ferrari che ha ovviamente un sedile già confermato dal pluriennale contratto di Sebastian Vettel, e la Force India che, oltre alla presenza di Lance Stroll, dovrebbe prolungare l’accordo con Sergio Perez. Restano quindi nove sedili, dei quali alcuni già ampiamente prenotati, mentre altri sono ancora oggetto di trattative molto aperte.

Il tormentone che ha tenuto banco nel weekend di Monza (e non potrebbe essere altrimenti) è ovviamente il sedile ferrarista, ma ormai tutte le indicazioni vanno nella direzione di Charles Leclerc. Resta invece un mistero il futuro di Raikkonen: Iceman vorrà continuare? La McLaren ha chiuso i giochi annunciando Norris, quindi le chance di Kimi, qualora avesse ancora voglia di restare nel Circus, sono Haas (ma le ultime indicazioni danno per possibile la riconferma di Grosjean al fianco di Magnussen) o eventualmente Sauber, ma sembra più una boutade che una possibilità concreta.

Al momento le uniche certezze sul fronte di chi lascerà la Formula 1 e chi, invece, è pronto all’esordio è la staffetta Alonso-Norris. Secondo le ultime indicazioni arrivate nel weekend di Monza chi sembra avere già un piede fuori dal Circus è Brandon Hartley, le cui speranze di permanenza in Toro Rosso non sono ancora nulle, ma ridotte al lumicino.

La candidatura di Daniil Kvyat è sempre più forte, e al suo fianco è prevista la presenza di un pilota che non arriverà dal contesto degli ex del vivaio Red Bull.

In Sauber la situazione è ancora molto aperta. La proprietà della squadra dovrà decidere in merito alla possibile rconferma di Ericsson, che appare probabile. Nel caso in cui lo svedese non ricevesse l’okay, la squadra svizzera non ha che l’imbarazzo della scelta, tra Ocon e Vandoorne. Sulla seconda monoposto tutto fa pensare che dovrebbe esserci Antonio Giovinazzi, dando un seguito al programma dei piloti junior della Ferrari iniziato nel 2018 con Leclerc.

Resta infine il rebus Williams. Le ultime indicazioni danno come molto avanzata una trattativa con Artem Markelov. Il ventitreenne pilota russo non ha nascosto di vedere questa opportunità come ultima chance per approdare in Formula 1, e conterebbe anche su un buon supporto economico che in questo momento è vitale per la squadra inglese.

Al suo fianco spera di essere confermato Sergey Sirotkin, che andrebbe così a completare un inedito tandem russo. Se una delle due trattative non andrà a buon fine è alla finestra George Russell, leader del campionato Formula 2, nonché pilota del vivaio Mercedes. Il ventenne britannico spera di poter essere titolare già nel 2019, in alternativa accetterebbe un ruolo di terzo pilota Mercedes spostando i suoi obiettivi al 2020.

Prossimo articolo Formula 1
Ferrari: ecco i numeri della supremazia di motore nella qualifica di Monza

Articolo precedente

Ferrari: ecco i numeri della supremazia di motore nella qualifica di Monza

Prossimo Articolo

Report Strategie: ecco come è crollato il piano Ferrari a Monza

Report Strategie: ecco come è crollato il piano Ferrari a Monza
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Location Autodromo Nazionale Monza
Autore Roberto Chinchero
Tipo di articolo Ultime notizie