Mercato F1: Bottas muove tutte le altre pedine

Se il finlandese punterà sull'Alfa Romeo, toccherà ad Albon prendere il posto di Russell in Williams, diversamente se Valtteri sceglierà la squadra di Grove, potrebbe essere l'anglo-thailandese ad approdare al Biscione. Calano le possibilità di vedere debuttare nei GP De Vries, mentre Giovinazzi dovrebbe meritare la conferma a Hinwil.

Mercato F1: Bottas muove tutte le altre pedine

La parte conclusiva del mercato piloti 2021 è bloccata da settimane in attesa che arrivi una decisione destinata ad innescare l’effetto domino che definirà la griglia di partenza del prossimo Mondiale.

La palla è nelle mani di Valtteri Bottas, che da tempo ha sulla scrivania le proposte arrivate da Williams e Alfa Romeo, entrambe con motivazioni (differenti tra loro) per essere accettate.

Non è una decisione semplice, quella che deve prendere Bottas, ma ormai i tempi stringono e tutto dovrà essere definito entro il weekend del Gran Premio d’Italia, indicato come ‘deadline’ da più fonti.

Gli scenari, come detto, sono due. Se Bottas accetterà l’offerta Williams è molto probabile che Alfa Romeo punti su Alexander Albon, tornato prepotentemente sul mercato dopo le pressioni (arrivate da Red Bull ‘casa madre’) per avere al via un pilota thailandese, visto che un’importante quota dell’azienda è nelle mani del figlio del socio fondatore, il thailandese Chalerm Yoovidhya.

Non avendo possibilità di poter offrire ad Albon un sedile in Red Bull e AlphaTauri, Helmut Marko e Christian Horner stanno valutando le uniche due alternative, ovvero Williams e Alfa Romeo, considerando anche la possibilità di abbinare alla candidatura di Albon un contributo di sponsorizzazione garantito dalla stessa Red Bull.

Qualora Bottas dovesse invece prendere la direzione Alfa Romeo, Albon punterebbe sulla Williams, con ottime possibilità di ottenere il posto che a fine stagione lascerà libero George Russell.

La candidatura di Albon riduce molto le chance di vedere al via del prossimo Mondiale Nyck De Vries, fresco vincitore del campionato Formula E con la Mercedes.

Con Nicolas Latifi in grado di mantenere l’attuale sedile se garantirà il contributo economico previsto dal contratto, per De Vries l’unica possibilità per poter esordire in Formula 1 nel 2022 resta l'Alfa Romeo, ma sembra essere più una chance teorica che reale.

De Vries è infatti legato a Mercedes, e per Alfa Romeo l’ipotesi di privarsi di Antonio Giovinazzi per destinare il sedile ad un pilota legato ad una Casa concorrente (anche sul mercato delle vetture di serie) non sembra avere i presupposti per potersi concretizzare.

Nel caso di Giovinazzi non c’è ancora il sospirato ‘nero su bianco’ a certificare la sua partecipazione al prossimo Mondiale, ma tutti i segnali indicano la strada della conferma, sostenuta anche dal marchio Alfa Romeo.

Nella sede di Hinwil si è valutata anche la candidatura di Theo Pourchaire, diciottenne pilota francese (incluso nel programma Sauber Junior) che sta disputando la sua prima stagione in Formula 2.

Pourchaire gode di grande stima da parte del team principal Frederic Vasseur, ma non dovrebbe bruciare le tappe, e probabilmente nel 2022 disputerà una seconda stagione nella categoria cadetta.

In questo scenario non sembrano esserci margini di manovra per l’attuale leader del campionato Formula 2, Guanyu Zhou, che punta ad esordire in Formula 1 la prossima stagione forte anche di una cospicua dote di sponsor interessati a supportarlo.

La presenza di un pilota cinese al via del Mondiale ingolosisce molto anche Liberty Media, che potrebbe contare su un serbatoio di pubblico molto importante, ma al momento le porte per Zhou (legato al programma junior Alpine) sembrano essere tutte chiuse.

condivisioni
commenti
Sensore Mercedes: il plenum pesca aria più fredda?
Articolo precedente

Sensore Mercedes: il plenum pesca aria più fredda?

Prossimo Articolo

Costa: "Dallara Stradale EXP, nata per i piloti"

Costa: "Dallara Stradale EXP, nata per i piloti"
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021