Formula 1
02 lug
-
05 lug
Evento concluso
09 lug
-
12 lug
Prove Libere 1 in
1 giorno
G
GP 70° Anniversario
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
28 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
114 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
128 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
141 giorni

McLaren: Sainz e Norris si tagliano l'ingaggio

condivisioni
commenti
McLaren: Sainz e Norris si tagliano l'ingaggio
Di:
2 apr 2020, 09:01

Carlos Sainz e Lando Norris hanno deciso di adottare un taglio volontario del loro ingaggio nell'ambito di una serie di misure di riduzione dei costi messe in atto della McLaren per rispondere alla crisi del Coronavirus.

Con le prime otto gare della stagione di Formula 1 rimandate o annullate, le squadre affrontano crescenti pressioni finanziarie causate dall'impossibilità a scendere in pista.

Un aiuto è arrivato dalla F1, che ha imposto una chiusura anticipata delle fabbriche, oltre a far slittare di un anno il regolamento 2021, ma questo non è ancora sufficiente.

Con tutte le aziende che stanno facendo il possibile per ridurre le spese, la McLaren è stata la prima squadra ad aver adottato una serie di misure per tenere sotto controllo i costi.

Sainz e Norris hanno accettato una riduzione di ingaggio, mentre un certo numero di dipendenti è stato licenziato come misura temporanea. Inoltre, anche tutti gli altri membri del personale, incluso il CEO Zak Brown ed il management, stanno subendo delle riduzioni salariali.

Leggi anche:

Un portavoce della McLaren ha dichiarato: "Il McLaren Group sta licenziando temporaneamente un certo numero di dipendenti nell'ambito di misure più ampie di riduzione dei costi, a causa dell'impatto della pandemia di COVID-19".

"Queste misure si concentrano sulla protezione dei posti di lavoro a breve termine, per garantire che i nostri dipendenti tornino al lavoro a tempo pieno man mano che l'economia si riprenderà".

Il governo britannico consente alle aziende di licenziare il personale, pagandogli l'80% dei loro salari fino ad un massimo di 2.500 sterline al mese, se le loro posizioni restano aperte.

La F1 spera ancora di riuscire a disputare una stagione di 15-18 gare entro la fine dell'anno, anche se al momento non è ancora ipotizzabile quando terminerà la crisi mondiale del Coronavirus.

Per questo è stata vagliata anche l'ipotesi di dare vita ad una "superseason", con le ultime gare del 2020 che si potrebbero disputare a gennaio dell'anno prossimo.

Su questo punto c'è già stata un'apertura da parte del team principal Ferrari, Mattia Binotto: "Se questo ci consente di avere un campionato 2020 più completo, con la stagione successiva che non inizierà fino a marzo, c'è grande disponibilità".

Prossimo Articolo
Alonso - Briatore e l'inizio di una storia vincente

Articolo precedente

Alonso - Briatore e l'inizio di una storia vincente

Prossimo Articolo

Leclerc ed Albon si uniscono alla F1 Esport

Leclerc ed Albon si uniscono alla F1 Esport
Carica commenti