McLaren non nasconderà le informazioni a Sainz nel 2020

La McLaren non ha alcuna preoccupazione a permettere a Carlos Sainz di vedere tutte le sue informazioni nel 2020, nonostante il suo passaggio già annunciato alla Ferrari per il prossimo anno.

McLaren non nasconderà le informazioni a Sainz nel 2020

Sainz lascerà la McLaren alla fine della stagione e si unirà alla Ferrari dopo essere stato confermato come sostituto del quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel, che concluderà la sua avventura con il Cavallino a fine anno.

Lo spagnolo, dunque, deve ancora completare una stagione completa con la McLaren, quella che inizierà il 5 luglio in Austria dopo il lungo stop imposto dalla pandemia del COVID-19.

I piloti che cambiano squadra a fine stagione, spesso si trovano ad essere eliminati dalle riunioni ed avere alcune informazioni nascoste per evitare un trasferimento di informazioni ad un team rivale.

Ma con le vetture del 2020 che saranno portate in pista anche nel 2021, come parte delle misure approntate dalla Formula 1 come risposta alla pandemia, il CEO della McLaren, Zak Brown, ha spiegato che non ci sarà bisogno di essere così riservati con Sainz.

"Correremo insieme nel 2020 e vogliamo avere più successo possibile" ha detto Brown nel vodcast di Sky Sports F1.

"Lui è un professionista e noi siamo professionisti. Penso che se si inizia a trattenere le informazioni, allora non potremo avere un 2020 di successo insieme. Dobbiamo concentrarci su questa stagione e penso che trattenere informazioni non sarebbe produttivo".

Leggi anche:

"La nostra vettura 2021 sarà come quella del 2020. Forse, se quella del 2021 sarebbe stata nuova di zezza, allora sarebbe stato scomodo condividere informazioni. Ma effettivamente sarà la stessa di quest'anno, quindi non sono preoccupato per l'integrità di Carlos. Saremo un libro aperto per lui".

Sainz andrà ad affiancare Charles Leclerc alla Ferrari il prossimo anno, ponendo fine ad una collaborazione armoniosa e di successo con l'attuale compagno Lando Norris.

"Fortunatamente abbiamo un ottimo rapporto con Carlos" ha detto Brown.

"Siamo stati molto trasparenti uno con l'altro durante l'inverno. E' un professionista, ha fatto un ottimo lavoro per noi, e siamo amici della sua famiglia".

"A differenza di altre partenze, e penso al box Ferrari con Vettel e Leclerc, dove potremmo vedere cose molto eccitanti quest'anno, noi abbiamo molta armonia in squadra. Penso che Carlos e Lando siano molto competitivi tra loro, ma hanno anche molto rispetto uno per l'altro".

"Sono abbastanza orgoglioso di come abbiamo gestito la situazione. Penso che siamo diventati una squadra per cui amano guidare. Mi piace pensare che abbiamo creato un ambiente nel box che fa in modo che ai piloti piaccia guidare per la McLaren".

condivisioni
commenti
Patrese: "Ferrari mi voleva al posto di Villeneuve nel '79"

Articolo precedente

Patrese: "Ferrari mi voleva al posto di Villeneuve nel '79"

Prossimo Articolo

F1: la Williams svelerà domani la nuova livrea 2020

F1: la Williams svelerà domani la nuova livrea 2020
Carica commenti
Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft" Prime

Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft"

In questo nuovo video, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano quanto visto nel venerdì di prove libere del GP di Francia. Tante sorprese e tante novità tecniche in un tracciato che "in teoria" sarebbe favorevole a Mercedes, eppure...

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo" Prime

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano le prove libere del venerdì del GP di Francia di Formula 1. Red Bull in testa con Verstappen, ma le Mercedes possono cambiare marcia in qualifica. Da tenere d'occhio il prosieguo di weekend dell'Alpine.

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo" Prime

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo"

Torna Debriefing F1, programma podcast di Motorsport.com con cui Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano le prove libere del GP di Francia al Paul Ricard. Buon ascolto!

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede" Prime

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede"

La Formula 1 arriva in Francia, sul tracciato del Paul Ricard. Franco Nugnes e Giorgio Piola, analizzano con la lente d'ingrandimento i primi e nuovi dettagli tecnici presenti sulle monoposto.

Formula 1
17 giu 2021
Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1 Prime

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1

Lo spagnolo ha parlato con Motorsport.com del suo ritorno in Formula 1, smentendo le critiche che lo hanno accompagnato negli ultimi appuntamenti e puntando con decisioni ad un futuro di successi grazie anche alla rivoluzione regolamentare.

Formula 1
17 giu 2021
Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door" Prime

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Mara Sangiorgio, giornalista e pit reporter per la Formula 1 di Sky Sport. Una grande passione per la scrittura che l'accompagna sin da quando era solo una bambina, la conduce alle porte degli studi giornalistici. Dall'Italia a New York, Mara muove i primi passi dentro il mondo dei suoi sogni. Mai avrebbe pensato di raccontare lo sport, fino a quando...

Formula 1
17 giu 2021
Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri” Prime

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri”

Torna l'appuntamento fisso della rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano dell'imminente Gran Premio di Francia di Formula 1, dove il medico andrà a monitorare una nuova serie di parametri non solo dei piloti

Formula 1
16 giu 2021
F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti Prime

F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti

Le monoposto di Formula 1 sono diventate troppo grosse e pesanti e questo si è visto non solo a Monaco, circuito ormai troppo stretto per le moderne monoposto, ma anche a Baku dove i problemi alla gomme sono derivati anche dagli enormi sforzi richiesti alle gomme.

Formula 1
15 giu 2021