McLaren: il primo pacchetto di novità arriva in Bahrain

condivisioni
commenti
McLaren: il primo pacchetto di novità arriva in Bahrain
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
30 mar 2018, 07:34

La squadra di Woking, soddisfatta del quinto posto colto da Alonso in Australia, dopo i problemi di affidabilità nei test invernali, inizia lo sviluppo della MCL33 a Sakhir, mentre a Barcellona arriverà un nuovo muso che deve essere omologato.

Fernando Alonso, McLaren, in his cockpit
Fernando Alonso, McLaren MCL33
Pit board per Fernando Alonso, McLaren MCL33
Fernando Alonso, McLaren MCL33
Fernando Alonso, McLaren MCL33, scintille
Fernando Alonso, McLaren

Alla McLaren gongolano per il quinto posto messo nel carniere da Fernando Alonso. Il piazzamento a ridosso dei top team è stato un vero toccasana per la squadra di Woking che aveva bisogno di un’importante iniezione di fiducia dopo i difficili test invernali con la MCL33.

I problemi di raffreddamento della power unit causati da un’aerodinamica del retrotreno troppo radicale pare che siano stati risolti a Melbourne (dopo aver di nuovo penato nella prima sessione di prove libere del venerdì), per cui i tecnici diretti da Tim Goss possono cominciare lo sviluppo della monoposto che era stato ritardato a causa dei ripetuti guai di affidabilità: si era passati dalla rottura degli scarichi, realizzati per la prima volta della McLaren, al surriscaldamento del motore Renault e dell’impianto ibrido.

Per il GP del Bahrain è previsto il debutto del primo pacchetto aerodinamico di sviluppo della MCL33: si tratta di quelle parti che avrebbero dovuto apparire già a Melbourne e che, invece, non sono arrivate finite in tempo per l’Australia, per cui tornano utili per il secondo appuntamento della stagione 2018.

A Woking sono perfettamente consapevoli che non possono cullarsi sugli allori per il risultato di Melbourne visto che le due Haas che erano davanti alla McLaren sono state costrette al ritiro per il rocambolesco stop dopo il pit stop quando per ben due volte non sono state serrate nel mondo corretto due ruote.

A far riflettere i tecnici di Woking devono essere gli oltre 20 secondi di distacco rimediati dalla Red Bull RB14 di Daniel Ricciardo, una monoposto che si trova a parità di motore con la MCL33 e la mancanza di velocità di punta sul rettilineo principale.

Modifiche più consistenti arriveranno solo dal GP di Spagna quando verrà utilizzato un nuovo muso che deve essere omologato con un nuovo crash test in programma a Cranfield. Con l'inizio della stagione europea la MCL33 dovrebbe cambiare volto...

 

Prossimo Articolo
Carica commenti