McLaren: flap modificati sull'ala anteriore per avere più carico

La McLaren prosegue lo sviluppo dell'ala anteriore: Peter Prodromou lavora sui flap aggiuntivi alla ricerca di downforce, ma vuole potenziare anche la capacità di generare dei vortici utili a generare carico aerodinamico nel retrotreno.

La McLaren insiste nello sviluppo della MP4-31 dopo che la squadra di Woking ha mostrato una crescita progressiva delle proprie prestazioni, dopo un abbio di stagione molto in sordina. Peter Prodromou non ha mai smesso di evolvere l'ala anteriore nel tentativo di aumentare il carico aerodinamico della monoposto che rimane uno dei punti deboli della vettura insieme alla mancanza di potenza del motore Honda.

In Ungheria è stata ripresa una soluzione d'ala anteriore che è figlia di quella bocciata in Spagna, ma poi ripresa a Silverstone: l'obiettivo è di generare un vortice (chiamato Y250) che condizioni l'andamento dei flussi intorno alle pance e verso il retrotreno grazie ai quali sia posibile incrementare la downforce senza penalizzare l'efficienza aerodinamica, dal momento che la McLaren paga già molto nella mancanza di velocità massima.

L'attività degli aerodinamici si è concretizzata sui due flap, mentre il corpo del profilo principale non è stato toccato: nella parte più interna, infatti si osserva che il flap inferiore ha un soffiaggio più chiuso rispetto a Silverstone, mentre è maggiore lo slot di quello superiore che ha anche una maggiore superficie per aumentare il carico sull'anteriore.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Ungheria
Sub-evento Giorgio Piola technical analysis
Circuito Hungaroring
Piloti Jenson Button , Fernando Alonso
Team McLaren
Articolo di tipo Analisi