McLaren: chiare le due aree in cui deve migliorare nel 2021

La McLaren punta a migliorare le prestazioni nelle curve a bassa velocità e ad avere una vettura meno sensibile alle raffiche di vento con la sua monoposto di Formula 1 per il 2021.

McLaren: chiare le due aree in cui deve migliorare nel 2021

La squadra di Woking è cresciuta l'anno scorso grazie alla MCL35 ed ha grandi speranze per il 2021, visto che farà anche il passaggio dalla power unit Renault a quella Mercedes.

Ma al di là del cambio di power unit, la McLaren dice che l'obiettivo centrale dei suoi sforzi sarà quello di migliorare la monoposto in due aree chiave.

Il direttore tecnico James Key ha spiegato che la vettura 2020 rendeva al meglio nelle curve ad alta velocità e quando le condizioni meteorologiche non erano troppo instabili.

"Penso che i nostri punti di forza siano state le curve ad alta velocità", ha spiegato, parlando di quali siano state le debolezze affrontate in vista di quest'anno. "Certamente, dall'inizio della stagione, siamo stati molto competitivi nelle curve a media e ad alta velocità".

"La velocità in rettilineo è stata un altro nostro punto di forza, che ci ha avvantaggiato su alcune piste, come in Austria per esempio".

"Penso che in termini di punti deboli, abbiamo ancora bisogno di migliorare nelle curve a bassa velocità. Non siamo deboli come lo eravamo nel 2019, quando era il nostro focus principale. Ma in alcune condizioni la macchina non si comporta ancora come vorremmo, e questo è legato anche ad alcune condizioni atmosferiche o di aderenza. E' una cosa che possiamo vedere nei dati".

Leggi anche:

"Abbiamo bisogno di capire meglio, ma non è una di quelle cose che si risolvono da un giorno all'altro. Questo è ciò a cui stiamo mirando. Penso che se riusciamo ad appianare alcune di queste cose, avremo una vettura più costante da una gara all'altra".

Carlos Sainz e Lando Norris hanno sofferto le raffiche di vento lo scorso anno, con la MCL35 che sembrava patire in particolare quando questo cambiava direzione.

Questo è un problema che non è facile da risolvere attraverso la simulazione, Key però sembra convinto che la McLaren abbia capito come approcciare la cosa per migliorare la situazione con la MCL35M del 2021.

"E' stato un po' un problema per noi", ha spiegato. "Ma è solo una caratteristica della vettura che abbiamo bisogno di migliorare. Per questo tipo di cose, però, non esiste una pallottola d'argento, bisogna solo lavorarci sopra".

"Ma è innegabile che siamo un po' più influenzati rispetto ad altri, sia positivamente che negativamente, a seconda della direzione del vento. Ogni vettura, naturalmente soffre di questo. Ma forse a volto, quando era nella direzione sbagliata o influenzava qualche curva in particolare, ha avuto un effetto peggiore su di noi".

condivisioni
commenti
Ferrari: Alesi sulla SF71H, 30 anni dopo il debutto di Jean!

Articolo precedente

Ferrari: Alesi sulla SF71H, 30 anni dopo il debutto di Jean!

Prossimo Articolo

Il fattore chiave che è costato alla Williams il titolo '91

Il fattore chiave che è costato alla Williams il titolo '91
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Team McLaren
Autore Jonathan Noble
Tsunoda: il super esordio in F1 è un'arma a doppio taglio Prime

Tsunoda: il super esordio in F1 è un'arma a doppio taglio

I primi punti all'esordio in F1, a Sakhir, poi ecco le prime difficoltà. Analizziamo motivi e perché del momento duro che sta attraversando il promettente giapponese dell'AlphaTauri dopo un avvio di stagione folgorante.

Chinchero racconta Max Verstappen - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Max Verstappen - It's a long way to the top

14esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Max Verstappen. Buon ascolto!

Formula 1
13 mag 2021
F1 Stories: il GP di Spagna 2021 Prime

F1 Stories: il GP di Spagna 2021

Andiamo a ripercorrere tutte le emozioni che ci ha offerto il Gran Premio di Spagna di Formula 1

Formula 1
13 mag 2021
Bottas: come finire in un... buco nero Prime

Bottas: come finire in un... buco nero

Il finlandese sta vivendo una stagione in Mercedes molto diversa da quelle precedenti: sa di non essere in lizza per un rinnovo del contratto (il suo posto è promesso a Russell), non deve puntare a traguardi troppo ambiziosi altrimenti toglie punti a Hamilton nel duello con Verstappen, ma non può nemmeno tirare i remi in barca perché rischia di essere sostituito. Eppure sarà l'uomo determinante per conquistat dell'ottavo titolo Costruttori.

Formula 1
12 mag 2021
Alonso, torero dalla spada spuntata Prime

Alonso, torero dalla spada spuntata

Fernando Alonso ha chiuso il GP di Spagna di Formula 1 in diciassettesima posizione, doppiato e ben lontano dalla zona punti. L'asturiano è apparso in difficoltà per tutto il fine settimana, dove è stato regolarmente "suonato" dal compagno di team Esteban Ocon. L'augurio è che, da Monaco in avanti, Alonso possa invertire la china

Formula 1
11 mag 2021
Podcast, Bobbi: "Verstappen e Red Bull, occasione sprecata" Prime

Podcast, Bobbi: "Verstappen e Red Bull, occasione sprecata"

Andiamo ad analizzare il Gran Premio di Spagna di Formula 1 vinto da Lewis Hamilton insieme a Marco Congiu e Matteo Bobbi. A deludere le aspettative su una pista che sulla carta si presentava a suo vantaggio è la Red Bull, che lascia Barcellona con il secondo posto di Verstappen

Formula 1
10 mag 2021
Minardi: "Verstappen ha dato tutto, manca la Red Bull" Prime

Minardi: "Verstappen ha dato tutto, manca la Red Bull"

In compagnia del Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, e dell'ex Team Principal di Formula 1, Gian Carlo Minardi, andiamo a dare i voti al Gran Premio di Spagna di F1.

Formula 1
10 mag 2021
GP Spagna: l'animazione grafica della gara Prime

GP Spagna: l'animazione grafica della gara

Andiamo a rivivere le emozioni del GP di Spagna di F1 in questa nostra animazione grafica, dove ripercorriamo l'andamento in classifica dei vari piloti

Formula 1
10 mag 2021