McLaren: chiare le due aree in cui deve migliorare nel 2021

La McLaren punta a migliorare le prestazioni nelle curve a bassa velocità e ad avere una vettura meno sensibile alle raffiche di vento con la sua monoposto di Formula 1 per il 2021.

McLaren: chiare le due aree in cui deve migliorare nel 2021

La squadra di Woking è cresciuta l'anno scorso grazie alla MCL35 ed ha grandi speranze per il 2021, visto che farà anche il passaggio dalla power unit Renault a quella Mercedes.

Ma al di là del cambio di power unit, la McLaren dice che l'obiettivo centrale dei suoi sforzi sarà quello di migliorare la monoposto in due aree chiave.

Il direttore tecnico James Key ha spiegato che la vettura 2020 rendeva al meglio nelle curve ad alta velocità e quando le condizioni meteorologiche non erano troppo instabili.

"Penso che i nostri punti di forza siano state le curve ad alta velocità", ha spiegato, parlando di quali siano state le debolezze affrontate in vista di quest'anno. "Certamente, dall'inizio della stagione, siamo stati molto competitivi nelle curve a media e ad alta velocità".

"La velocità in rettilineo è stata un altro nostro punto di forza, che ci ha avvantaggiato su alcune piste, come in Austria per esempio".

"Penso che in termini di punti deboli, abbiamo ancora bisogno di migliorare nelle curve a bassa velocità. Non siamo deboli come lo eravamo nel 2019, quando era il nostro focus principale. Ma in alcune condizioni la macchina non si comporta ancora come vorremmo, e questo è legato anche ad alcune condizioni atmosferiche o di aderenza. E' una cosa che possiamo vedere nei dati".

Leggi anche:

"Abbiamo bisogno di capire meglio, ma non è una di quelle cose che si risolvono da un giorno all'altro. Questo è ciò a cui stiamo mirando. Penso che se riusciamo ad appianare alcune di queste cose, avremo una vettura più costante da una gara all'altra".

Carlos Sainz e Lando Norris hanno sofferto le raffiche di vento lo scorso anno, con la MCL35 che sembrava patire in particolare quando questo cambiava direzione.

Questo è un problema che non è facile da risolvere attraverso la simulazione, Key però sembra convinto che la McLaren abbia capito come approcciare la cosa per migliorare la situazione con la MCL35M del 2021.

"E' stato un po' un problema per noi", ha spiegato. "Ma è solo una caratteristica della vettura che abbiamo bisogno di migliorare. Per questo tipo di cose, però, non esiste una pallottola d'argento, bisogna solo lavorarci sopra".

"Ma è innegabile che siamo un po' più influenzati rispetto ad altri, sia positivamente che negativamente, a seconda della direzione del vento. Ogni vettura, naturalmente soffre di questo. Ma forse a volto, quando era nella direzione sbagliata o influenzava qualche curva in particolare, ha avuto un effetto peggiore su di noi".

condivisioni
commenti
Ferrari: Alesi sulla SF71H, 30 anni dopo il debutto di Jean!

Articolo precedente

Ferrari: Alesi sulla SF71H, 30 anni dopo il debutto di Jean!

Prossimo Articolo

Il fattore chiave che è costato alla Williams il titolo '91

Il fattore chiave che è costato alla Williams il titolo '91
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021