McLaren, Brown: "Ci sarà un altro grande cambio di look della vettura"

condivisioni
commenti
McLaren, Brown: "Ci sarà un altro grande cambio di look della vettura"
Di:
Tradotto da: Giacomo Rauli
9 gen 2018, 10:46

Zak Brown, direttore esecutivo della McLaren, spiega che l'arrivo di Renault sarà un viatico per cambiare ancora la livrea, poi afferma: "Abbiamo 3 nuovi partner che annunceremo, speriamo di averne altri".

Fernando Alonso, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Fernando Alonso, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren, is attended to by mechanics in the pit lane
Fernando Alonso, United Autosports, Zak Brown
Lando Norris, Fernando Alonso, Zak Brown, United Autosports

Per la McLaren il 2017 avrebbe dovuto essere un anno di svolta. E in parte lo è stato, ma dal punto di vista meno significativo. Le prestazioni della MCL32 sono state ben al di sotto delle aspettative, ricalcando i risultati deludenti delle monoposto progenitrici. L'aspetto che invece ha dato un taglio netto con il recente passato è legato alla livrea, tornata molto più arancione, così com'era agli inizi del team di Woking.

La scelta è stata anche simbolica. Un modo per definire in maniera netta il termine dell'era Dennis e dare l'avvio a un progetto nuovo, che avrebbe dovuto riportare il team britannico ai fasti di fine anni 80 e 90.

Il 2018 sarà un altro anno ricco di cambiamenti per McLaren. Stando a quanto affermato da Zak Brown, direttore esecutivo della squadra inglese, l'addio a Honda e l'arrivo di Renault saranno viatici a un altro cambio importante per quanto riguarda il vestito di quella che, con tutta probabilità, si chiamerà MCL33.

"La monoposto non apparirà come quella dell'anno scorso", ha detto Brown a Motorsport.com. "Il nostro marchio, la visibilità della McLaren, sarà innalzata a un livello superiore e sarà molto eccitante".

"Sappiamo che aspetto avranno le monoposto di gran parte dei team, ma si spera che i tifosi possano notare un grande cambiamento nella McLaren sia fuori che dentro la pista, una volta iniziato il Mondiale in Australia".

A questo punto è lecito pensare che l'arancione possa subire l'ennesimo mutamento. Non tanto nella tonalità, quanto per lo spazio dedicato sulla carrozzeria della monoposto: "Ci sarà qualche cenno alla nostra storia, ma non abbiamo ancora definito la nostra livrea perché gran parte di essa dipenderà dallo sponsor".

"Stiamo definendo una nuova era, siamo tornati e avremo tante cose nuove come un nuovo garage. Una delle cose che la McLaren non ha fatto negli ultimi anni è essere una leader. Con il nuovo garage e le altre novità che arriveranno, assomiglieremo molto di più agli altri team".

"Con la nostra mancanza di competitività nelle ultime stagioni, ci siamo mescolati agli altri team. Dobbiamo tornare a essere una squadra invidiata dagli altri. Sento che siamo sulla buona strada".

"Nel corso del teampo ho sviluppato un piano che non richiede un title partner per il team. E' richiesto un partner principale, non un title partner. So che è questione semantica, ma bisogna proteggere il nome della McLaren".

Brown ha poi ammesso di aver già stretto accordi con 3 nuovi partner, che saranno annunciati a breve: "Abbiamo siglato tre nuovi accordi per ora che sicuramente annunceremo e speriamo di poterne annunciare molti altri. Non saremo a posto in questo senso già nel 2018, ci vuole tempo, ma sono davvero contento della direzione presa dal team, dei nostri piloti e di quello che siamo fuori dai circuiti come squadra, il nostro marketing e il nostri tifosi".

Prossimo Articolo
Le mitiche Ferrari di F.1: la 641 che ha respirato aria mondiale con Prost

Articolo precedente

Le mitiche Ferrari di F.1: la 641 che ha respirato aria mondiale con Prost

Prossimo Articolo

Sirotkin alla Williams la prossima settimana: ha anche un'opzione 2019!

Sirotkin alla Williams la prossima settimana: ha anche un'opzione 2019!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Team McLaren Acquista adesso
Autore Lawrence Barretto