McLaren, Brown ammette: "La macchina di quest'anno ha meno downforce di quella del 2017"

condivisioni
commenti
McLaren, Brown ammette:
Edd Straw
Di: Edd Straw
Tradotto da: Matteo Nugnes
05 lug 2018, 15:08

Il CEO della McLaren, Zak Brown, ha ammesso che la monoposto di questa stagione della squadra di Woking ha meno carico aerodinamico rispetto a quella dello scorso anno.

Zak Brown, McLaren Racing CEO
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Lando Norris, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Zak Brown, CEO McLaren Racing
Fernando Alonso, McLaren MCL33
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL33
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL33

Solo ieri, il team ha annunciato un rimpasto del suo management, che comprende le dimissioni del racing director Eric Boullier, dovute alla stagione deludente che sta vivendo la McLaren.

Dopo il Gp d'Austria della scorsa settimana, la McLaren è scesa al sesto posto nella classifica costruttori, ammettendo che le difficoltà sono dovute anche ad un deficit di downforce della MCL33.

"Non abbiamo lo stesso livello di carico aerodinamico rispetto all'anno scorso".

"Avevamo, il telaio migliore l'anno scorso? No, decisamente no".

"Avevamo un telaio migliore? Penso che con tutte le variabili che ci sono in ballo, sia difficile dire in modo definitivo se sia così o meno, ma sappiamo che abbiamo meno carica aerodinamico rispetto all'anno scorso".

Sebbene i cambiamenti, che includono anche la nomina di Gil de Ferrari nel ruolo di direttore sportivo, la promozione di Andrea Stella a responsabile delle prestazioni e la responsabilità tecnica delle vetture a Simon Roberts, abbiano effetto immediato, la squadra si attende di vedere il loro impatto a lungo termine.

Leggi anche:

Brown non ha parlato di date precise, ma ha detto che ci vorranno anni prima di rivedere una McLaren al vertice.

"Realisticamente, ci vorrà del tempo per sistemare le cose, quindi penso che siamo lontani degli anni".

"Non so se saranno due o dieci. Probabilmente una via di mezzo, ma non voglio entrare nel campo delle previsioni".

"Dobbiamo essere molto realisti ed onesti con noi stessi, con i nostri tifosi, ed ammettere che sarà un lungo viaggio. Tutti debbono saperlo".

Brown ha anche lasciato la porta aperta ad ulteriore cambiamenti se saranno necessari per riportare al vertice la McLaren.

"Ieri era solo l'inizio del viaggio, non abbiamo finito" ha detto Brown.

"Alla fine, stiamo lavorando per sviluppare una squadra migliore ed una vettura più veloce, quindi non guarderei a ciò che abbiamo annunciato come ad un prodotto finito. Questo è il punto di partenza".

Brown non ha fissato un obiettivo per il resto della stagione, pur insistendo che la squadra non ha ancora rinunciato all'idea di portarsi a casa il quarto posto nel Mondiale Costruttori.

"Siamo in una bella battaglia per il quarto, quinto, sesto e settimo posto, con tutte le squadre molto vicine" ha detto Brown.

"Non voglio fare previsioni, perché questo ci ha messo nei guai in passato, quindi non voglio ripetete gli stessi errori".

"Quello che mi piacerebbe fare e quello che faremo è lottare come dei matti per provare a finire quarti nel Mondiale".

Prossimo Articolo
Ferrari: il fondo piatto della SF71H adesso ha tre "rotaie" nel bordo d'entrata

Articolo precedente

Ferrari: il fondo piatto della SF71H adesso ha tre "rotaie" nel bordo d'entrata

Prossimo Articolo

Verstappen: "Il titolo? La RB14 non è buona abbastanza per combattere con Ferrari e Mercedes in ogni GP"

Verstappen: "Il titolo? La RB14 non è buona abbastanza per combattere con Ferrari e Mercedes in ogni GP"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team McLaren Acquista adesso
Autore Edd Straw