Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie

Mazepin ha provato una Ferrari 296 a Balaton, ora punta al GT3

Revocate le sanzioni dal tribunale dell'Unione Europea contro gli atleti russi, l'ex-pilota della Haas si è recato a Balaton Park per provare una vettura GT3 del Cavallino Rampante.

Nikita Mazepin, Ferrari 296 GT3 al Balton Park, Hungary

L'ex pilota di Formula 1 Nikita Mazepin ha completato un test su una Ferrari 296 GT3 in Ungheria dopo la revoca delle sanzioni imposte contro di lui dall'Unione Europea all'inizio dell'anno.

Con una sentenza del Tribunale dell'UE del 20 marzo, il russo è stato rimosso dall'elenco delle persone sanzionate in seguito all'invasione dell'Ucraina da parte della Russia.

L'UE ha ritenuto che non vi fossero legami evidenti tra il venticinquenne e suo padre Dmitry, anch'egli inserito nella lista, al di là dei loro ovvi legami familiari. Di conseguenza, ha concluso che non c'era motivo di continuare a sottoporlo a misure restrittive.

Dopo che il Consiglio dell'UE ha deciso di non appellarsi alla decisione del tribunale, la sentenza di annullamento delle sanzioni ha avuto pieno effetto il 30 maggio, consentendo a Mazepin di tornare nell'UE per la prima volta dopo anni.

Il pilota ha approfittato della decisione per recarsi al nuovo circuito di Balton Park, in Ungheria, per testare una Ferrari GT3 mentre continua a cercare altre opportunità nelle corse.

"Sono felice che l'UE abbia riconosciuto che gli atleti come me, che non hanno alcun rapporto con la politica, non debbano essere sottoposti a sanzioni", ha dichiarato.

"Spero che tutti gli atleti a cui attualmente viene impedito di partecipare a competizioni internazionali a causa della geopolitica possano tornare a occupare il posto che spetta loro nella comunità sportiva".

Nikita Mazepin, Ferrari 296 GT3 at Balton Park, Hungary

Nikita Mazepin, Ferrari 296 GT3 at Balton Park, Hungary

Photo by: Nikita Mazepin

Mazepin ha perso il posto in F1 al termine della sola stagione con la Haas nel 2021, dopo che il team americano ha rescisso il contratto in seguito all'attacco della Russia alla vicina Ucraina all'inizio del 2022.

Inoltre, ha posto fine all'accordo di sponsorizzazione con Uralkali, un'azienda russa di fertilizzanti gestita dal padre di Mazepin, Dmitry.

Haas e Uralkali sono poi finiti in tribunale: quest'ultima ha chiesto un rimborso di 13 milioni di dollari dopo aver sostenuto che il suo contratto era stato violato.

Solo il mese scorso un tribunale arbitrale svizzero ha emesso una sentenza per questo lungo caso, consentendo alla Haas di trattenere una parte della quota di sponsorizzazione che copriva il loro accordo fino alla sua cessazione, avvenuta il 4 marzo 2022, e chiedendole di rimborsare l'importo rimanente.

Secondo quanto risulta a Motorsport.com, la Haas deve restituire una somma di circa 9 milioni di dollari sui 13 milioni che l'Uralkali aveva versato in anticipo per il secondo anno del contratto nel 2022. Inoltre, l'azienda deve pagare a Nikita Mazepin l'intero stipendio per la stessa stagione, oltre alle spese legali.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Williams: a Silverstone una livrea dedicata ai membri del team
Prossimo Articolo F1 | Haas festeggia: doppia top 10 con Hulkenberg protagonista

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia