Masi spiega le reprimende per le T-Shirt sull'inno

Il direttore di gara Michael Masi ha chiarito perché quattro piloti hanno ricevuto delle reprimende per aver indossato delle T-shirt durante la cerimonia dell'inno nazionale prima del GP d'Ungheria.

Masi spiega le reprimende per le T-Shirt sull'inno

Sebastian Vettel, Carlos Sainz, Lance Stroll e Valtteri Bottas sono stati tutti chiamati a vedere i commissari dopo la gara, e tutti hanno ricevuto la stessa pena.

Una reprimenda che ha un certo significato, perché se un pilota riceve due ulteriori richiami di guida in questa stagione, dovrà scontare una penalità sulla griglia.

I piloti dovrebbero indossare le magliette solo per la prima parte delle cerimonie della griglia, e toglierle prima dell'inno nazionale. Tutti hanno sostenuto che nelle condizioni affollate e piovose prima della partenza hanno dimenticato di toglierle.

La decisione di penalizzare i piloti per l'esposizione di messaggi ha suscitato scalpore sui social media, ma Masi è categorico sul fatto che tutti conoscono le regole dall'inizio della stagione 2021.

"All'inizio di quest'anno abbiamo chiarito", ha detto. "E a seguito di una discussione interna con la FIA e la F1, abbiamo detto che volevamo continuare a dare a tutti i piloti la possibilità di avere il momento per mostrare effettivamente il loro supporto per We Race as One, ma poi l'inno nazionale di un particolare paese dovrebbe essere rispettato con i piloti che indossano tutti le loro tute da corsa".

"Così è stato chiarito che una volta che quel momento è terminato e i piloti hanno mostrato il loro messaggio, devono rimuovere la loro maglietta o qualsiasi altra cosa indossassero e andare all'inno nazionale nella loro uniforme da gara".

"Questo è il primo evento in cui è successo da allora, c'erano quattro o cinque piloti che hanno tenuto le loro magliette, non solo Sebastian (Vettel, ndr), tutti hanno ricevuto una reprimenda per non aver seguito le istruzioni del direttore di gara".

"È stato osservato da un certo numero di persone, tra cui il delegato dei media che era là fuori. Io stesso in televisione. Ho segnalato la cosa ai commissari, è stata una violazione ed è per questo che c'è stata una reprimenda per la prima infrazione".

Quando Motorsport.com gli ha domandato se una reprimenda che potrebbe contribuire a innescare una penalità sulla griglia sia una punizione troppo pesante, Masi ha detto: "Si guarda a tutte le sanzioni sulla base di ciò che sono. Le reprimende sono la pena più leggera oltre all'avvertimento, che in realtà non è una sanzione, è appunto un avvertimento".

"E' una reprimenda non di guida, quindi è necessario avere due richiami di guida e uno non di guida per arrivare ad una penalità in griglia. Ma come esempio, tre reprimende non di guida non hanno quell'impatto".

condivisioni
commenti
Horner: "Dopo il crash, Max aveva meno downforce di Schumacher"

Articolo precedente

Horner: "Dopo il crash, Max aveva meno downforce di Schumacher"

Prossimo Articolo

Squalifica Vettel: ecco perché Aston Martin crede nell'appello

Squalifica Vettel: ecco perché Aston Martin crede nell'appello
Carica commenti
Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi " Prime

Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi "

Andiamo ad analizzare le soluzioni tecniche che hanno esordito nel venerdì di Prove Libere del Gran Premio di Russia, commentandole in maniera dettagliata in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola

Bobbi: "Bottas più efficace di Lewis in frenata" Prime

Bobbi: "Bottas più efficace di Lewis in frenata"

Andiamo ad analizzare il venerdì di prove libere del Gran Premio di Russia di Formula 1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. In quella che è da sempre un feudo Mercedes, Valtteri Bottas brilla conquistando il miglior crono in entrambe le sessioni

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus Prime

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Nel 1991, mentre Michael Schumacher debuttava in F1 al volante di una Jordan competitiva, Hakkinen faceva il suo esordio alla guida di una Lotus ormai in declino. Mark Gallagher ricorda come il finlandese riuscì ugualmente ad impressionare il paddock.

Formula 1
22 set 2021
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

Formula 1
22 set 2021
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021