Masi: "Hamilton? Punti di penalità tolti perché inappropriati"

Il direttore di gara Michael Masi ha spiegato i motivi per cui i commissari del Gran Premio di Russia hanno deciso che la penalità in punti sulla licenza inizialmente assegnata a Lewis Hamilton fosse "inappropriata".

Masi: "Hamilton? Punti di penalità tolti perché inappropriati"

Hamilton ha ricevuto due penalità di cinque secondi per avere fatto due prove di partenza al di fuori della zona designata oltre all'uscita dei box, ed entrambe erano valse anche un punto sulla licenza.

Questo aveva fatto arrivare il pilota della Mercedes ad una somma di 10 punti negli ultimi 12 mesi, quindi prendendone altri due prima del GP di Turchia sarebbe scattata automaticamente una gara di squalifica.

Tuttavia, dopo la gara i commissari hanno parlato con Hamilton ed il team Mercedes e, con una mossa insolita, hanno cambiato il loro verdetto.

Hanno tolto i punti di penalità ad Hamilton, infliggendo invece una multa di 25.000 euro al team, sulla base del fatto che al pilota era stato detto che avrebbe potuto fare le prove di partenza in quel punto.

"Dopo la gara, i commissari sportivi hanno sentito il team e il pilota della vettura 44" ha detto Masi.

"Così Lewis e la Mercedes hanno parlato con i commissari, spiegando che al pilota era stata data un'istruzione su dove poteva effettuare le prove di partenza".

"E su questa base, i commissari hanno deciso di annullare i punti di penalità su entrambe le decisioni, perchè a quel punto li ritenevano inopportuni. E, di conseguenza, hanno inflitto alla squadra una multa di 25.000 euro per quell'istruzione".

Leggi anche:

"E in effetti, è vero che era lui a guidare la macchina, ma le istruzioni ricevute dalla squadra sono state un fattore, quindi hanno ritenuto opportuno rivedere la decisione di conseguenza".

Masi ha detto che ai piloti era stato spiegato chiaramente dove si trovava la zona relativa alle prove di partenza.

"La zona delle prove di partenza è ovviamente molto specifica e dettagliata nelle note dell'evento. Così come in ogni altro evento, Lewis e tutti gli altri piloti, sapevano quale fosse il luogo per le prove di partenza, secondo le istruzioni del direttore di gara".

"Il motivo per cui determiniamo il luogo delle prove di partenza è per la sicurezza di tutti i piloti, in maniera che tutti siano consapevoli di ciò che sta effettivamente accadendo".

"Probabilmente c'è stata una comunicazione errata tra il team ed il pilota della vettura #44, perché Bottas e tutti gli altri piloti hanno esato l'esatta posizione, subito a destra dopo la linea di uscita dai box.

Anche se i punti di penalità sono stati annullati, Masi ha sottolineato che comunque si è trattato di un'infrazione che ha fatto guadagnare un vantaggio ad Hamilton.

"Penso che si debba dare un'occhiata a tutto e, secondo i commissari, eseguire la prova di partenza in quell'area era un vantaggio sportivo. Dunque, pensavano che una penalità sportiva fosse appropriata".

"Lo spettro è ampio e i commissari sportivi hanno ovviamente la possibilità di applicare tutte le sanzioni previste dal regolamento sportivo e dal codice sportivo internazionale".

"Ecco perché abbiamo i commissari sportivi e spetta a loro determinare ciò che è più appropriato a seconda delle circostanze".

"C'è stata una violazione di due elementi del regolamento che sono stati evidenziati, uno dei quali è l'articolo all'interno delle note del direttore di gara".

"Il secondo è l'articolo 36.1 del regolamento sportivo, che stabilisce che si deve mantenere una velocità costante lungo la corsia di uscita di uscita dai box, che definisce come tale il tratto tra il semaforo dei box e la linea della safety car".

condivisioni
commenti

Video correlati

Mercedes: l’incertezza su Wolff si ripercuote sul team?

Articolo precedente

Mercedes: l’incertezza su Wolff si ripercuote sul team?

Prossimo Articolo

Report F1, Ferrari: è iniziata a Sochi la cura della SF1000

Report F1, Ferrari: è iniziata a Sochi la cura della SF1000
Carica commenti
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021