Masi: "Bottas-Ricciardo? Decidono i commissari. Io non posso"

Michael Masi, direttore di gara di F1, ha spiegato come sia stato valutato il contatto al via del GP del Messico che ha avuto come protagonisti Daniel Ricciardo e Valtteri Bottas.

Masi: "Bottas-Ricciardo? Decidono i commissari. Io non posso"

Uno degli episodi che ha fatto più discutere riguardo il Gran Premio del Messico, andato in scena lo scorso fine settimana all'Hermanos Rodriguez di Città del Messico, è sicuramente quello legato al contatto alla prima curva che ha avuto come protagonisti Valtteri Bottas e Daniel Ricciardo.

Il finnico della Mercedes, partito dalla pole position, ha cercato di difendere la prima posizione - in maniera difficilmente comprensibile - dal compagno di squadra Lewis Hamilton, spalancando la traiettoria esterna, quella più gommata, a Max Verstappen. Da lì è nato il momento chiave della gara che ha consentito all'olandese di portare a casa la nona vittoria della stagione.

Pochi istanti dopo, però, Bottas ha affrontato la prima curva in terza posizione, quando, da dietro, è arrivato Daniel Ricciardo che lo ha speronato, mandandolo in testacoda. Il pilota della McLaren, dopo una buona partenza, si è trovato dalla parte sporca del rettilineo, quella a destra. A quel punto, frenando, non aveva lo stesso grip dei piloti che invece hanno scelto il lato giusto per affrontare a prima curva, finendo per centrare la ruota posteriore destra della Mercedes W12 numero 77.

Michael Masi, direttore di gara della F1, ha portato all'attenzione dei commissari quanto accaduto tra il finlandese e l'australiano, ma Ricciardo non solo non ha ricevuto sanzioni, ma non è stato nemmeno messo sotto investigazione.

 

Al termine del gran premio, Masi ha spiegato l'accaduto e ha spiegato come si sia svolto il processo di valutazione del contatto tra Bottas e Ricciardo che, di fatto, ha rovinato la gara di entrambi.

"Non ho guardato l'incidente tra Ricciardo e Bottas perché ero concentrato sull'avvio della gara. Ma ho chiesto ai commissari di gara di dare uno sguardo veloce all'accaduto e loro hanno deciso che non fosse necessario investigare sull'accaduto. Non ho avuto l'opportunità di parlare con loro del perché non siano stati presi provvedimenti e di analizzare nel dettaglio la vicenda".

"I commissari hanno solo dato un'occhiata veloce per vedere se valesse la pena indagare o meno e la loro opinione è stata quella che non ci fosse bisogno di indagare. Io non posso costringerli a fare nulla. Posso chiedere loro di dare un'occhiata, cosa che hanno fatto ed è quello che faccio la maggior parte delle volte. Io non posso istruirli".

Al Gran Premio di Turchia abbiamo assistito a un contatto nel primo giro tra Fernando Alonso e Mick Schumacher. Questo ha avuto valutazioni differenti rispetto a quanto visto ieri. Secondo Masi, però, tutto ciò è normale perché le condizioni dei due episodi sono state differenti.

"Non credo sia una mancanza di coerenza dei commissari, perché bisogna trattare ogni cosa nel suo merito. Bisogna guardare ogni incidente e vedere come va. per cominciare, nel contatto tra Alonso e Schumacher è avvenuto su pista bagnata, questa era asciutta e la configurazione delle curve era differente. Ci sono un sacco di differenze. Però, come ho detto, non ho guardato l'incidente nel dettaglio. Ho dato solo un'occhiata sommaria, e questo e tutto".

condivisioni
commenti
Pagelle F1 | Minardi: "Giovinazzi abbandonato dall'Alfa"
Articolo precedente

Pagelle F1 | Minardi: "Giovinazzi abbandonato dall'Alfa"

Prossimo Articolo

Alfa Romeo: c'è una strategia che colpisce sempre Giovinazzi

Alfa Romeo: c'è una strategia che colpisce sempre Giovinazzi
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021