Formula 1
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
43 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
50 giorni
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
64 giorni
G
GP della Cina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
78 giorni
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
92 giorni
07 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
99 giorni
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
113 giorni
G
GP d'Azerbaijan
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
127 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
Prossimo evento tra
134 giorni
G
GP di Francia
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
148 giorni
02 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
155 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
169 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
183 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
211 giorni
03 set
-
06 set
Prossimo evento tra
218 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
Prossimo evento tra
232 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
239 giorni
G
GP del Giappone
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
253 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
267 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
274 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
288 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
302 giorni

Marko promuove Gasly: il francese ha corso con il sedile non fissato

condivisioni
commenti
Marko promuove Gasly: il francese ha corso con il sedile non fissato
Di:
2 ott 2017, 07:38

Pierre Gasly al debutto sulla Toro Rosso ha convinto gli uomini Red Bull: il francese non vede l'ora di approdare a Suzuka, una pista che conosce molto bene dove ha corso con la SuperFormula giapponese. Il ritorno di Kvyat non è scontato.

Max Verstappen, Red Bull Racing, Pierre Gasly, Scuderia Toro Rosso
Pierre Gasly, Scuderia Toro Rosso STR12
Pierre Gasly, Scuderia Toro Rosso STR12
Pierre Gasly, Scuderia Toro Rosso
Pierre Gasly, Scuderia Toro Rosso e Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso
Pierre Gasly, Scuderia Toro Rosso STR12 in lotta con Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Pierre Gasly, Scuderia Toro Rosso STR12

Pierre Gasly ha soddisfatto molto i vertici di Toro Rosso e Red Bull. L’esordio in Formula 1 nel weekend di Sepang è stato positivo, più di quanto dica la quattordicesima posizione finale.
“Abbiamo visto ottimi riscontri soprattutto nelle sessioni disputate sul bagnato – ha commentato Helmut Marko – e non ha sbagliato nulla per tutto il weekend. Decisamente un ottimo debutto”.

Ci sono due fronti aperti per Gasly, il 2018 e le restanti cinque gare del calendario 2017. In merito alla prossima stagione sembrano esserci pochi dubbi, il francese sarà titolare in Toro Rosso come anticipato da tempo.

Pierre potrebbe anche completare tutte le restanti cinque gare del Mondiale in corso, ma la decisione non è ancora stata presa. Per ora la sua presenza è confermata il prossimo weekend a Suzuka, poi saranno Marko, Christian Horner e Franz Tost a valutare il da farsi.

Gasly occupa al momento la seconda posizione nel campionato giapponese Super Formula, dove corre per il team Mugen, ovvero la squadra ufficiale Honda. L’ultima prova in calendario è concomitante con il weekend del Gran Premio di Austin, quindi la decisione relativa alla sua eventuale conferma in Formula 1 dovrà essere presa con la Honda.

L’impressione è che dipenderà molto da quanto il francese otterrà a Suzuka il prossimo weekend, perché in caso di ulteriori riscontri positivi difficilmente la Toro Rosso richiamerà Daniil Kvyat.

Il russo è decisamente contrariato per l’evoluzione del suo rapporto con Red Bull-Toro Rosso, ma non è ancora stato escluso dai piani 2017 e 2018.
“Non sono state prese decisioni”, ha confermato Marko, mantenendo ancora aperte tutte le opzioni. Linea confermata anche per il 2018, dove potrebbe esserci un’apertura (dieci anni dopo l’arrivo nel team di Sebastian Bourdais) ad un pilota che non sia parte del vivaio Red Bull.

Intanto la Toro Rosso guarda a Suzuka, pista sulla quale Gasly ha avuto modo di correre in questa stagione con la Dallara Super Formula.
“Non vedo l’ora di scendere in pista – ha confermato il francese – a Sepang è andata bene ma in gara ho sofferto un po’ a causa del sedile non perfetto. Si è mosso molto, e non è l’ideale per la schiena. Al fine gara avevo dei dolori notevoli, quindi ne proveremo uno nuovo in Giappone”.

 

 

Prossimo Articolo
Hamilton allarmato: "Ora siamo la terza forza dietro Ferrari e Red Bull!"

Articolo precedente

Hamilton allarmato: "Ora siamo la terza forza dietro Ferrari e Red Bull!"

Prossimo Articolo

Ferrari: è la doppia pelle del cambio che salva la trasmissione di Vettel?

Ferrari: è la doppia pelle del cambio che salva la trasmissione di Vettel?
Carica commenti