Formula 1
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
48 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
55 giorni
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
69 giorni
G
GP della Cina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
83 giorni
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
97 giorni
07 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
104 giorni
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
118 giorni
G
GP d'Azerbaijan
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
132 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
Prossimo evento tra
139 giorni
G
GP di Francia
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
153 giorni
02 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
160 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
174 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
188 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
216 giorni
03 set
-
06 set
Prossimo evento tra
223 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
Prossimo evento tra
237 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
244 giorni
G
GP del Giappone
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
258 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
272 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
279 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
293 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
307 giorni

Marko duro: "Hamilton avrebbe dovuto essere sanzionato, ma aveva il casco rosso..."

condivisioni
commenti
Marko duro: "Hamilton avrebbe dovuto essere sanzionato, ma aveva il casco rosso..."
Di:
Co-autore: Norman Fischer
27 mag 2019, 15:57

Helmut Marko, consigliere della Red Bull, ha accusato duramente i commissari del GP di Monaco per la sanzione inflitta a Max Verstappen.

Il pilota olandese della Red Bull è stato coinvolto in due incidenti durante la gara monegasca. Il primo si è verificato al pit stop, quando i primi sono rientrati in occasione dell'ingresso in pista della Safety Car. Il secondo negli ultimi giri della gara, quando Max ha provato a portare via la leadership ad Hamilton dopo un lungo assedio.

Al pit stop, la Red Bull ha fatto ripartire Verstappen con troppa fretta, facendolo immettere sulla pitlane proprio quando stava arrivando la Mercedes di Valtteri Bottas. Tra i due c'è stato quindi un contatto, con il finlandese che ha subito una foratura colpendo la barriera e Verstappen che si è dimenticato di cambiare la modalità di coppia del suo motore.

I commissari del GP di Monaco hanno quindi deciso di punire il talento olandese con cinque secondi di penalità per unsafe release, che sono stati aggiunti al suo tempo finale di gara, facendolo arrettrare dal secondo al quarto posto.

Ma Helmut Marko, consigliere della Red Bull Racing, non è d'accordo con l'interpretazione dei commissari ed ha criticato duramente il loro operato.

"E' molto amaro. Voglio dire, avevamo il muro davanti. Bottas era dietro e avrebbe potuto lasciare spazio, invece abbiamo ricevuto una penalità di cinque secondi. Poi Hamilton ha bloccato tutti, sapendo che Max sarebbe finito indietro. La cosa positiva è che la velocità di entrambi i piloti è stata ottima, anche se questo non ci aiuta molto" ha detto Marko alla televisione austriaca ORF.

 

Verstappen ha poi proseguito la sua gara rimanendo sempre bloccato dietro ad Hamilton, senza trovare lo spazio per sopravanzarlo. Quando ci ha provato, alla chicane del porto a due giri dalla fine, c'è stato un leggero contatto con Hamilton che ha tagliato nella via di fuga per evitare guai più grandi. Marko è stato ancora più duro con l'inglese.

"Non penso che i commissari siano grandi fan di Max, ma c'è stata un'occasione e ci ha provato. Il contatto è avvenuto dopo il tunnel e penso che Hamilton abbia chiuso verso sinistra. Se c'è una sanzione, dovrebbe essere per Hamilton. Ma non ci sarà perché oggi indossa un casco rosso" ha detto in riferimento al tributo del pilota della Mercedes a Niki Lauda.

"Max ci ha provato, ma era troppo tardi, perché avrebbe dovuto prendere una vantaggio di cinque secondi. Peccato, perché avremmo avuto la velocità per farlo, basta vedere i tempi di Gasly. Ma a Montecarlo è incredibilmente complicato superare".

Scorrimento
Lista

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara
1/8

Foto di: Hasan Bratic / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara
2/8

Foto di: Hasan Bratic / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara
3/8

Foto di: Hasan Bratic / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara
4/8

Foto di: Hasan Bratic / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara
5/8

Foto di: Hasan Bratic / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara
6/8

Foto di: Hasan Bratic / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara
7/8

Foto di: Hasan Bratic / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, fa un contatto con il leader Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, alla fine della gara
8/8

Foto di: Hasan Bratic / Motorsport Images

Prossimo Articolo
Alfa Romeo: ala posteriore con lo scavino e bocche dei radiatori più piccole

Articolo precedente

Alfa Romeo: ala posteriore con lo scavino e bocche dei radiatori più piccole

Prossimo Articolo

Motorsport Report F1: la dimenticanza di Verstappen apre al secondo posto di Vettel

Motorsport Report F1: la dimenticanza di Verstappen apre al secondo posto di Vettel
Carica commenti