Webber ha nascosto la frattura, verrà cacciato?

Webber ha nascosto la frattura, verrà cacciato?

L'australiano ha corso quattro Gp con una spalla rotta in bici. Si aprirà il mercato?

Che delusione! Mark Webber ha nascosto a tutti che si era fratturato una spalla alla vigilia del Gp del Giappone cadendo dalla mountain-bike. Il pilota australiano ha disputato gli ultimi quattro appuntamenti del mondiale senza essere al meglio della forma e si spiega, allora, l'evidente calo di prestazioni nella fase risolutiva del campionato. Webber, si diceva, non ha retto alla pressione di essere leader del mondiale piloti. Ora sappiamo che sono tutte storie: il morale gli deve essere sceso sotto i tacchi, essendo ben consapevole che non avrebbe potuto difendere la sua supremazia per un banale incidente in bicicletta. Dopo Singapore era andato a fare un giro con un amico, ha rivelato proprio Mark nel libro “Up front-2010. A season to remember” in uscita in Australia e questi all'improvviso gli è caduto davanti. Non ha potuto evitarlo ed è finito a terra riportando quella che viene definita la frattura dello sciatore alla spalla destra. Da quel momento Mark non è più stato lo stesso pilota brillante che abbiamo visto nel corso della stagione 2010, ma si è ben guardato di avvisare il team Red Bull dell'accaduto, temendo che la squadra potesse subito appoggiare Sebastian Vettel. L'australiano ha scelto il silenzio: ha stretto i denti e ha convissuto con il dolore. Gli unici informati dei fatti erano il fisioterapista Roger Cleary e il medico della Fia, Gary Harstein, dal momento che Webber doveva ricorrere a degli antidolorifici per coprire la distanza di un Gp con la spalla fratturata. Il destino di Webber si incrocia con quello della mountain-bike: nel novembre 2008, mentre si allenava in Tasmania, fu investito da un'automobile e si ruppe una gamba e proprio la spalla destra. Con un recupero lampo debuttò sulla Red Bull, ma successivamente ammise che nella prima parte della stagione il suo rendimento non era stato ottimale per i postumi di quel botto. Insomma è un atteggiamento non nuovo. E questo essere un po' Pinocchio guasta l'immagine di un pilota che merita solo una grande ammirazione per quello che ha saputo fare quest'anno. I bene informati sostengono che avrebbe saltato i test ad Abu Dhabi con le gomme Pirelli per sottoporsi ad un intervento chirurgico. A posteriori la Red Bull ha fatto bene a puntare sempre e, comunque, su Vettel campione del mondo. Se avesse seguito l'opinione comune, il titolo sarebbe finito a Maranello nelle mani di Fernando Alonso, essendo Mark solo a mezzo servizio. Conoscendo il mondo Red Bull la questione avrà pesanti riflessi sul futuro: anzi questo potrebbe diventare il detonatore per far esplodere un mercato-piloti che è pronto a deflagrare. Webber potrebbe rischiare il posto nonostante il contratto di rinnovo per il 2011. E potrebbe diventare una pedina molto ambita nel Circus. Oltre a Mark, sono molto chiacchierati i nomi di Massa (deludente in Ferrari) e Kubica (ha un contratto 2011 con la Renault che lascia la F.1 per cui se vuole è libero...). Potrebbe partire un tormentone di seggiolini. Il detonatore è stato attivato...
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie