Manor: Wehrlein conquista un punto che vale oro

Dopo un errore di piazzamento in griglia di partenza, Pascal Wehrlein ha regalato alla Manor Racing il primo punto iridato con un decimo posto conseguito con una bella rimonta dalle retrovie. La squadra di Banbury è in costante crescita.

Un punto. Che vale una stagione. Un salto in avanti importante che schioda la Manor Racing dall'ultima posizione nel mondiale Costruttori. Pascal Wehrlein è l'artefice di questo risultato che premia la piccola squadra di Banbury con un decimo posto che vale oro. A dire il vero il giovane pilota tedesco stava per rovinare tutto ancora prima che il Gp d'Austria avesse preso il via.

Felipe Massa non si è schierato al via per un problema all'ala anteriore che lo ha costretto a partire dalla pit lane con ua soluzione più vecchia. Wehrlein, che si era meritato la 12esima posizione in griglia dopo una qualifica favolosa, ha visto una casella vuota davanti a lui e si è mosso per andare ad occuparla per chiudere il buco, trovandosi dietro a Sebastian Vettel...

"Sapevo che Massa era fuori, anche se non avevo capito cosa fosse successo - spiega Wehrlein - ma quando davanti a me ho visto la Rossa di Sebastian ho capito che c'era qulacosa che non andava: ho fatto in tempo a mettere la retro per tornare alla mia posizione. Ho fatto in tempo a sistemarmi e innestare la prima che si sono accesi i semafori rossi. Ancora un mezzo secondo e avrei certamente preso una penalità".

Nessuno ha protestato, tutti hanno capito che si è trattato di un banale errore che poteva costare molto caro. E' curioso annotare che questi sono i primi punti della ex Marussia, dopo il nono posto di Jules Bianchi che era finito nono a Monaco nel 2014: la cabala segnala che anche in quel giorno il transalpino era stato penalizzato per un errore di schieramento.

Il giovane pupillo di Toto Wolff dato in prestito alla Manor è stato autore di una gara maiuscola: dopo la safety car causata da Sebastian Vettel, Pascal si è ritrovato ultmo a dodici secondi dal gruppo, visto che aveva appena fatto il pit stop...

"Ho spinto la MRT05, ma ho anche cercato di gestire le gomme perché non volevo fermarmi di nuovo. Alla fine ero in lotta con Bottas e Gutierrez. La squadra mi ha chiesto dii tenere a distanza Esteban, cosa che ho fatto, anche se Gutierrez avavea gomme più fresche in grado di andare 1"5 più veloce".

Wehrlein si stava rassegnando all'undicesimo posto...
"La squadra mi ha spinto a non rallentare prché eravamo a tiro del primo punto e hanno avuto ragione, perché quando ho passato la linea del traguardo, ho visto su un mega-schermo che il mio nome era al decimo posto. Così ho intuito che Perez doveva aver avuto qualche problema...".

E la conferma del punto è arrivata puntualmente poco dopo, scatenando una gran festa nel team di Banbury. Sulla MRT05 ha fatto il suo debutto una nuova sospensione anteriore dotata di un diverso terzo elemento utile, come sempre, a controllore il beccheggio, ma estremamente funzionale a stabilizzare l'altezza da terra dell'anteriore.

E Luca Furbato, capo progettista della Manor, ha in serbo altre novità per Silverstone: sulla pista di casa la piccola squada inglese cerca un'importante conferma...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Austria
Sub-evento Domenica, post-gara
Circuito Red Bull Ring
Piloti Pascal Wehrlein
Team Manor Racing
Articolo di tipo Ultime notizie