Maldonado rivela: "Mi aspettavo di andare alla Ferrari nel 2014"

L'ex pilota della Williams e della Lotus, Pastor Maldonado, ha detto di essere stato molto vicino a vestire i colori della Ferrari nel 2014 e che credeva veramente che la cosa sarebbe andata a buon fine.

Maldonado rivela: "Mi aspettavo di andare alla Ferrari nel 2014"

Maldonado ha vinto il Gran Premio di Spagna del 2012 con la Williams, alla sua 24esima gara in Formula 1, ma poi non è mai più riuscito a tornare sul podio prima di concludere la sua avventura alla fine del 2015.

La sua parentesi alla Williams è terminata in seguito ad un 2013 molto deludente, che ha avuto il suo momento peggiore quando Maldonado è arrivato a pensare che qualcuno avesse manomesso la sua vettura prima del Gran Premio degli Stati Uniti.

Nonostante avesse un accordo in essere con la squadra di Grove fino al 2015, il management del pilota venezuelano lo ha liberato dal contratto, permettendogli il passaggio alla Lotus, squadra con cui ha corso gli ultimi due anni della sua carriera in Formula 1.

Tuttavia, Maldonado ha rivelato di aver avuto dei colloqui con la Ferrari durante il 2013, coltivando la speranza di potersi unire al team di Maranello nel 2014, anche se alla fine gli è stato preferito Kimi Raikkonen.

"Ero l'unico, era il nuovo che avanzava in F1" ha detto Maldonado in un'intervista al podcast Beyond The Grid in F1.

"In quel momento ero come Max Verstappen. Come Robert Kubica ai suoi tempi. Ero l'uomo del momento. Le persone venivano da me ed erano felici di parlarmi".

"Ciò che non era chiaro era il rapporto con gli sponsor (la PDVSA, la società petrolifera venezuelana), ovviamente. C'è stato un grande conflitto di interessi con altri sponsor ed è quello di cui stavamo parlando. I miei sponsor erano aperti a non comparire sulla macchina pur di trovare una soluzione per la mia carriera".

"Ad un certo punto ci siamo avvicinati molto alla Ferrari e mi aspettavo che ci sarei arrivato in quel momento".

"Era il mio momento, era il momento di avere una seconda possibilità, di non dover lottare per provare a mostrare la mia abilità ogni singolo giorno, ma non è stato possibile".

Maldonado crede che la possibilità di unirsi alla Ferrari sia andata in fumo definitivamente per lui quando nel 2014 Stefano Domenicali si è dimesso dal ruolo di team principal e quando poi c'è stato anche l'addio del presidente Montezemolo.

"Non sono mai stato a Maranello, ma abbiamo avuto alcuni incontri in pista. Ho incontrato Domenicali alcune volte e pure Montezemolo".

Maldonado poi ha aggiunto di essere vicino alla famiglia Williams, ma che la terribile stagione 2013 ha impedito di proseguire insieme.

"Ci aspettavamo di avere la miglior monoposto della storia della Williams, invece abbiamo dovuto fare i conti con la peggiore".

Il suo passaggio alla Lotus è stato mal programmato comunque, visto che la squadra ha accusato l'ingresso della Formula 1 nell'era ibrida nel 2014.

La Renault, che forniva i motori alla Lotus, ha avuto grandi problemi di affidabilità e di prestazioni, mentre la Williams è tornata a lottare per il podio grazie alla power unit Mercedes.

Maldonado comunque ha detto di non avere rimpianti riguardo alla sua carriera in Formula 1, aggiungendo: "Non solo perché ho avuto la possibilità di correre in Formula 1, ma sono contento anche dei risultati che ho raggiunto nella mia carriera".

Tuttavia, quando gli è stato chiesto se avrebbe potuto ottenere di più, non ci ha girato intorno: "Molto di più".

"A volte vedo dei piloti di Formula 1 e mi dico che avrei potuto fare meglio di loro. Anche adesso. Ma forse non è più il mio momento".

Pastor Maldonado, Williams FW34

Pastor Maldonado, Williams FW34

Photo by: Sutton Images

condivisioni
commenti
Renault: ecco il flap superiore che è stato tagliato

Articolo precedente

Renault: ecco il flap superiore che è stato tagliato

Prossimo Articolo

Toro Rosso: ala scarica e motore Honda spinto

Toro Rosso: ala scarica e motore Honda spinto
Carica commenti
Condizionamenti F1: Wolff e Horner, attenti a quei due! Prime

Condizionamenti F1: Wolff e Horner, attenti a quei due!

Lewis Hamilton e Max Verstappen se le sono suonate in pista a Silverstone, mentre Toto Wolff e Christian Horner continuano a beccarsi a livello mediatico. I due team principal stanno alimentando la rivalità sportiva con comportamenti e dichiarazioni che andrebbero misurati. Quali saranno gli effetti in Ungheria di questi atteggiamenti aggressivi e utilitaristici?

F1 '96 e GP2: dove sono nati i videogames di Formula 1 Prime

F1 '96 e GP2: dove sono nati i videogames di Formula 1

Grand Prix 2 e Formula 1 '96 sono due giochi che hanno segnato un'era a cavallo della metà degli anni '90. Titoli di riferimento al momento dell'uscita, possono essere riconosciuti come veri e propri precursori del genere arcade e simulativo che ha aperto la strada ai videogames odierni

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari Prime

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari

Nonostante la giovane età Callum Ilott ha vissuto numerose esperienze nel motorsport. Dopo essere stato scaricato da Helmut Marko, l'inglese ha trovato una seconda opportunità con la Ferrari e adesso punta con decisione ad un ruolo da titolare in F1 nel 2022.

Formula 1
26 lug 2021
F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring Prime

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring

Piquet, Senna, Schumacher, Vettel... questi sono solo quattro dei tanti nomi che hanno contribuito a fare la storia del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1. Riviviamo insieme alcuni degli episodi più significativi della gara ungherese.

Formula 1
26 lug 2021
Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita Prime

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

A Silverstone la Scuderia ha sfiorato una clamorosa vittoria con Charles Leclerc. La SF21 è molto migliorata nella gestione delle gomme Pirelli (specie con la mescola media), ma per estrarre il massimo dalla Rossa i due piloti devono portarla il più avanti possibile in qualifica.

Formula 1
24 lug 2021
F1 2021: piloti dal salotto di casa Prime

F1 2021: piloti dal salotto di casa

Andiamo ad analizzare da vicino F1 2021, il videogame dedicato alla stagione attuale di Formula 1 realizzato da Codemasters

Formula 1
24 lug 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top

16esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 2).

Formula 1
22 lug 2021
Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia Prime

Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia

La storia della Formula 1 è ricca di incidenti, toccatine maliziose e vere e proprie vendette all'arma bianca entrate nell'immaginario collettivo di chi ama questo sport. E quanto visto domenica a Silverstone tra Hamilton e Verstappen sembra non essere destinato a rimanere un caso isolato...

Formula 1
22 lug 2021