Lowe, schiaffo alla McLaren: "Ci sono team con poca umiltà, che incolpano tutti tranne che se stessi"

condivisioni
commenti
Lowe, schiaffo alla McLaren:
Scott Mitchell
Di: Scott Mitchell
05 lug 2018, 09:31

Paddy Lowe, responsabile tecnico della Williams, crede che l'umiltà e la sportività della sua squadra sia il motivo per cui i critici non la stanno distruggendo per le sue prestazioni insufficienti, come hanno fatto invece con la McLaren.

Sergey Sirotkin, Williams FW41
Sergey Sirotkin, Williams FW41
Paddy Lowe, Williams Martini Racing
Lance Stroll, Williams FW41
Lance Stroll, Williams FW41
Zak Brown, CEO McLaren Racing
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL33, Sergey Sirotkin, Williams FW41

Le due squadre britanniche sono tra le più blasonate della Formula 1, visto che messe insieme hanno vinto 296 GP e 17 titoli Costruttori.

Tuttavia, nessuna delle due è riuscita a vincere una gara dal 2012: la Williams ha centrato con Pastor Maldonado in Spagna il suo unico successo nelle ultime 14 stagioni, mentre l'ultima dei rivali di Woking risale alla fine di quella stagione in Brasile con Jenson Button.

Attualmente, la McLaren occupa il sesto posto nella classifica costruttori, con 44 punti ed un quinto posto come miglior risultato, mentre per la Williams le cose vanno anche peggio perché ha conquistato appena 4 punti, frutto dell'ottavo posto di Lance Stroll a Baku.

Quando gli è stato chiesto come mai secondo lui però la stampa è stata più clemente nei confronti della Williams che della McLaren, Lowe ha dichiarato: "Bisogna guardare alla squadra e a ciò che rappresenta. In particolare a Frank (Williams) e a ciò che ha creato.

Leggi anche:

"E' una squadra molto rispettata per l'approccio di Frank, i suoi valori, il modo in cui si è avvicinato alle corse automobilistiche, che è stato proseguito da Claire in modo eccezionale: c'è un grande senso di sportività e di umiltà intorno a quello che facciamo".

"Quando ero ancora alla McLaren, più o meno dieci anni fa, ho incontrato Frank nella hall di un hotel alla fine di una brutta giornata per loro e gli ho detto: 'mi spiace per la tua brutta giornata, Frank'. E lui mi ha risposto: 'E' stato un test che ci ha permesso di trovare le nostre mancanze'. Questo è il suo atteggiamento".

"Ci sono altri team che hanno meno umiltà, che incolpano chiunque tranne che se stessi quando hanno una brutta giornata".

"Penso che la gente abbia rispetto e simpatia per noi anche quando le cose non ci girano bene e quindi cercano di non farci a pezzi".

La stagione 2018 della McLaren è arrivata ad un'importante svolta mercoledì con le dimissioni del racing director Eric Boullier, arrivata in un momento difficile che continua a protrarsi nonostante la separazione dalla Honda ed il passaggio ai motori Renault.

Anche Zak Brown, CEO della squadra di Woking, ha trattato il tema dell'ostilità dei media nei suoi confronti: "La mia opinione è che la McLaren è una grande squadra e tutti noi abbiamo aspettative molto alte. Se c'è qualcosa che sta creando questa ostilità, non so cosa sia".

Prossimo Articolo
McLaren, Zak Brown spiega i ruoli di de Ferran, Stella e Roberts, sostituti del dimissionario Boullier

Articolo precedente

McLaren, Zak Brown spiega i ruoli di de Ferran, Stella e Roberts, sostituti del dimissionario Boullier

Prossimo Articolo

Abiteboul: "L'addio di Red Bull? Renault si concentrerà meglio. Loro avevano richieste eccentriche"

Abiteboul: "L'addio di Red Bull? Renault si concentrerà meglio. Loro avevano richieste eccentriche"
Carica commenti