Leclerc: "Volevo rientrare lo stesso giro di Sainz"

Il pilota della Ferrari era visibilmente deluso alla fine del Gran Premio di Russia, perché la sua gara è stata rovinata prima da un pit stop lento e poi dal ritardo nel passaggio alle gomme intermedie. Un mix che lo ha portato a chiudere solamente 15esimo a Sochi, dopo una grande doppia rimonta.

Leclerc: "Volevo rientrare lo stesso giro di Sainz"

Charles Leclerc era veramente nero alla conclusione del Gran Premio di Russia. Il pilota della Ferrari aveva sfoderato una grande rimonta dal fondo dello schieramento, ma nella seconda parte della corsa gli ha girato veramente tutto contro.

Al pit stop ha avuto un problema con il fissaggio della gomma posteriore sinistra, che ha vanificato buona parte del lavoro che aveva fatto, facendolo precipitare fuori dalla zona punti. Il monegasco però non si è perso d'animo ed ha dato vita ad una seconda risalita che lo aveva riportato fino all'ottava posizione.

Quando poi la pioggia ha cominciato a cadere sul tracciato di Sochi, Charles ha fatto venire fuori tutta la sua sensibilità e si era addirittura reinserito nella battaglia per il podio. Alla fine però ha ritardato troppo il passaggio alle gomme intermedie ed ha commesso un errore quando le condizioni ormai erano insostenibili con le gomme slick. Dunque, si è dovuto accontentare del 15esimo posto finale.

Leggi anche:

Dopo la gara, Leclerc però ha svelato un retroscena interessante ai microfoni di Sky Sport F1 HD: sarebbe voluto rientrare nello stesso giro del compagno Carlos Sainz, terzo alla bandiera a scacchi, ma ormai la squadra stava aspettando lo spagnolo e quindi ha dovuto ritardare il suo pit stop.

"C'è stata una discussione, poi il giro in cui avevo il più grande dubbio che fosse quello giusto, è quello in cui è rientrato Carlos. Lo stavo passando, quindi non ho voluto creare casini e far rientrare le macchine in un ordine sbagliato. Il giro dopo però era già troppo tardi, perché la pioggia era già diventata troppo intensa. Poi ci ho provato, ma a quel punto ormai la gara era persa", ha spiegato Leclerc.

Quando gli è stato domandato se almeno c'è qualcosa che gli permette di vedere il bicchiere mezzo pieno, per esempio il passo gara sull'asciutto, ha risposto in maniera piuttosto secca: "Oggi no, non sono contento".

Poi ha un filino corretto il tiro, dicendo che la nuova power unit non si è comportata male e complimentandosi con la squadra per il terzo posto di Sainz.

"Sicuramente quella è una cosa positiva come team, ma personalmente, dopo una gara così, finire nella mia posizione non è bello. Carlos e il team sono stati bravi, sono contento ed è importante che abbia finito davanti alla McLaren. Però dal mio punto di vista non vedo aspetti positivi", ha concluso.

condivisioni
commenti
Chinchero: "Hamilton, quota 100 dolceamara"
Articolo precedente

Chinchero: "Hamilton, quota 100 dolceamara"

Prossimo Articolo

Norris, il volto della delusione: "Errore mio e del team"

Norris, il volto della delusione: "Errore mio e del team"
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021