Leclerc: "Una sbavatura mi è costata la seconda fila"

Il monegasco, che ha chiuso a soli 49 millesimi da un sorprendente Gasly, ha ammesso di aver commesso una piccola sbavatura nell'ultimo giro che gli è costata la possibilità di partire dalla seconda fila.

Leclerc: "Una sbavatura mi è costata la seconda fila"

La Ferrari avrebbe trovato in Zandvoort un circuito più favorevole rispetto a Spa. Era stata questa la previsione di Charles Leclerc ad inizio settimana ed il monegasco è stato di parola.

Sul circuito olandese le SF21 hanno fatto vedere sin dal venerdì un bel passo, soprattutto sul giro secco, anche se questa mattina, in occasione delle FP3, la situazione sembrava volgere al peggio. Sainz, infatti, aveva distrutto la sua monoposto contro le barriere, mentre Charles non era riuscito a fare meglio del nono crono con un gap da Verstappen di 1’’2.

Nel pomeriggio, però, Leclerc è tornato a ruggire. Nel Q1 il monegasco ha ottenuto il miglior tempo davanti al compagno di team per poi retrocedere di una posizione al termine del Q2.

Il Q3, invece, ha visto i soliti noti - Verstappen, Hamilton e Bottas - occupare le prime tre posizioni nella classifica dei tempi, mentre Leclerc ha dovuto masticare amaro per aver chiuso la sessione alle spalle di un sorprendente Pierre Gasly per appena 49 millesimi.

Il pilota della Ferrari ha così visto svanire una seconda fila che sembrava ampiamente alla sua portata, ma una volta giunto ai microfoni di Sky Sport F1 HD non ha mostrato delusione.

“La seconda fila era possibile, peccato. Forse ho chiesto un po' troppa ala nell’ultimo tentativo in Q3 perché nel primo tentativo ho accusato un po' di sottosterzo”.

 

Leclerc ha poi spiegato di aver perso la possibilità di andare all’attacco del quarto tempo per una piccola imperfezione.

“In curva 10 ho perso il posteriore e quella sbavatura mi è costata quei centesimi che mi avrebbero garantito il quarto tempo. Peccato, ma domani con una buona partenza ce la potremo giocare con chi ci precede”.

Già questa mattina, in Formula 3, un Leclerc è riuscito ad imporsi nella prima gara del weekend grazie ad una partenza sensazionale dalla terza piazza. Charles ha ammesso di voler imitare quanto fatto dal fratellino per aver la possibilità di lottare con i top team domani.

“Per noi sarà molto importante la partenza. Spero di poter imitare quanto fatto da mio fratello in Gara 1 in Formula 3. Ovviamente saranno due situazioni diverse ma dovremo sfruttare ogni occasione che si presenterà”.

Leclerc ha poi ammesso di apprezzare il layout del rinnovato tracciato di Zandvoort elogiando il lavoro svolto dai progettisti per le curve sopraelevate. Secondo il monegasco in gara si potrà assistere a differenti interpretazioni delle traiettorie per tentare il sorpasso.

“Le curve con banking sono davvero interessanti perché non le troviamo in nessun altro circuito. In tutte le sessioni di libere abbiamo provato delle traiettorie differenti per vedere quale fosse la migliore. Alla fine siamo riusciti a trovarne una perfetta per la qualifica”.

condivisioni
commenti
Hamilton: "Ho dato tutto, ma Verstappen merita la pole"

Articolo precedente

Hamilton: "Ho dato tutto, ma Verstappen merita la pole"

Prossimo Articolo

Chinchero: "Giovinazzi, la miglior risposta a un clima difficile"

Chinchero: "Giovinazzi, la miglior risposta a un clima difficile"
Carica commenti
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021