Leclerc: "Sorpresi dalla durata delle medie di Gasly"

Il monegasco ha sottolineato come la Ferrari abbia provato a beffare di strategia l'AlphaTauri, ma la Scuderia è rimasta sorpresa dal bassissimo degrado delle Pirelli medie sulla monoposto di Gasly.

Leclerc: "Sorpresi dalla durata delle medie di Gasly"

Quinto in qualifica, quinto all’arrivo. Per Charles Leclerc la gara di Zandvoort si è conclusa con lo stesso risultato ottenuto al sabato ed un po' di amaro in bocca per non essere mai riuscito ad insidiare un Pierre Gasly oggi decisamente in palla sul tracciato olandese.

Charles è stato autore di una ottima partenza, ma si è trovato subito la strada sbarrata da un Gasly autore di un avvio altrettanto buono. Leclerc si è visto costretto ad alzare il piede alla curva Audi per evitare di tamponare il pilota dell’AlphaTauri ed ha così rischiato di compromettere involontariamente la gara di Sainz.

Dopo le prime curve Gasly ha preso il largo ed in Ferrari si è optato per una strategia alternativa per cercare di scavalcare la monoposto dei “cugini” di Faenza. Leclerc ha allungato lo stint con le rosse per poi montare le Pirelli hard, mentre Gasly ha invece montato le medie.

In casa Ferrari ci si attendeva un crollo di prestazioni del francese che non è arrivato e Gasly è riuscito a tenere alle proprie spalle il monegasco sino alla bandiera a scacchi.

“Era impossibile prendere Gasly. Abbiamo provato a fare qualche giro in più sulle soft per avere un vantaggio a fine gara, ma non ci aspettavamo che sarebbe riuscito a far durare le medie così tanto. Abbiamo montato le hard e ci abbiamo provato, ma non ce l’abbiamo fatta”.

Il quinto posto, con tanto di doppiaggio, sicuramente non è il risultato che Leclerc si aspettava, ma con il mezzo tecnico a disposizione non si poteva sperare di meglio. Charles ha comunque voluto guardare il bicchiere mezzo pieno sottolineando come il team sia riuscito a guadagnare 12 punti sulla McLaren.

“Forse avrei potuto avere una opportunità di sorpasso in partenza, ma mi sono trovato la strada bloccata e non ho voluto prendere rischi. Oggi dovevamo pensare a guadagnare punti sulla McLaren e ci siamo riusciti. Questo è l’aspetto positivo”.

Leclerc ha poi affermato di essere rimasto stupito dal passo gara ed ha recriminato per la sbavatura commessa ieri in qualifica.

 “Il passo era buono e non ci aspettavamo di avere un ritmo migliore rispetto a tutte le altre monoposto del gruppo di metà classifica. Ieri, purtroppo, non sono riuscito a mettere tutto insieme ed è stata solo colpa mia, ma oggi sono davvero contento della mia gara nonostante il quinto posto”.

Conclusa la trasferta di Zandvoort per la Ferrari è adesso giunto il momento di prepararsi ad affrontare il gp di Monza.

Leclerc ha sul tracciato brianzolo ha conquistato il suo secondo successo in Formula 1, ma ha già avvisato i tifosi di non aspettarsi miracoli tra sette giorni.

“Non vedo l’ora di correre a Monza. Purtroppo quest’anno non ci aspetta una gara facile, ma sentire il sostegno dei tifosi sarà stupendo. Daremo il massimo e vediamo come andrà”.

condivisioni
commenti
F1: Verstappen in trionfo a Zandvoort, Mercedes battuta
Articolo precedente

F1: Verstappen in trionfo a Zandvoort, Mercedes battuta

Prossimo Articolo

Sainz deluso: “In crisi sin dal 1° giro, non ero al passo”

Sainz deluso: “In crisi sin dal 1° giro, non ero al passo”
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021