Leclerc: "Senza il guasto avrei ottenuto la terza fila"

Le qualifiche di Leclerc sono state condizionate da un problema tecnico che ha afflitto la SF21 sin dal Q1. Charles ha ammesso che il guasto gli ha impedito di potersi esprimere al massimo e ottenere un risultato migliore.

Leclerc: "Senza il guasto avrei ottenuto la terza fila"

Non è stata una sessione di qualifiche semplice quella vissuta a Monza da Charles Leclerc. Sul circuito di casa per la Ferrari il monegasco ha faticato più del previsto, complice un inatteso problema al freno motoreche lo ha penalizzato eccessivamente.

Charles è riuscito ad entrare in Q3 qualificandosi con il nono tempo, ed è poi riuscito a migliorarsi nell’ultimo tentativo ottenendo però soltanto l'ottavo crono in 1’20’’510.

Leclerc dovrà così prendere il via della Sprint Qualifying dalla quarta fila, al fianco del compagno di team Carlos Sainz. Un risultato deludente? Certamente, anche se su una pista da alte velocità e basso carico nessuno si sarebbe immaginato un miracolo.

A complicare la situazione generale, come detto, ci si è messo anche un problema tecnico al motore che ha condizionato la qualifica di Leclerc sin dai primi minuti del Q1.

“Sicuramente l’incoveniente non mi ha aiutato, ma fare settimo ed ottavo su una pista che, sulla carta, non era favorevole alla Ferrari e con i problemi che abbiamo avuto, non è un cattivo risultato. Adesso speriamo in una buona Sprint Qualifying domani”.

Charles non ha voluto spiegare ai microfoni di Sky Sport F1 HD cosa non abbia funzionato sulla sua SF21, ed anche il suo muretto box ha preferito non rivelare il guasto in mondovisione durante la qualifica preferendo far rientrare Leclerc ai box e rivelare al pilota la causa del problema.

“Non è stato piacevole avere quel guasto, ma è andata così. Non voglio scendere nel dettaglio, ma c’è stato qualche problema. Dovremo controllare e cercare di risolvere il tutto”.

Sarebbe stato possibile ottenere un risultato migliore del settimo tempo senza il guasto tecnico? Leclerc si è detto certo che la terza fila sarebbe stata a portata di mano con una SF21 affidabile.

 “Il problema ci è costato la possibilità di partire più avanti. Mi sarebbe piaciuto partire in terza fila, ma oggi è andata così”.

Domani la F1 proporrà al pubblico la seconda Sprint Qualifying della sua storia e l’occasione potrebbe essere ghiotta per tutti quei piloti che oggi hanno faticato più del dovuto. Leclerc, però, ha spiegato come domani pomeriggio non vorrà correre alcun rischio eccessivo per recuperare posizioni, specie considerando quanto sia sembrata in palla la McLaren con Norris e Ricciardo.

“Non dovremo prendere rischi eccessivi nella Sprint Qualifying, anche considerando quanto sembra competitiva la McLaren questo weekend. Dobbiamo pensare a portare il massimo numero di punti a casa ed è quello che faremo”.

condivisioni
commenti
Inizia la partita a scacchi dei motori: il primo che paga è Bottas
Articolo precedente

Inizia la partita a scacchi dei motori: il primo che paga è Bottas

Prossimo Articolo

Sainz: "Più forti del 2020, ma questo non ci basta"

Sainz: "Più forti del 2020, ma questo non ci basta"
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021