Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Gara in
54 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
58 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
97 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
107 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
114 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
128 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
142 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
170 giorni
02 set
Prossimo evento tra
177 giorni
09 set
Prossimo evento tra
184 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
198 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
205 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
212 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
226 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
233 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
269 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
278 giorni

Leclerc sbaglia e si sfoga via radio: "Sono un co.....e!"

Leclerc perde il secondo posto e il podio al GP di Turchia per un errore all'ultimo giro, poi si sfoga via radio. Parole, le sue, dirette al suo errore, che fanno capire quanto questi piloti siano sportivi di alto livello, ma pur sempre umani.

Leclerc sbaglia e si sfoga via radio: "Sono un co.....e!"

Ormai i piloti di F1, almeno quelli della fascia più alta, sono considerati spesso come super uomini, esenti da errori, senza paura, senza emozioni. Solo "oggetti" necessari a far funzionare le odierne monoposto di F1 dalla tecnologia avanzatissima e dall'aerodinamica esasperata. Niente di più sbagliato. Ieri, in Turchia, Max Verstappen e, soprattutto, Charles Leclerc, hanno ricordato a tutti il lato umano di ragazzi giovanissimi che, dal punto di vista sportivo, hanno compiti e pressione non comuni.

Il secondo posto sembrava quasi una formalità per Charles Leclerc, autore di una bella gara che lo aveva clamorosamente portato sul podio dopo una grande rimonta a suon di giri veloci con l'asfalto sempre meno bagnato ogni giro che passava. Invece, alla Curva 9, nell'ultimo giro del Gran Premio di Turchia, il ferrarista ha commesso un errore in frenata, finendo largo.

Questo ha aperto inaspettatamente le porte a Sergio Perez e a Sebastian Vettel, i quali non hanno dovuto fare altro che seguire la traiettoria ideale per superare Charles e finire la gara rispettivamente al secondo e terzo posto. Leclerc, ripresa la via della pista, ha chiuso la gara quarto, fuori dal podio, con un sapore amaro in bocca e la consapevolezza di aver buttato un secondo posto meritato e un risultato che per la Ferrari, in questa stagione, avrebbe avuto un grande significato.

Ecco perché, una volta tagliato il traguardo e fatta qualche curva del giro di rientro, è esplosa la sua furia via radio. Ai complimenti recapitati dal muretto box per la bella gara, Charles ha risposto con frustrazione.

"Ho fatto un lavoro di merda. Ho fatto un lavoro di merda. Ho fatto un fottuto lavoro di merda, ecco cosa ho fatto", ha detto a tono di voce alto il 23enne della Ferrari. Sebbene il team abbia cercato di calmarlo, compreso lo stesso Mattia Binotto, che in Turchia non c'era: "Stai tranquillo Charles, ha fatto un buon risultato, stai tranquillo, va bene così".

"Sono un coglione, sono un coglione, un coglione. Non va bene così, sono un coglione", ha ripetuto Leclerc. A quel punto il muretto Ferrari è intervenuto di nuovo per terminare il messaggio radio e ricordargli di rallentare nel giro di rientro.

"Sono davvero dispiaciuto, sono un fottuto stupido, sono un fottuto stupido. Anche peggio di quanto fatto a Baku, sono un fottuto stupido!", ha continuato Leclerc. A quel punto è intervenuto nuovamente Binotto: "Basta Charles, basta. Riporta la macchina ai box".

Dopo un attimo di silenzio, Leclerc ha risposto a Binotto in italiano: "Sì sì, la macchina la porto al box. Sarei doppiamente coglione se mettessi a muro la macchina dopo la bandiera a scacchi!".

Charles, dopo lo sfogo, ha abbassato i toni, congratulandosi con Vettel per il podio: "Sono contento per Sebastian. E' stata una stagione difficile per lui e merita tanto questo podio".

Per la Ferrari questo errore è costato caro in termini di punti per la classifica Costruttori ma, in un anno così duro per il team e per i suoi piloti, può essere un insegnamento per Leclerc che, sebbene abbia dimostrato a più riprese di essere già un potenziale campione, è pur sempre un ragazzo di 23 anni alla terza stagione in F1.

Inoltre, ricorda come questi ragazzi, sebbene da fuori sembrino macchine perfette, siano in realtà giovani fuori dal comune che compiono imprese sportive, ma anche errori da 20enni quali sono. E in questo caso Leclerc ha ricordato a tutti il suo lato umano.

condivisioni
commenti
Red Bull: gli scarichi della wastegate in basso per l'estrattore

Articolo precedente

Red Bull: gli scarichi della wastegate in basso per l'estrattore

Prossimo Articolo

Report F1: Hamilton non è un usurpatore

Report F1: Hamilton non è un usurpatore
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Turchia
Sotto-evento Post-gara
Piloti Charles Leclerc
Team Ferrari
Autore Giacomo Rauli
F1 Stories: Da Toleman ad Alpine, un viaggio con base ad Enstone Prime

F1 Stories: Da Toleman ad Alpine, un viaggio con base ad Enstone

Toleman, Benetton, Renault, Lotus, ancora Renault e Alpine. Cinque squadre legate da un solo nome: Enstone. Andiamo a rivivere la loro storia

Formula 1
7 mar 2021
Williams FW43B: come uscire dalla sindrome di essere ultima Prime

Williams FW43B: come uscire dalla sindrome di essere ultima

La Williams è pronta ad affrontare il nuovo mondiale 2021. Lo dimostra, presentando la FW43B, la monoposto che rappresenta la speranza della rinascita del team fondato da Sir Frank Williams...

Formula 1
6 mar 2021
Ocon è pronto ad affrontare il duello interno con Alonso? Prime

Ocon è pronto ad affrontare il duello interno con Alonso?

Il pilota francese ha vissuto un 2020 dai due volti ed è riuscito a crescere nel finale di stagione. Esteban dovrà mantenere questo slancio se vorrà tenere a bada un agitatore di uomini come Fernando Alonso.

Formula 1
6 mar 2021
Perché l'arrivo di Aston Martin in F1 è molto più di una livrea Prime

Perché l'arrivo di Aston Martin in F1 è molto più di una livrea

La presentazione più attesa della Formula 1 era sicuramente quella della Aston Martin e i cambiamenti dicono che c'è molto di più di una fantastica livrea, perché l'idea è quella di creare solide fondamenta, più che ripartire da un team già avviato.

Formula 1
5 mar 2021
Perché la Haas sta sacrificando la sua stagione 2021 Prime

Perché la Haas sta sacrificando la sua stagione 2021

La Haas affronterà il 2021 senza portare alcun aggiornamento aerodinamico sulla sua monoposto. Il team ha deciso di puntare tutto sul 2022, preservando le risorse economiche. Sarà la scelta giusta?

Formula 1
5 mar 2021
Aston Martin AMR21: è l’arma di Vettel per tornare grande? Prime

Aston Martin AMR21: è l’arma di Vettel per tornare grande?

L'Aston Martin AMR21 è la monoposto che segna il rientro del costruttore inglese in Formula 1. I punti di contatto con Mercedes W11 e W12 sono evidenti, a prima vista, ma andando nello specifico vediamo come certe soluzioni abbiano preso direzione propria. Sarà la monoposto che permetterà a Sebastian Vettel di potersi rilanciare dopo ultime stagioni opache in Ferrari?

Formula 1
4 mar 2021
Alpine A521: può essere l’arma vincente di Alonso? Prime

Alpine A521: può essere l’arma vincente di Alonso?

L'Alpine A521 succede alla Renault R.S.20, andando a riprenderne molti dei punti di forza senza tuttavia evolverli. Andiamo a conoscere più da vicino il team di Enstone che riporta in F1 Fernando Alonso e che, in questa stagione, sarà diretto da Davide Brivio

Formula 1
4 mar 2021
F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica Prime

F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica

Il 3 marzo del 1992 ci lasciava Lella Lombardi, l'unica donna a conquistare punti nella storia della Formula1. Riviviamo la sua storia, la sua impresa, e il suo più grande amore: le corse.

Formula 1
3 mar 2021