Leclerc: "Oggi male, ma abbiamo l'assetto giusto per l'asciutto"

Il pilota della Ferrari è stato eliminato in Q2 dopo aver faticato con l'assetto scelto. Eppure Charles pensa che domani la situazione possa migliorare molto sull'asciutto.

Leclerc: "Oggi male, ma abbiamo l'assetto giusto per l'asciutto"

Una Qualifica da dimenticare. La seconda consecutiva per la Ferrari e sempre al Red Bull Ring. Se al GP d'Austria è stato Sebastian Vettel a dover abbandonare anzitempo le Qualifiche per essere stato eliminato al termine della Q2.

Leclerc è stato più lento di pochi millesimi rispetto a Vettel, ma il tedesco è comunque riuscito a prendere parte alla Q3. Al termine delle Qualifiche, Leclerc ha ammesso la sua delusione: la vettura, con gli assetti scelti nella giornata di ieri, non ha risposto nel migliore dei modi sull'asfalto bagnato dalla pioggia torrenziale scesa oggi.

In più, Leclerc ha anche coinvolto se stesso. Sul banco degli imputati è finita anche la sua guida, che lui stesso ha considerato migliorabile e non ancora perfetta con la pista bagnata.

"Se la pioggia non fosse tornata saremmo riusciti a cambiare le cose, ma è facile dirlo dopo. Il risultato è che per adesso non siamo abbastanza veloci. Io devo lavorare sulla mia guida in queste condizioni per migliorare. Ma c'è lavoro da fare in generale, perché quando sei a 1"8 diventa molto difficile. Il bilanciamento della macchina non era così male, è migliorato, però c'è ancora lavoro da fare".

Charles è entrato più in profondità riguardo l'argomento assetto, spiegando le scelte fatte ieri e le motivazioni che lo hanno spinto a propendere per un assetto più aggressivo del solito all'anteriore della SF1000.

"Onestamente sapevo che saremmo andati incontro a una situazione difficile. Ieri ho scelto un set up più aggressivo all'anteriore. Volevo provarlo ed è stato positivo sull'asciutto, mentre sul bagnato si è rivelato tutto più complicato".

Il talento della Ferrari, però, non perde la speranza. A suo avviso, se oggi questo assetto lo ha penalizzato sull'asfalto bagnato, domani dovrebbe aiutarlo a rimontare qualche posizione e recuperare punti preziosi in questo avvio di Mondiale 2020 così difficile per la Rossa a livello di prestazioni.

"Parlare di macchina inguidabile mi sembra francamente troppo. Non andrei fino a quel punto. Sicuramente per me in queste condizioni è stato più difficile. L'obiettivo è però che la macchina sia buona per domani sull'asciutto e su quello credo che abbiamo fatto la scelta giusta".

condivisioni
commenti
F1, GP Stiria, Qualifiche: Hamilton in... motoscafo!
Articolo precedente

F1, GP Stiria, Qualifiche: Hamilton in... motoscafo!

Prossimo Articolo

Verstappen: "Anche senza l'errore non avrei fatto la pole"

Verstappen: "Anche senza l'errore non avrei fatto la pole"
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021