Leclerc: "Non temo la pressione che ci sarà andando alla Ferrari"

condivisioni
commenti
Leclerc:
Adam Cooper
Di: Adam Cooper
26 ott 2018, 13:50

Charles Leclerc chiudere a punti in Messico per finire bene l'esperienza Sauber: "Ora devo stare concentrato". Ocon dice che lotterai per il titolo: "Alla mia età è facile diventare matto pensando a chi dice queste cose. Resto con i piedi ben piantati in terra".

Tatiana Calderon, collaudatrice Sauber e Charles Leclerc, Sauber, ispezionano il circuito
Charles Leclerc, Sauber C37 e Marcus Ericsson, Sauber C37, dopo l'incidente al primo giro
Charles Leclerc, Sauber, in griglia di partenza
Un Alebrijes sul tavolo degli autografi di Charles Leclerc, Sauber
Charles Leclerc, Sauber
Charles Leclerc, Sauber
Charles Leclerc, Sauber
Charles Leclerc, Sauber, entra nell'abitacolo della sua monoposto

Charles Leclerc ha voglia di riscatto dopo il ritiro di Austin. Il giovane monegasco vuole chiudere nel modo migliore l’esperienza con la Sauber, prima di fare il grande salto in Ferrari. In Messico Charles si augura di rivedere la bandiera a scacchi: sono due GP che non riesce ad arrivare in fondo pur avendo mostrato in qualifica ottime potenzialità…

"Quest’anno sono state diverse le gare che non ho concluso per un nostro errore, quindi è un peccato. Sono carico perché sono consapevole della prestazione della macchina e questo è quello che conta, perché vuol dire che siamo lì. Sarebbe molto deludente se alla fine dell'anno fossimo ancora a quattro punti dalla Toro Rosso, a causa di questa… sfortuna. Spero di cambiare le cose qui e conquistare dei buoni punti".

Grosjean è venuto a scusarsi dopo il contatto di Austin: ma ha detto di aver perso carico?
"Succede a tutti di fare degli errori: fra noi è tutto a posto, perché è venuto subito a scusarsi dicendo che era colpa sua. Ovviamente tutti ci aspettiamo di perdere del carico aerodinamico quando ci troviamo dietro a un'altra vettura, sappiamo che è così, ma capita anche di commettere degli errori”.

La Ferrari sembra in ripresa…
"Sì, e ne sono molto felice. Ma non ho mai dubitato della prestazioni della Ferrari. Per me, almeno, era chiaro che avevano sempre il potenziale per essere lì a lottare, ma poi per qualche ragione a volte non sono riusciti a finire come volevano. Ma credo che abbiano sempre avuto una macchina forte. E non ho mai dubitato delle loro capacità".

Kimi ha vinto a 39 anni, ci rivedremo fra 18 anni?
"Non lo so. È stato molto bello vederlo vincere. Molti piloti si sono sinceramente complimentati con lui, e non è normale che un avversario siano contento nel vedere affermarsi un collega, ma credo che questo sia stato il caso di Kimi la scorsa settimana",

Ocon ha detto che ti vede in lizza per il titolo il prossimo anno, e molte persone pensano che farai vivere a Seb un momento difficile: ti mettono un po’ di pressione queste aspettative?
"Certe aspettative c’erano già quest'anno: c’era chi si aspettava che potessi fare bene. E l’anno prossimo sarà più o meno la stessa cosa. Cerco di concentrarmi solo sul mio lavoro, cercando di allontanare tutte queste aspettative dalla mia mente".

Ma è un complimento se la gente dice certe cose, perché avrai a che fare con un quattro volte campione del mondo…
"Sicuramente è un grande privilegio sentire certi apprezzamenti, ma ancora una volta credo che sia estremamente importante per me tenere i piedi per terra in questa fase. Credo che sia abbastanza facile, alla mia età, rischiare di andare giù di testa per tutto questo. Quindi cerco di non pensarci troppo, di non ascoltare le persone che fanno i complimenti per provare a concentrarmi per migliorarmi".

Avresti preferito disputare un secondo anno alla Sauber?
"Oh no, ho sempre sperato di andare alla Ferrari il prima possibile. Come ho già detto in passato, la pressione non è qualcosa di cui soffro. Non penso che questo possa essere un problema il prossimo anno".

Cosa ti aspetti dal GP del Messico?
"Questa è una pista piuttosto difficile per tutti per l’impianto di raffreddamento. In termini di prestazioni, credo che dovremmo essere lì come nelle altre gare, se non avremo problemi di smaltimento del calore. Lo capiremo dopo FP1 e FP2…”.

Nei test Pirelli di Abu Dhabi conti di guidare la Ferrari?
"Per ora non lo so ancora. Credo di sì, ma a essere onesti non ho ancora ricevuto conferme…".

Prossimo Articolo
Red Bull: sfogo della pancia enorme per l'aria molto rarefatta del Messico

Articolo precedente

Red Bull: sfogo della pancia enorme per l'aria molto rarefatta del Messico

Prossimo Articolo

F1 Messico, Libere 1: Verstappen davanti. Due Red Bull e quattro motori Renault in evidenza

F1 Messico, Libere 1: Verstappen davanti. Due Red Bull e quattro motori Renault in evidenza
Carica commenti